FOX  

I momenti epici di The Walking Dead, N.39: Il sacrificio di T-Dog

di -

The Walking Dead ci regala un momento drammatico ma importante: il sacrifico di T-Dog, ormai condannato, consente a Carol Peletier di sopravvivere. Ma soprattutto di iniziare il suo percorso di trasformazione nella combattente che amiamo…

198 condivisioni 0 commenti

Condividi

Stagione 3 di The Walking Dead, prigione. Mentre, insieme agli altri, cerca di sfuggire all’assalto degli zombie che assediano il carcere, T-Dog viene morso.  La ferita è alla spalla: impossibile amputare un arto per salvarlo, come succederà invece in seguito per altri personaggi.

Uno fra i protagonisti originari di The Walking Dead, che conosciamo fin dalla prima stagione, ormai è condannato: bisogna quindi predisporre una morte degna di lui.

T-Dog non è sempre stato un personaggio positivo: in più occasioni aveva mostrato di essere ben lontano, diciamo così, dal coraggio di altri suoi compagni. Come sappiamo, in sceneggiatura per un personaggio in bilico, nulla funziona meglio della riabilitazione in punto di morte - e la serie se ne serve con moltissimi personaggi, da Lori a Merle - e gli autori hanno pensato di servirsene anche per lui.

Ecco quindi la soluzione: consapevole di essere destinato a morire e a trasformarsi, anziché far prevalere l’istinto di sopravvivenza e “regalarsi” una morte meno traumatca, T-Dog sceglie di sacrificarsi per salvare un’altra vita. Quella di Carol.

Sopportando indicibili sofferenze, e mostrando un coraggio che prima non aveva mai messo in evidenza, T-Dog decide consapevolmente di fare l’unica cosa sensata: grida a Carol di scappare mentre gli zombie sono impegnati a divorarlo. La scena è costruita in modo che T-Dog finisca fra le braccia degli zombie, involontariamente. Ma poco importa: ha la freddezza di decidere. Li tiene impegnati, salvando una vita... E riabilitandosi.

Dopo la morte di Sophia, sarà proprio questo evento, il sacrifico di T-Dog, a innescare il cambiamento definitivo di Carol.Grazie all’opportunità di fuggire, la donna riuscirà a salvarsi dagli zombie… Ma la prigione non è ancora stata conquistata. Ci vorranno giorni prima che gli altri - convinti che sia ormai morta - la ritrovino.

Ma il ricordo di quell’isolamento, di quella volontà di sopravvivere e del sacrificio del suo amico per la sua vita le permetteranno di andare avanti. E di farlo nel migliore dei modi…

I morti di The Walking Dead: chi ti manca di più?

Vota

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.