FoxCrime

Bill Cosby condannato da 3 a 10 anni di prigione: 'è un predatore sessualmente violento'

di -

Dopo un processo lungo e controverso, alla fine è arrivata la condanna per Bill Cosby. L'attore dovrà scontare da 3 a 10 anni di carcere per la violenza sessuale a danno di Andrea Constand.

Bill Cosby durante il processo Getty Images

401 condivisioni 1 commento

Condividi

Dopo il verdetto di colpevolezza per violenza sessuale perpetrata ai danni di Andrea Constand nel 2004, per Bill Cosby è arrivata la condanna da 3 a 10 anni di carcere. L'ex star de I Robinson dovrà anche pagare un'ammenda di 35mila dollari.

Come scrivono BBC e news.com.au, il giudice Steven O'Neill ha definito l'attore 81enne un "predatore sessualmente violento", classificazione che comporta che l'ex "papà d'America" si sottoponga a una consulenza obbligatoria a vita e venga inserito nel registro dei criminali sessuali. Come conseguenza, Cosby dovrà comunicare a tutte le comunità in cui vive il suo status:

Il tempo della giustizia è arrivato. Signor Cosby, il cerchio si è chiuso. È giunto il momento.

Subito dopo la sentenza, la star è scoppiata a ridere, ma non ha rilasciato dichiarazioni. In attesa dell'appello, il giudice ha revocato gli arresti domiciliari e ha disposto la custodia cautelare in carcere per l'attore, che è stato preso in consegna dagli agenti del tribunale e portato via in manette.

Bill Cosby in manetteHDGetty Images
Bill Cosby lascia l'aula in manette

La decisione è stata aspramente contestata dall'avvocato difensore dell'ex "papà d'America", Joseph Green:

Come farà a combattere contro le persone che cercano di estorcergli denaro [dietro le sbarre, n.d.r.]? Il signor Cosby non è pericoloso. I ciechi di 81 anni non autosufficienti non sono pericolosi, tranne forse che per loro stessi.

Anche l'agente dell'ex star de I Robinson, Andrew Wyatt, ha reagito con veemenza alla decisione del giudice O'Neill, parlando di strumentalizzazione e puntando il dito contro il movimento #MeToo:

Questo è stato uno dei processi più sessisti e razzisti nella storia degli Stati Uniti. [Gli accusatori, n.d.r.] erano donne bianche che fanno soldi accusando gli afroamericani di essere predatori sessuali. [...] Hanno perseguitato Gesù e guardate com'è andata a finire. Non sto dicendo che il signor Cosby sia Gesù, ma sappiamo cosa ha fatto per secoli agli uomini di colore questo paese.

Ma il procuratore distrettuale, Kevin Steele, ha rispedito le accuse al mittente, dichiarando che non c'è stata alcuna persecuzione e che l'attore è stato mostrato per quello che è:

Per decenni, l'imputato ha nascosto chi era davvero e i suoi crimini usando la sua fama e la sua ricchezza. Ma ora, finalmente, è stato smascherato.

Al momento della sentenza, Bill Cosby era con il suo pool di avvocati, senza alcun membro della famiglia.

Le reazioni di Andrea Constand e delle altre accusatrici di Bill Cosby

Dopo la lettura della sentenza, Andrea Constand ha sorriso e ha abbracciato i suoi sostenitori. Nella dichiarazione che ha portato all'incriminazione dell'ex star de I Robinson per averla drogata e stuprata, la donna aveva scritto:

Bill Cosby ha preso il mio spirito giovane e sano e lo ha schiacciato. Mi ha privato della salute e della voglia di vivere, della mia natura aperta e della fiducia in me stessa e nei confronti degli altri.

Andrea Constand dopo la condanna di Bill CosbyHDGetty Images
Andrea Constand all'uscita del tribunale dopo la condanna di Bill Cosby

Il coraggio e la forza d'animo dimostrati dalla donna sono stati elogiati dal procuratore distrettuale Kevin Steele:

La nostra vita è migliore grazie ad Andrea Constand. Avete sentito come l'aggressione di cui è stata vittima ha cambiato la sua esistenza. Mettersi in gioco in questo modo, per anni, di fronte al mondo intero, è qualcosa di estremamente difficile per chiunque. Avrebbe potuto vivere lontano dai riflettori, ma ha ritenuto importante che la giustizia trionfasse.

Anche Kathrine McKee ha ringraziato Andrea Constand per la battaglia che ha portato avanti. La donna ha accusato Bill Cosby di averla violentata nei primi anni '70, ma l'attore ha bollato la testimonianza come falsa e Katherine ha visto rigettare la sua causa per diffamazione nei confronti dell'ex star de I Robinson:

Sono grata ad Andrea per essere stata forte. Io ho sofferto per più di 40 anni. Lui rischia da 3 a 10 anni di prigione. Non mostra alcun rimorso. Non è affatto dispiaciuto.

Janice Dickinson, che ha dichiarato che Bill Cosby l'ha stuprata nel 1982, ha reagito alla condanna dell'attore dicendo:

Ride bene chi ride ultimo, amico.

L'avvocato della ex modella, Lisa Bloom, ha pubblicato su Twitter uno stralcio della dichiarazione che la sua assistita era pronta a leggere in aula, se il giudice lo avesse concesso. Nello scritto, la donna afferma che "il ricordo straziante dello stupro" continua a perseguitarla e che ha radicalmente, drammaticamente influito sulla sua vita e sul suo lavoro. Per cercare di riprendere in mano la propria esistenza, Janice si è trasferita a Milano, ma non è servito:

Lo stupro è un marchio a fuoco nella mia anima. La terapia mi ha aiutata, ma non mi ha restituito la mia innocenza. Non sono più stata la stessa. Non sarò più la stessa.

Soddisfazione è stata espressa anche da un'altra accusatrice di Bill Cosby, Lili Bernard. L'attrice e scrittrice, che ha affermato che l'attore l'ha drogata e violentata, ha dichiarato:

È sicuramente consolatorio. Sono state la sua fama, la sua ricchezza e la sua falsa filantropia a permettergli di cavarsela impunemente. Forse [questa sentenza, n.d.r.] manderà un messaggio ad altri criminali [come Bill Cosby, n.d.r.], facendo sapere loro che saranno catturati e puniti.

Sulla vicenda è intervenuta anche Debra Messing. La star di Will & Grace ha rimarcato la difficoltà di accusatori e accusatrici di essere creduti:

Oggi un tribunale ha ritenuto Bill Cosby un 'predatore sessuale violento' prima di condannarlo. Per decenni, la gente ha calunniato coloro che lo accusavano e li ha tacciati di essere dei bugiardi. Ci sono volute 60 e più testimonianze per permettere ai sopravvissuti di avere giustizia. Non abbiamo imparato niente?

Bill Cosby manterrà la stella sulla Walk of Fame

Dopo essere stato ritenuto colpevole di 3 capi di imputazione per violenza sessuale a danno di Andrea Constand, Bill Cosby si è visto revocare un gran numero di premi e riconoscimenti ottenuti durante la sua lunga carriera.

Come scrive Vanity Fair, la Brown University, la Fordham University, la Marquette University, la Carnegie Mellon University, la Notre Dame University e la Yale University hanno annullato le lauree honoris causa che gli avevano assegnato. L'ex star de I Robinson è stata anche espulsa dalla Academy, rimossa dalla Hall of Fame della Television Academy e privata di due onorificenze ricevute dal Kennedy Center.

Ma a quanto pare, conserverà la stella sulla Walk of Fame. La Camera di Commercio di Hollywood ha dichiarato che l'onorificenza è per sempre e non può essere revocata:

Una volta installate, le stelle diventano parte del tessuto storico della Walk of Fame, un monumento storico e culturale, e sono destinate a essere permanenti. Le stelle omaggiano unicamente i traguardi professionali dei designati.

A quanto pare, la Camera di Commercio di Hollywood non ha mai rimosso una stella e aveva già rifiutato una richiesta di togliere quella di Bill Cosby nel 2015. Ma stavolta potrebbe doverlo fare per forza.

Un rappresentante dell'amministrazione della città di Los Angeles, Earl Ofari Hutchinson, ha presentato una petizione per cancellare il riconoscimento, che ha già raccolto migliaia di firme.

In attesa di sapere se la campagna avrà successo, quello che è certo è che la stella di Bill Cosby è da sempre un monumento molto controverso. Negli anni, è stata vandalizzata più volte e recentemente qualcuno l'ha imbrattata con la scritta "stupratore seriale".

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.