FOX

Inception 2: il sequel del film di Nolan verrà girato prima o poi?

di -

Tra smentite, conferme e teorie sul significato della prima pellicola, cerchiamo di scoprire se è ancora possibile sperare nell'arrivo di Inception 2.

I protagonisti di Inception Warner Bros.

417 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ci sono film che rimangono nella memoria collettiva degli spettatori, e Inception è senza dubbio uno di questi. La pellicola del 2010, diretta da Christopher Nolan e sorretta da un cast stellare, è entrata subito nelle grazie degli appassionati per via di una trama complessa e di un finale che, ancora oggi, lascia spazio a interpretazioni, nonostante spiegazioni e approfondimenti.

Leonardo DiCaprio, protaognista di InceptionHDWarner Bros.

Per i meno attenti, ricordiamo brevemente che in Inception si racconta la storia di Dominic Cobb, interpretato da Leonardo DiCaprio, capace di entrare nelle menti delle persone mentre queste dormono. Ingaggiato da Mr. Saito per carpire i segreti inconfessabili di Robert Fischer, Cobb e la sua squadra intraprenderanno un viaggio in cui la realtà ha confini sempre più sfumati, lasciando nello spettatore un dubbio continuo: quello che si sta vedendo su schermo è un sogno, oppure no?

Oltre a Leonardo DiCaprio, il film poteva contare, tra le altre, sulle interpretazioni di Joseph Gordon-Levitt, Ellen Page e Tom Hardy, così come sulla sfuggente e misteriosa Marion Cotillard.

Dopo questo breve riepilogo, la domanda che ci poniamo è: l’universo di Inception verrà esplorato ulteriormente con un sequel, oppure la pellicola di Nolan è destinata a rimanere un episodio a sé stante?

Inception 2 si farà: ecco perché

Sembra giusto dire che, ancora una volta, il fulcro della discussione riguardante Inception e l’arrivo di un ipotetico Inception 2 sia legato al finale del primo film. Lo stesso Nolan, stando a un articolo di Hollywood Reporter, nel 2015 spiegava ai fortunati laureandi della Princeton University:

Alla fine del film il personaggio di Leonardo DiCaprio, Cobb, si ritrovava nella sua realtà, con i suoi figli. Non gli importava di altro.

Christopher Nolan, sceneggiatore e regista britannicoHDGetty Images

La storia di Cobb, quindi, sembra andare verso un finale ben definito, ma ciò non significa che l’intero universo narrativo di Inception debba terminare. Intervistato nel 2011 da Deadline, il regista si dichiarava affascinato dall’opportunità di poter esplorare ancora una volta questo specifico mondo. Queste le sue parole:

Ho sempre apprezzato le potenzialità di quell’universo narrativo. È un mondo infinito o, dovrei meglio dire, è un mondo dalla grandezza infinitesimale che mi ha sempre affascinato. Inception era un film singolo, ma questo è il mio tipico approccio. Quando stavo girando Batman Begins, di certo non avevo in mente di realizzare un secondo Batman, figuriamoci un terzo. Non puoi mai sapere dove ti porterà la tua vena creativa.

Dopo gli ottimi risultati riscontrati al botteghino, Warner Bros. sembrava seriamente intenzionata a produrre un sequel. Slashfilm, addirittura, arrivava a ipotizzare alcuni scenari plausibili, dalla continuazione della storia di Cobb alla creazione di uno spin-off incentrato su Eames, fino ad arrivare al prequel in cui viene svelato come Cobb sia diventato un infallibile esploratore della mente umana.

Inception, film del 2010HDWarner Bros.

Il periodo immediatamente successivo all’uscita di Inception si dimostra quello più ricco di indizi sull’arrivo di un possibile sequel. A conferma dell’interesse di Nolan per l’universo di Cobb e compagni, nel 2011 il regista si dichiarava possibilista in merito all’arrivo non di un nuovo film, ma addirittura di un videogioco. Dalle colonne di Entertainment Weekly, Nolan spiegava:

Ho sempre immaginato Inception come un mondo in cui ambientare molte storie. Al momento, l’unica direzione che sto seguendo è quella relativa allo sviluppo di un videogioco.

Il progetto, almeno per ora, non sembra aver visto la luce, anche se le idee non sembravano mancare. Il gioco, secondo quanto riferito da Looper, avrebbe dovuto mescolare elementi tipici dei platform e dei puzzle game, senza disdegnare sequenze shooter come nell’indimenticabile GoldenEye.

Leonardo DiCaprio, attore americanoHDGetty Images

Inception 2 non si farà: ecco perché

Se le prove a sostegno di un possibile Inception 2 si fermano, tutto sommato, alle dichiarazioni di Nolan, le evidenze che vanno contro l’arrivo del sequel sembrano essere più sostanziose. Per prima cosa, il volere degli attori: a chi gli chiedeva via Twitter se Inception 2 fosse un progetto fattibile, Joseph Gordon-Levitt, che nel film originale vestiva i panni di Arthur, rispondeva beffardo:

Ahaahahahaha… oh, stavi dicendo sul serio?

In effetti, il problema relativo alla disponibilità del cast sembra uno dei tanti scogli che si frappongono tra Inception 2 e l’uscita nelle sale. Looper, ancora una volta, fa notare che molti dei protagonisti della prima pellicola sono stati piuttosto impegnati nel corso degli ultimi anni. DiCaprio, oltre ad aver vinto un Oscar, è stato al centro di pellicole come Django Unchained, The Great Gatsby e, al momento, Once Upon a Time in Hollywood. Tom Hardy è protagonista del nuovo Venom, Joseph Gordon-Levitt è al comando della sua società di produzione, la hitRECord.

Il cast di Inception, film del 2010HDGetty Images

Considerato che la storia di Inception 2 potrebbe, almeno ipoteticamente, riguardare personaggi completamente diversi da quelli precedenti, il problema dello staff non sarebbe così insormontabile. A questo proposito, nel 2010 E! Online riportava le dichiarazioni di un dirigente cinematografico, rimasto anonimo, che spiegava:

Il finale del film lascia spazio a una nuova storia. Il sequel si può girare benissimo con un nuovo cast.

L’ostacolo più insidioso e di difficile aggiramento, allora, potrebbe risiedere nel budget. Il già citato articolo di Looper fa notare che spesse volte la performance economica dei sequel è ben distante da quella dei capitoli originali delle varie saghe. Realizzare un secondo Inception, pertanto, potrebbe risultare un esperimento fin troppo costoso e pericoloso. Lo stesso Nolan parlava del rischio relativo alla creazione di un sequel di Inception:

Anche se stai girando un sequel, devi proporre qualcosa di nuovo, di diverso. Devi prenderti dei rischi.

Considerando che, secondo cifre raccolte da Box Office Mojo, il primo film è costato all’incirca 160 milioni di dollari, i rischi di cui si sta parlando sarebbero evidenti.

Inception, la locandina italianaWarner Bros.

In tutto questo, i fan si dividono: alcuni vedono Inception come un episodio singolo e a sé stante, altri richiedono a gran voce un sequel. Voi da che parte state?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.