FoxComedy

Yes Man: trama e significato del film con Jim Carrey

di -

Ispirato alla vera storia del comico inglese Danny Wallace narrata nella sua autobiografia, Yes Man vede Jim Carrey nei panni del protagonista. Ecco la trama e il significato del film.

Jim Carrey Warner Bros. Entertainment

4 condivisioni 0 commenti

Condividi

Diretto da Peyton Redd nel 2008, Yes Man è l'adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo autobiografico scritto dall'umorista inglese Danny Wallace, che nel libro ha deciso di raccontare un intero anno della sua vita. A interpretare il ruolo del protagonista è l'attore comico americano Jim Carrey, che troviamo anche tra i produttori del film.

La sceneggiatura è stata firmata da Nicholas Stoller insieme a Jarrad Paul e Andrew Mogel. Distribuito in Italia da Warner Bros. a gennaio del 2009, Yes Man ha avuto un buon successo al botteghino dove ha guadagnato oltre 220 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget iniziale pari a 70 milioni. Jim Carrey grazie alla sua interpretazione è riuscito a conquistare un MTV Movie Awards per la miglior performance comica.

Il romanzo autobiografico Yes ManEbury Press

L'attore per il suo ruolo non ha ricevuto un compenso fisso ma, per sua scelta, ha deciso di incassare il 30% del ricavato degli incassi del film. Altra curiosità riguarda la scena del bungee jumping, in cui Jim Carrey non ha voluto ricorrere a uno stuntman ma si è gettato lui stesso dall'Arroyo Seco Bridge a Pasadena.

Nella pellicola poi troviamo moltissimi riferimenti a film celebri come Saw - L'enigmista, presente nelle scene iniziali, e Harry Potter (il protagonista si veste come il celebre maghetto durante una serata a tema ispirata alla saga di J.K. Rowling). Il comico inglese Danny Wallace, autore dell'omonimo romanzo da cui è stato liberamente ispirato il film, è apparso in un breve cameo nella scena della festa di fidanzamento.

La trama e il cast di Yes Man

Bradley Cooper, Jim Carrey e Danny MastersonHDWarner Bros. Pictures

Dopo essere stato mollato da sua moglie Stephanie con la quale è rimasto sposato solo per sei mesi, Carl Allen (Jim Carrey) si è lasciato andare alla depressione e vive la sua vita chiuso nella sua solitudine ed evitando qualsiasi proposta che possa stravolgere la sua quotidianità, dove si sente al sicuro. Nonostante le continue dimostrazioni d'affetto dei suoi amici, l'uomo preferisce un DVD sul divano di casa alla loro compagnia.

Le cose però cambiano quando Carl incontra un suo ex collega e amico che lo convince a partecipare a un seminario sull'autostima il cui guru Terrence Bundley (Terence Stamp) invita le persone a rivoluzionare la propria vita impegnandosi a dire un semplice "sì" a qualunque cosa venga proposta loro di fare. Carl decide così di seguire alla lettera il consiglio del guru e la sua vita inizia a cambiare totalmente.

L'uomo si ritrova presto ad imparare il coreano, ad aiutare un senzatetto, a pilotare un aeroplano, a partecipare a serate a tema organizzate dal suo capoufficio travestito da Harry Potter. Carl inoltre riesce ad avere ben due promozioni al lavoro, dove stringe amicizia anche con il suo capo e con la futura moglie del suo migliore amico. Infine nella sua vita fa irruzione una ragazza di nome Allison (Zooey Deschanel) dal carattere ribelle che fa parte di una band e ama fare jogging fotografico.

Jim Carrey e Zooey DeschanelHDWarner Bros. Pictures

Tuttavia ben presto le cose si complicano. Tornato da un viaggio inaspettato in Nebraska a Lincoln, Carl viene fermato dai federali che sospettano possa essere un terrorista. In suo aiuto arriva Peter (Bradley Cooper), il suo amico avvocato, che racconta loro che Carl sta seguendo il programma del "sì" del seminario. Ad apprendere la verità è anche Allison, che decide di lasciare l'uomo perché convinta che lui abbia iniziato la loro storia solo perché obbligato ad accettare qualsiasi proposta. 

Carl prova a spiegare tutto ad Allison, ma la ragazza evita ogni contatto con lui. A lavoro poi l'uomo si trova costretto a licenziare il suo ex capo Norman su richiesta dei piani alti della banca. Carl cerca di rimediare presentando a Norman una commessa coreana e, dopo la loro festa di fidanzamento, l'uomo riceve la chiamata inaspettata di Stephanie che, in lacrime per aver discusso con il nuovo fidanzato, gli chiede di trascorrere la notte con lei. Carl per la prima volta da quando ha deciso di seguire il potere del "sì", rifiuta la proposta della sua ex moglie, in quanto è davvero innamorato di Allison. 

Da quel momento però sembra abbattersi sulla sua vita un enorme sfortuna e Carl cerca di contattare Terrence per chiedergli di farlo uscire dall'obbligo di dire sempre "sì".

Nel finale del film, l'uomo comprende realmente il significato del potere del "sì" dopo un incidente in auto con Terrence. Finalmente riesce a chiarire le cose con Allison, e i due iniziano la loro vita insieme. 

Danny Masterson, Zooey Deschanel, Jim Carrey, il regista Peyton Reed, John Michael Higgins, Bradley Cooper e Molly SimsHDGetty Images

Nel cast di Yes Man, oltre a Jim Carrey, troviamo Zooey Deschanel, nel ruolo di Allison, Bradley Cooper, nei panni di Peter, John Michael Higgins, che interpreta Nick, Rhys Darby, nel ruolo del capo di Carl Norman, e Terence Stamp che interpreta il seminarista Terrence Bundley.

Ecco il cast completo del film di Peyton Reed:

  • Jim Carrey: Carl Allen
  • Zooey Deschanel: Allison
  • Bradley Cooper: Peter
  • John Michael Higgins: Nick
  • Rhys Darby: Norman
  • Danny Masterson: Rooney
  • Fionnula Flanagan: Tillie
  • Terence Stamp: Terrence Bundley
  • Sasha Alexander: Lucy
  • Molly Sims: Stephanie

Il significato del film con Jim Carrey

Jim Carrey e Terence StampHDWarner Bros. Pictures

Yes Man, oltre ad essere una commedia ben riuscita dove Jim Carrey si dimostra ancora una volta uno dei più bravi attori caratteristi di sempre, può essere vista anche come una metafora del cambiamento. Tra una gag esilarante e l'altra, scopriamo un significato più profondo che ci fa riflettere sulla vita e su come dovremmo affrontarla. 

Il protagonista Carl Allen è un uomo che si trova in un periodo di assoluta depressione, un male che colpisce moltissime persone oggigiorno, ma lo vediamo pian piano trasformare la propria vita grazie all'incontro con il guru del seminario sull'autostima e sull'essere positivi. Il potere del "sì" spinge Carl a uscire dalla sua triste e passiva quotidianità.

Ma se all'inizio il protagonista sembra un po' riluttante a seguire i dettami del seminario, con il passare del tempo si lascia completamente travolgere da tutta la positività che un semplice sì riesce a portare nella sua vita. Ovviamente però la scelta di seguire il potere del "sì" porta con sé anche dei problemi, e questo è un ulteriore spunto di riflessione.

Arriviamo così al finale del film, dove Carl comprende realmente il significato di ciò che chiedeva il seminarista Terrence: non si è obbligati a dover per forza accettare una proposta o a dire di no a tutto per paura di soffrire ed essere delusi dalle persone che amiamo. È necessario riuscire a trovare il giusto equilibrio tra le due cose senza privarci delle opportunità che la vita ci offre, ma scegliendo con consapevolezza.

E voi cosa ne pensate? Piaciuta questa commedia con Jim Carrey?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.