FOX

[Spoiler!]

La scena mid-credits di Ant-Man and the Wasp era più lunga in origine

di -

Nei progetti originali la sequenza a metà dei titoli di coda di Ant-Man and the Wasp avrebbe dovuto essere leggermente diversa rispetto a quanto visto in sala. Evangeline Lilly spiega i retroscena.

Evangeline Lilly in Ant-Man and the Wasp Disney/Marvel Studios

389 condivisioni 0 commenti

Condividi

Si torna a parlare di Ant-Man and the Wasp, ventesimo film del Marvel Cinematic Universe, il primo ad arrivare nelle sale dopo il colossale Avengers: Infinity War. L'uscita della versione Home Video della pellicola è infatti l'occasione perfetta per affrontare nuovamente il tema, per farsi raccontare da chi ha preso parte alle riprese segreti e retroscena dell'opera. E così, Evangeline Lilly, interprete di Hope Van Dyne in Ant-Man and the Wasp, ha svelato qualche dettaglio interessante sulla versione originale della scena a metà dei titoli di coda.

Attenzione! Possibili spoiler!

Questa è una delle sorprese principali del film. Per settimane prima dell'uscita in molti si sono infatti domandati se ci sarebbero stati collegamenti con gli eventi catastrofici di Avengers: Infinity War e come questi sarebbero stati presentati. La risposta è proprio nella scena mid-credits, dove viene rivelato che Hope, Hank e la rediviva Janet Van Dyne sono stati tutti vittime dello schiocco di dita di Thanos con cui ha cancellato metà dell'universo dall'esistenza. Parlando di questa sequenza Evangeline Lilly ha svelato che in origine avrebbe dovuto essere leggermente più lunga.

Sul set del film sono state infatti girate anche le reazioni dei tre personaggi mentre venivano polverizzati, che tuttavia sono assenti nella versione finale arrivata nelle sale. L'attrice ha infatti spiegato:

Abbiamo girato lo 'Snappening'. Abbiamo girato le scene in cui ci stavamo dissolvendo. C'era in realtà - L'hanno semplicemente tolto alla fine. Era più drammatico così, credo. [Il regista Peyton Reed n.d.R.] ha semplicemente staccato sulla polvere che svolazzava e lo spazio vuoto. In origine doveva passare alle nostre reazioni mentre ci polverizzavamo. 

Evangeline Lilly alla première di Ant-Man and the WaspHDGetty Images

Un momento che, apparentemente, avrebbe potuto essere ancora più tragico, sulla linea della morte di Spider-Man in Avengers: Infinity War. Tuttavia Evangeline Lilly non è dispiaciuta del fatto che sia stato rimosso:

Devo dirtelo, sono davvero grata del fatto che l'abbiano tagliato. Questo perché all'epoca delle riprese non avevo ancora visto Avengers: Infinity War. Quindi non avevo assolutamente idea di come apparisse la polverizzazione o come ci si sentisse o come dovesse essere e credo che neanche Peyton lo sapesse... Quando ho visto Avengers: Infinity War, ho realizzato che mi sono polverizzata terribilmente. Ho fatto davvero un pessimo lavoro in quella scena. Non avevo idea di cosa stesse succedendo. Sono davvero contenta del fatto che l'abbiano tagliato perché penso che non sarei stata per nulla convincente. Credo di averlo fatto sembrare molto più una ascesa al cielo che una fine tormentata.

Insomma, sembra che la compartimentazione e la segretezza che caratterizzano la lavorazione dei film del Marvel Cinematic Universe, anche per chi ci lavora direttamente, abbiano un po' complicato la realizzazione di questa scena. La versione arrivata in sala è stata comunque molto apprezzata dai fan del franchise ed è questo probabilmente l'aspetto più importante.

Voi cosa ne pensate? Avreste voluto vedere Hank, Janet e Hope mentre venivano colpiti dallo schiocco di Thanos? 

Via Comic Book

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.