FOX

È morto James Karen: l'attore di Poltergeist aveva 94 anni

di -

James Karen è morto dopo 70 anni passati sui set cinematografici e televisivi. Tante le sue partecipazioni in film come Wall Street e Il ritorno dei morti viventi.

James Karen Getty Images

83 condivisioni 0 commenti

Condividi

Martedì 23 ottobre 2018 James Karen ci ha lasciato. Ne hanno dato conferma la seconda moglie Alba e l’amico Leonard Maltin.

Se ne è andato in silenzio dopo 70 anni di carriera cinematografica e televisiva. Stacanovista e innamorato del suo lavoro, James ha partecipato a più di 200 produzioni dividendosi tra piccolo e grande schermo.

Il suo nome, però, rimane legato a due ruoli: quello di Mr. Teague nel film Poltergeist - Demoniache Presenze di Tobe Hooper e quello di Frank ne Il ritorno dei morti viventi di Dan O’Bannon.

In realtà, Karen ha collaborato con tutte le generazioni di registi e attori del cinema americano. Basti pensare che il suo esordio a teatro lo ha portato a lavorare con Buster Keaton, mentre il suo esordio al cinema è avvenuto nel lontano 1965 con il film L’incredibile astronauta incontra il mostro spaziale.

James Karen agli AMPASS ScreensHDGetty Images
James Karen agli AMPASS Screens nel 2009

Tra i suoi lavori più importanti sono inclusi film come Tutti gli uomini del presidente di Alan J. Pakula, Wall Street di Oliver Stone, Mulholland Drive di David Lynch e La ricerca della felicità del nostro Gabriele Muccino.

Tante anche le serie TV che lo hanno visto protagonista, dalla soap opera Dallas a Beverly Hills 90210 fino a The Practice, Seinfeld, Cuori senza età e Murphy Brown. Non riusciva a stare lontano dal suo lavoro. Tant’è vero che recitava in spot e pubblicità non appena era libero da ruoli cinematografici o televisivi. È stato infatti il volto della catena di supermercati Pathmark per oltre 20 anni.

James Karen è l’esempio per eccellenza dell’attore prolifico di cui forse il pubblico non riconosce il nome, ma di cui riconosce immediatamente il volto. Lui stesso ne era consapevole al punto da dichiarare:

Le persone non conoscono il mio nome, ma conoscono la mia faccia perché ho lavorato tantissimo… Quando ho iniziato a lavorare è stato fantastico per me. Mi ha dato una vera ragione per esistere e per vivere. Stavo facendo esattamente quello che volevo fare.

R.I.P. James Karen

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.