FOX  

I momenti epici di The Walking Dead, N.30: L’esilio di Carol

di -

Alle regole morali non si sfugge, in The Walking Dead. Mai. Ecco perché anche l'amatissima Carol deve pagare per ciò che ha fatto. Ha ucciso a sangue freddo. E Rick non può più fidarsi di lei...

71 condivisioni 0 commenti

Condividi

Durante un’uscita in cerca di cibo e medicinali, Carol confessa a Rick ciò che lui - ex poliziotto - aveva già intuito, ma non voleva vedere: è stata lei a uccidere Karen e David. Ha ucciso a sangue freddo due persone che conosceva, due membri del gruppo, della nuova famiglia formata alla prigione dopo la caduta di Woodbury.

Ha ucciso di sua iniziativa, nel tentativo di fermare il contagio, bruciando i corpi e spezzando il cuore a Tyreese. Ha ucciso, si è comportata come se nulla fosse accaduto e ora decide di confessarlo a Rick. Perché crede in lui. Perché ha disperatamente bisogno di parlarne con qualcuno. Perché sa che, prima o poi, le tracce avrebbero portato a lei.

Soprattutto, però, sente il bisogno di dirlo a Rick perché pensa ancora di aver agito in modo corretto. Pensa ancora che fosse l’unica cosa da fare, ed è convinta - come in effetti scopriremo in seguito - che entrambi fossero ormai condannati.

Prima che Hershel riesca a curare alcuni dei contagiati, ci vorrà parecchio tempo. E moriranno molte persone. Carol e Rick, però, questo ancora non lo sanno. Nessuno dei due poteva saperlo, ed è per questo che Rick, con la morte nel cuore, decide di esiliare Carol dalla prigione.

Sa che Tyreese la ucciderebbe, se scoprisse cos’ha fatto. Sa che tutti gli altri potrebbero farlo, se venissero a conoscenza del suo gesto. Sa anche che, se c’è qualcuno in grado di cavarsela da solo là fuori, quella è Carol. Ma la vera ragione che lo spinge a impedirle di tornare alla prigione è la paura.

La paura di non potersi più fidare di lei.

Rick, sono io!

Carol lo dice come se non riuscisse a capire cos’è cambiato… Ma è cambiato tutto. Non era tenuta a confessare, ma ha ritenuto di doverlo fare: ora dovrà assumersi le responsabilità delle sue azioni. Nel mondo di The Walking Dead, per quanto possa essere rimandato nel tempo, il momento di assumersi le proprie responsabilità arriva sempre. Per tutti.

Questo è il momento in cui arriva per Carol. Inaspettato, doloroso, contestato da tutti noi fan.

Ma necessario e, col senno di poi, lungimirante.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.