FOX

Richard Dreyfuss sogna il ritorno de Lo squalo nei cinema (in CGI)

Lo squalo meccanico Bruce potrebbe mai essere rimpiazzato da una creatura in computer grafica?

Matt Hooper e lo Squalo nel film di Spielberg Universal

187 condivisioni 0 commenti

Condividi

Lo squalo, ai giorni nostri, funzionerebbe bene come negli anni '70, e potrebbe persino tornare a divorare la concorrenza nelle sale cinematografiche. Questo, almeno, è quello che si auspica Richard Dreyfuss, uno dei protagonisti del cult diretto da Steven Spielberg nel lontano 1975.

L'attore, che nella pellicola interpretava il biologo marino Matt Hooper, ha recentemente fatto una chiacchierata con il sito cinematografico Deadline. All'idea di un ritorno nelle sale de Lo squalo, Dreyfuss si è dimostrato più che entusiasta, specificando che il film dovrebbe cambiare solo una cosa: l'aspetto della creatura. Lo squalo metallico costruito all'epoca dovrebbe cioè essere rimpiazzato da uno in computer grafica, capace di far apprezzare al meglio l'opera di Spielberg anche su schermi ad alta risoluzione.

Credo che dovrebbero farlo. Sarebbe una cosa incredibile, e renderebbe il film appetibile anche a un pubblico più giovane. È un pensiero blasfemo? No, no. Non penso. La tecnologia odierna potrebbe rendere lo squalo all'altezza del film.

Dreyfuss non deve avere buoni ricordi della creatura meccanica del film. Scorpacciate di esseri umani a parte, negli anni '70 lo squalo diede diversi grattacapi alla produzione.

Deadline ci ricorda che, date le sue dimensioni, lo squalo meccanico (Bruce, per gli addetti ai lavori) era molto difficile da gestire e fu quasi interamente sua la colpa se le riprese richiesero 159 invece dei 55 giorni di riprese stimati inizialmente. Nonostante i suoi peccati, Bruce diventò parte di un successo mondiale che, ancora oggi, è visto come uno dei migliori film di Steven Spielberg.

Ci sono persone che dicono che Lo Squalo sarebbe un film perfetto [tolto il brutto aspetto dello squalo meccanico, n.d.R.]. [...] Dovrebbero investire nella computer grafica, per rimpiazzare la bestia e portarla in vita.

Di certo, se davvero Spielberg dovesse mai decidere di rimettere mano alla sua creatura, il risultato sarebbe certamente migliore di quello "profetizzato" da Ritorno al Futuro. Lì, in seguito a un viaggio avanti nel tempo, Marty McFly veniva minacciato da un pacchianissimo squalo in tre dimensioni, protagonista di Jaws 19.

Che ne pensate: vi piacerebbe vedere una nuova versione de Lo Squalo con la creatura in CGI oppure preferireste rimanere fedeli al buon, vecchio Bruce?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.