FOX  

Il creatore di The Big Bang Theory e l'accusa a Trump di Fascismo

di -

Chuck Lorre invita gli elettori americani a non sostenere il partito repubblicano: il creatore di The Big Bang Theory ha definito Donald Trump un fascista demagogo.

153 condivisioni 0 commenti

Condividi

Le elezioni americane di midterm si avvicinano sempre di più e i personaggi dello spettacolo prendono posizione. Il 6 novembre 2018 i cittadini americani sono chiamati a votare per eleggere 36 Governatori, tutti i 435 membri della Camera dei Rappresentanti e un terzo dei 100 membri del Senato.

Si tratta di un appuntamento politico importante, che serve a misurare il gradimento popolare nei confronti del Presidente Donald Trump dopo due anni di mandato. Al momento, il partito repubblicano detiene la maggioranza sia alla Camera che in Senato, ma sarà così anche dopo il 6 novembre? Chuck Lorre, creatore di The Big Bang Theory, si augura di no e ha scritto una sua personalissima preghiera a tutti gli elettori.

Come forse sapete, gli episodi della serie si concludono con le vanity cards. Una sorta di messaggio personale di Chuck Lorre agli spettatori. Ebbene, il 25 ottobre 2018 i fan di The Big Bang Theory hanno letto la vanity cards numero 598 che iniziava così:

Dio…ti supplico umilmente di rendere nota la tua presenza il 6 novembre. Dimostra la tua onnipotenza attraverso di noi mentre facciamo piccoli cerchi di inchiostro all’interno di cabine senza tende.

Lorre non ha citato espressamente Donald Trump facendo nome e cognome, ma la descrizione non lascia spazio a titubanze:

Naturalmente se tu [Dio], nella tua infinita saggezza divina, credi che abbiamo bisogno di un fascista, pieno d’odio, demagogo, bugiardo, autocrate e golfista imbroglione, che sia fatta la tua volontà. Ma se sei incline a una maggiore libertà, a più amore e a una maggiore compassione…ti chiedo in modo remissivo di incoraggiare l’elettore in quella direzione.

Il Presidente Donald Trump HDGetty Images

Chuck Lorre ha riservato un pensiero speciale anche a Robert Mueller, il procuratore Generale degli Stati Uniti a capo dell’indagine Russiagate sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016:

Per favore Dio aiuta Bob Mueller. Guidalo e rendilo forte, coraggioso, saggio e sincero. E sì, so che ci devono essere migliaia di ragazzi di nome Bob Mueller e quindi perché non aiutarli tutti, così solo per essere sicuri. Amen. Oh, quasi dimenticavo, ricorda a coloro che collaborano con l’oscurità che tu sei la luce e la luce potrebbe sempre scatenare una piccola piaga come nell’Antico Testamento. Amen di nuovo.

Secondo voi gli americani ascolteranno la preghiera di Chuck Lorre e toglieranno la maggioranza al partito repubblicano?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.