FOX  

The Walking Dead, Skybound continuerà lo sviluppo del gioco Telltale

di -

Mentre vengono alla luce nuovi dettagli sulla fine di Telltale, la casa americana ha annunciato di aver raggiunto un accordo per terminare lo sviluppo di The Walking Dead.

Clementine e AJ, protagonisti di The Walking Dead Telltale Games

66 condivisioni 0 commenti

Condividi

Le ormai note vicende legate al futuro di Telltale si arricchiscono di un nuovo capitolo: Skybound Games, infatti, ha annunciato l'intenzione di continuare a sviluppare gli ultimi due episodi di The Walking Dead, dando così una degna conclusione alle avventure della coraggiosa Clementine. L'annuncio è avvenuto tramite Twitter:

Siamo molto felici di annunciare di aver raggiunto un accordo con Telltale Games che permetterà a Skybound Games di terminare The Walking Dead: The Final Season. Diamo un degno finale alla storia di Clem!

The Verge ricorda che Skybound Games è una divisione di Skybound Media, società fondata da Robert Kirkman, una delle menti responsabili della creazione dell’intero universo di The Walking Dead. Intervenuto durante una conferenza al New York Comic-Con, l'autore ha spiegato:

Abbiamo negoziato con successo con Telltale Games un accordo che permetterà alla nostra compagnia, Skybound Games, di terminare l'ultima stagione di The Walking Dead. Non possiamo perdere Andrew Lincoln [l'attore che interpreta Rick nella serie AMC, n.d.r.] e Clementine nello stesso anno.

Così come si ipotizzava nelle ore precedenti, lo sviluppo del gioco da parte di Skybound Games dovrebbe prevedere l'impiego di ex membri del team originale di Telltale.

Il riassunto delle puntate precedenti

Negli scorsi giorni in tanti si erano chiesti se le avventure di The Walking Dead avrebbero trovato una conclusione. Dare una risposta a questa domanda sembrava sempre più complicato, così come è tutt'ora complesso fare ordine nelle vicende che riguardano Telltale.

Una pensierosa ClementineHDTelltale

In un primo tempo, le le notizie a disposizione vedevano Telltale impegnata a ricercare nuovi partner per lo sviluppo del titolo: un’iniziativa che, alla luce delle centinaia di dipendenti licenziati in tronco, non aveva mancato di suscitare polemiche e critiche. Alla fine della settimana scorsa, però, Kotaku aveva svelato il cambiamento di rotta di Telltale, alla ricerca non più di un finanziatore, ma di una compagnia terza - rivelatasi poi Skybound Media - che si sarebbe dovuta accollare l’onere di finire lo sviluppo del gioco.

L'articolo di Kotaku si è rivelato corretto: la testata, che chiamava in causa due persone che si dichiaravano ben informate sui fatti, spiegava che l’intento dello sviluppatore americano era quello di affidare a una nuova compagnia la creazione degli ultimi due episodi. Questo nuovo soggetto, inoltre, avrebbe dovuto assumersi l’obbligo di impiegare alcuni ex dipendenti Telltale. Fin dall'inizio, pertanto, è stato chiaro che l'obiettivo non era quello di cercare un accordo mirato al finanziamento della stessa Telltale, ma solo quello di trovare un modo per terminare la creazione del gioco e dare lavoro (seppure temporaneo) ad alcuni ex membri della compagnia.

Una sequenza di The Walking DeadHDTelltale

È giusto ricordare che il lavoro sugli ultimi due episodi di The Walking Dead sembra essere praticamente ultimato. Stando alle fonti citate da Kotaku, al momento del crack della compagnia lo sviluppo dei due giochi era a ottimo punto: l’episodio tre era pronto a ricevere il rating dalla ESRB (Entertainment Software Rating Board), mentre la creazione del quarto capitolo procedeva a ritmo spedito. Un ex dipendente, a questo proposito, ha dichiarato:

La sceneggiatura era incisiva e l’intero team non vedeva l’ora di conoscere la fine della storia di Clementine.

Le ultime ore di Telltale

Anche se la storia dello sviluppo di The Walking Dead sembra trovare un lieto fine, le tribolazioni di Telltale non terminano qui. The Verge riporta le testimonianze di alcuni ex dipendenti della compagnia, riguardanti la gestione tutt’altro che cristallina della crisi interna allo sviluppatore. Arrivano le conferme, allora, del fatto che lo staff fosse completamente ignaro della delicata situazione finanziaria. Subito dopo aver saputo del fallimento, inoltre, i dipendenti avrebbero avuto solo 30 minuti di tempo per lasciare il loro posto di lavoro.

Interprellato da The Verge, Pete Hawley, il CEO arrivato solo un anno fa per ridare slancio alle finanze della compagnia, non ci sta a fare la parte del capro espiatorio. Il dirigente, pur senza scendere nei dettagli, ha rilasciato una dichiarazione lapidaria:

Non è stata detta tutta la verità su questa storia. Ci sono fatti e prove che dimostrano come siamo finiti in questa terribile situazione. Rimane ancora molto da dire.

Anche Robert Kirkman ha voluto dire la sua sulla situazione. Intervistato durante un evento del New York Comic-Con, di poche ore precedente all'annuncio ufficiale dell'accordo tra Telltale e Skybound Media, lo scrittore confessava:

Tutti quanti stiamo provando a far sì che la storia di Clementine abbia una fine. Al momento, non ho intenzione di raccontare le sue avventure nei fumetti.

Da 250 a 0 in pochi giorni

Nel turbinio di eventi riguardanti Telltale in molti, forse, hanno dimenticato lo scomodo ruolo dei 25 dipendenti inizialmente risparmiati dai licenziamenti di massa. Questo piccolo team aveva il compito di terminare Minecraft: Story Mode per Netflix. Gli ultimi sviluppi della storia, però, sembra abbiano toccato anche l’ultimo nucleo di dipendenti di Telltale. Rachel Noel, narrative designer della compagnia, ha infatti pubblicato un post su Twitter piuttosto esplicativo:

Heeeeyyyy, ricordate quando si diceva che sarebbe rimasto un piccolo team a terminare gli ultimi progetti, di cui io facevo parte anche io? Nah, era uno scherzo, siamo stati licenziati anche noi.

Interpellata sull’argomento, Telltale non ha ancora espresso commenti su questa ennesima, brutta vicenda.

Clementine, l'eroina di TelltaleHDTelltale

Secondo voi quale sarà l'epilogo della storia di Clementine? In attesa della fine della saga Telltale, potrebbe essere una buona idea concentrarsi sulla nuova stagione della serie TV AMC dedicata ai non morti.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.