FOX

P.S. I love you: le migliori frasi da libro e film

di -

P.S. I love you è stato un bestseller mondiale e un apprezzato film con un cast di grandi attori. Ecco una raccolta delle citazioni più belle tratte da questa grande storia d’amore.

Un frame del film 01 Distribution

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Una storia d’amore e di rinascita, un film che ha insieme il dramma della perdita e la conquista del ricominciare. P.S. I love you è il titolo di un romanzo, da cui è stato poi tratto un omonimo film che racconta la vita di Holly e Gerry, una coppia giovane la cui unione viene spezzata dalla morte di lui, in seguito a un’improvvisa malattia. Holly, giovanissima, si trova già vedova e senza più motivazioni per vivere, finché non scopre che Gerry ha trovato il modo di rimanerle accanto: attraverso delle lettere che lei dovrà leggere, una al mese, la riaccompagna passo dopo passo verso la vita.

Ecco una raccolta delle più toccanti frasi tratte dal libro e dal film.

Le citazioni dal libro

Un frame del filHD01 Distribution

Scritto da Cecelia Ahern quando aveva solo vent’anni P.S. I love you è uscito nel 2004 (nel 2005 in Italia) ed è diventato un bestseller in pochissimo tempo, tradotto in oltre quaranta Paesi. Ecco alcune delle frasi più belle che potrete trovare nel libro.

“Senza respirare, con le lacrime agli occhi e il cuore martellante Holly lesse il messaggio, conscia per tutto il tempo che chi glielo aveva scritto non avrebbe mai più potuto spedirgliene un altro.”

“Non molto tempo fa mi hai sussurrato all'orecchio che non ce la fai ad andare avanti da sola. Invece puoi farcela, Holly.” (da una lettera di Gerry)

“Holly iniziò la giornata di venerdì alla grande, alzandosi presto. Ma per quanto si fosse coricata piena di ottimismo, eccitata dalle nuove prospettive, venne di nuovo colpita dalla dura realtà del calvario che ancora l'aspettava. Si era svegliata ancora una volta in un letto vuoto e in una casa silenziosa, ma aveva fatto un piccolo passo avanti: per la prima volta dopo più di un mese, non aveva avuto bisogno del trillo del telefono. Come ogni mattina, riabituò la mente al fatto che il sogno di lei e Gerry insieme, con il quale aveva giocato in quelle ultime dieci ore, era solo questo: un sogno.”

“‘Quelli sono dei biscotti da mangiare con il tè. Jammie Dodgers, i tuoi preferiti.’
‘Oh Sharon, grazie! Sei tanto carina con me e io sono stata una così pessima amica! Non so come farei senza di te. Grazie.’
‘Sono la tua migliore amica, Hol. Se non ti aiuto io, chi può farlo?’”

“Abbiamo avuto dei momenti bellissimi, e tu hai reso la mia vita... Tu sei stata la mia vita. Non ho rimpianti. Ma io sono solo un capitolo della tua vita: ce ne saranno molti altri.
Aggrappati pure ai nostri magnifici ricordi, ma non avere paura di creartene di nuovi. Grazie per avermi fatto l'onore di essere mia moglie. Ti sarò eternamente riconoscente, per tutto.” (da una lettera di Gerry)

“Holly affondò il viso nel golf di cotone blu e il profumo familiare fu come uno schiaffo, un dolore insopportabile che le serrò lo stomaco e le lacerò il cuore. Aghi e spilli le trafissero la nuca e il nodo in gola minacciò di soffocarla. Fu sopraffatta dal panico. A parte il ronzio del frigorifero e il gemito dello scaldabagno, la casa era immersa nel silenzio. Sola! La bile le salì in gola e lei corse in bagno, dove cadde in ginocchio davanti alla tazza del water.”

“Sdraiata a letto, Holly accendeva e spegneva la nuova lampada sorridendo come una stupida. Lei e Sharon erano andate da Bed Knobs e Broomsticks a Malahide, e alla fine avevano optato per una lampada di legno intagliato, con un paralume color crema che s'intonava con i colori della stanza da letto. Ovviamente, per non rompere la tradizione, avevano scelto la più ridicolmente costosa. E anche se Gerry non era lì con lei mentre la comprava, per lei era stato come sceglierla insieme.”

“Se ti metti all'estremità della spiaggia di fronte al tuo appartamento, dove cominciano gli scogli, e guardi dietro l’angolo sulla sinistra, dovresti vedere un faro: non lo sa nessuno, ma è lì che si riuniscono i delfini...
Spero che ti piacciano, i delfini. Li saluti da parte mia, Holly?
P.S. Ti amo.” (da una lettera di Gerry)

“Il giorno del suo compleanno, Holly si mise davanti allo specchio grande e si esaminò. Aveva eseguito gli ordini di Gerry e si era comprata un vestito nuovo. Non sapeva perché, ma ogni giorno doveva trattenersi più volte dall'aprire la busta del mese di maggio. Mancavano ancora due giorni, e non riusciva a pensare praticamente ad altro.”

“Un girasole per il mio girasole, per illuminare le giornate fosche che detesti tanto.
Piantane altri, così sarai più sicura dell’estate calda e soleggiata che ti aspetta.” (da una lettera di Gerry)

“La mattina dopo si svegliò ancora completamente vestita e fuori dalle lenzuola. Stava ricadendo nelle vecchie abitudini: i pensieri positivi delle settimane precedenti si stavano erodendo giorno dopo giorno. Era così stancante, questo cercare di essere sempre allegra, e lei era a corto di energie.”

“Holly appese il lenzuolo al filo con una molletta da bucato, pensando a come aveva brancolato per tutto il resto del mese di maggio nel tentativo di rimettere ordine nella sua vita. C'erano state giornate in cui si sentiva felice e contenta, e soprattutto sicura che le cose si sarebbero sistemate. Poi tutt'a un tratto questa sensazione spariva, imprevedibilmente com'era arrivata, e lei veniva di nuovo inghiottita dalla tristezza. E allora, invece di andarsene in giro come uno zombie guardando gli altri vivere la loro vita in attesa che la sua finisse, aveva cercato di crearsi una routine, così da agganciarsi in qualche modo al proprio corpo, e agganciare il proprio corpo alla vita.”

“Buone vacanze... o forse dovrei dire ‘Holly-days’? 
P.S. Ti amo...” (da una lettera di Gerry)

“Trovare qualcuno da amare ed esserne ricambiati è una cosa meravigliosa. Ma trovare l'anima gemella è veramente il paradiso. L'anima gemella è una persona che ti capisce come nessun'altra, che ti ama come nessun'altra, che sarà lì per te sempre, qualsiasi cosa succeda. Dicono che niente dura in eterno, ma io credo fermamente che per alcuni l'amore continui a vivere anche quando non ci sono più. So molto bene cosa voglia dire avere vicino una persona così.”

Le più belle frasi dal film

Ecco ora una raccolta delle frasi e dei dialoghi più belli del film uscito nelle sale il 1° febbraio 2008, che vede nei panni di Holly e Gerry rispettivamente Hilary Swank e Gerard Butler.

“… Stai aspettando che arriviamo a casa per parlarne con me, eh? Vuoi farmi dormire un'altra volta nella vasca da bagno?” (Gerry)

“In realtà non volevo innamorarmi di te. È capitato e basta perciò scusami tanto.” (Daniel)

“Dureremo. Sai perché lo so? Lo so perché quando mi sveglio ogni mattina, la prima cosa che voglio vedere è il tuo viso.” (Gerry)

“Non so come hai fatto, ma mi hai riportato alla vita.” (Holly)

“Il fatto di non parlare, non è durato molto...anzi: dopo un po', non riuscivo più a farti stare zitta! Ma eri così carina mentre cercavi di fare colpo su di me con William Blake e tutti i tuoi Grandi progetti. Non sapevo di cosa stessi parlando!” (Gerry)

Gerry: Non lo so che cosa ho detto!
Holly: L'hai detto! Sai quello che hai detto!
Gerry: Lo so quello che ho detto, ma non lo volevo dire comunque!
Holly: E invece sì! Volevi dire tutto quello che hai detto!
Gerry: Ma certe volte non voglio dire niente quando dico qualcosa...
Holly: Qualcosa non è mai "niente", è sempre qualcosa.
Gerry: La maggior parte delle cose che dico non è niente: è tanto per dire qualcosa!
Holly: No! Voi uomini dite che "è tanto per dire qualcosa" solo per evitare di dire qualcosa. Ma sapete di dire qualcosa ogni volta che la dite!
Gerry: Diciamo che?! Che cosa ho detto?

“Mira alla Luna, se la manchi sarai sempre tra le stelle.” (Gerry)

“Non avare paura d'innamorarti di nuovo. Apri il tuo cuore e va dove lui ti porta...” (Gerry)

Rose: Quando tuo padre se n è andato è stato altrettanto devastante ma ho fatto quello che dovevo fare e sono andata avanti.
Holly: Non è la stessa cosa.
Rose: E perché no?
Holly: Mio marito è morto, è stato portato via non voleva andarsene, non voleva lasciarmi.
Rose: Si mio marito voleva andarsene, ed è molto più facile se uno ti abbandona per scelta vero?

“Abbiamo così paura di invecchiare che facciamo di tutto per evitarlo. Non ci rendiamo conto di che privilegio sia diventare vecchi con qualcuno.” (Daniel)

“Promettimi che ogni volta che sarai triste o insicura, o che perderai completamente la fede, cercherai di vederti attraverso i miei occhi...” (Gerry)

“P.S. Ti amo, Holly, e so che anche tu mi ami. Non hai bisogno delle mie cose per ricordarti di me, non hai bisogno di conservarle come prova del fatto che sono esistito e che esisto ancora nella tua mente. Non hai bisogno di mettere i miei maglioni per sentire il mio abbraccio. Io sono già lì... e ti tengo sempre abbracciata.” (Gerry)

“Caro Gerry, hai detto che volevi mi innamorassi ancora e forse un giorno succederà, ma ci sono tanti tipi di amore al mondo.” (Holly)

Daniel: Che cosa vogliono le donne, insomma? Non riesco a capirlo! Vogliono che le invitiamo, vogliono che non le invitiamo, vogliono che facciamo il primo passo, che non facciamo il primo passo, vogliono che stiamo sopra, vogliono stare sopra loro, che usiamo il balsamo, che non usiamo il balsamo. Si può sapere che cosa volete?
Holly: Te lo dico, ma devi promettermi di non dire che te l'ho detto!
Daniel: Lo giuro!
Holly: Perché è un sacro segreto.
Daniel: Un sacro segreto...
Holly: Sei pronto?
Daniel: Sì.
Holly: Sicuro?
Daniel: Credo di sì.
Holly: Vieni qui... Non abbiamo la minima idea di quello che vogliamo.

“Si deve essere ricchi per essere pazzi, Holly. Impazzire è un lusso che una medio borghese non può permettersi.” (Sharon)

“Questa è l'unica vita che abbiamo ed è una cosa grande, terribile, breve e infinita e nessuno di noi ne esce vivo.” (Holly)

“Che cosa vuoi Holly? Che vuoi? Perché sono stanco di cercare di indovinarlo... Vuoi una casa più grande? Trovo un secondo lavoro, dimmelo. Vuoi avere un figlio? Non vuoi avere un figlio? Che vuoi? Io so cosa voglio... perché lo sto stringendo fra le mie mani adesso... E tu, tu lo sai quello che vuoi? Perché è meglio che tu me lo dica ora se non sono io...” (Gerry)

“Un dolore per una madre, secondo solo alla perdita di un figlio, è vederlo incamminarsi sulla sua stessa strada e non poter far niente per fermarlo.” (Patricia)

Gerry: Tu hai la mia giacca!
Holly: La terrò finché non ci incontreremo di nuovo, altrimenti rimarrà il più bel bacio che due sconosciuti si siano mai scambiati!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.