FOX

[Spoiler!]

Matrix Revolutions, la spiegazione del finale di film e trilogia

di -

Matrix Revolutions è il terzo capitolo del franchise cinematografico di Matrix con Keanu Reeves nei panni dell'hacker Neo. Ecco la spiegazione del finale del film e della trilogia.

Keanu Reeves Warner Bros. Pictures

323 condivisioni 2 commenti

Condividi

Diretto da Andy e Larry Wachowski (diventate poi Lana e Lilly), Matrix Revolutions è un film del 2003 che rappresenta il terzo capitolo della trilogia di Matrix (con protagonista Keanu Reeves), cominciata nel 1999 con Matrix e proseguita con Matrix Reloaded nel 2003.

La pellicola ha ottenuto un buon successo commerciale, arrivando ad incassare in tutto il mondo oltre 427 milioni di dollari.

Ricordiamo che la storia della trilogia di Matrix è stata ampliata dalle Wachowski grazie al film d'animazione Animatrix (2003) e alla realizzazione di alcuni videogiochi come Enter the Matrix (2003), The Matrix Online (2004) e The Matrix: Path of Neo (2005), in cui non sono mancati scenari e situazioni del tutto inedite rispetto a quelle viste nei tre film.

Matrix Revolutions - La trama

In questo terzo capitolo della trilogia, Matrix Revolutions vede accentuarsi la guerra tra esseri umani e macchine, con gli abitanti di Zion chiamati a difendere la città. I militari cercano di organizzare delle trappole per contrastare l'arrivo dei nemici, data la presenza di trivelle ormai pronte a distruggere la cupola protettiva che difende la città dalle forze nemiche. Neo, che nel mondo reale è ancor privo di sensi, si sveglia in un luogo isolato e lontano sia dallo stesso mondo reale che da Matrix. Si tratta di una specie di limbo, che è stato creato e gestito dall'Uomo del treno, un personaggio fedele solo all'antica entità di Matrix conosciuta come il Merovingio

Questa specie di limbo ha le apparenze di un tunnel della metropolitana da cui sembra impossibile uscire e che viene utilizzato come mezzo per trasportare, in maniera illegale, dei programmi da Matrix al regno delle macchine. Neo tenta di salire sul treno insieme a Satì, un programma che ha le sembianze di una bambina in fuga da Matrix con i genitori, ma viene aggredito dall'Uomo del treno.

In seguito, Trinity e Morpheus, avvalendosi di un programma di nome Prince, si recano ad interrogare l'Oracolo per cercare di riportare Neo a Matrix. L'Oracolo spiega loro come stanno le cose e vengono accompagnati da Seraph dinanzi al Merovingio. Le cose, però, non vanno come sperato. Trinity così lo minaccia imponendogli una scelta: liberare Neo (che dovrà prepararsi allo scontro finale con l'agente Smith) o morire tutti immediatamente...

Come proseguirà il resto della storia? Guardate Matrix Revolutions per scoprirlo!

Matrix Revolutions - La spiegazione del finale del film (e della trilogia)

Di certo è difficile comprendere questo terzo film, senza aver dapprima visto i due precedenti. Ad ogni modo cerchiamo di spiegare il finale di Matrix Revolutions, che rappresenta anche il finale della trilogia.

Attenzione! Possibili spoiler!

Se nel primo film Neo aveva sconfitto l'agente Smith, che avrebbe dovuto essere cancellato, questi in realtà sopravvive alla cancellazione e ritorna nel sistema. Crea delle copie che infettano altri agenti (nel secondo film) e la situazione peggiora proprio in Matrix Revolutions, quando Smith assimila dei programmi critici, tra cui l'Oracolo. Smith riesce anche ad infettare un essere umano e Neo comprende come le macchine siano ormai condannate, perché Smith è praticamente in grado di distruggere qualsiasi cosa, anche gli stessi esseri umani.

Durante lo scontro con l'agente Smith, Neo perde e viene imprigionato in una copia dello stesso Smith che si appropria del suoi poteri. Per liberarsi, usa la sua capacità di distruggere l'agente ma dall'interno. Poiché le copie dell'agente Smith hanno tutte lo stesso potere, vengono distrutte nel medesimo modo. Ciò fa sì che si autodistruggano tutte.

Quando Neo muore, le macchine ritirano le truppe e, nelle scena finale vediamo come l'Architetto, pur non approvando, sia costretto ad accettare la situazione. L'Oracolo fa capire di aver organizzato il tutto, sia i poteri di Neo che la rivolta di Smith, perché intendeva arrivare proprio a quel momento, sebbene fosse una situazione molto pericolosa e potenzialmente capace di distruggere le macchine quanto gli umani.

Sostanzialmente, nello scontro con Smith, Neo comprende che il solo modo di porre fine alla guerra è quello di uccidere sia se stesso che Smith, per riportare una situazione di equilibrio nel programma. Alla fine del combattimento, infatti, le macchine si ritirano e Matrix viene riavviata dando il via a una nuova epoca di pace.

 Che ne pensate del finale di Matrix Revolutions e della trilogia? Ha soddisfatto le vostre aspettative o siete rimasti delusi?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.