FOX

La principessa del Giappone lascia il suo titolo per amore e sposa un commoner

di -

Secondo la legge giapponese, un reale può sposare un commoner solo rinunciando al proprio titolo nobiliare. È ciò che ha fatto la principessa Ayako quando si è unita in matrimonio a Kei Moriya.

La principessa Ayako e Kei Moriya hanno annunciato il loro fidanzamento ad agosto 2018 Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Sembra una fiaba, eppure è la realtà: un ragazzo comune può sposare una donna di stirpe reale. È successo in Giappone, quando la principessa Ayako ha rinunciato al suo titolo per amore di Kei Moriya, un dipendente della società di navigazione Nippon Yusen Kabushiki Kaisha.

Ayako è la figlia del defunto principe Takamodo e della principessa Hisako. Suo padre era cugino dell'imperatore Akihito.

Secondo la legge giapponese un reale può sposare una persona che non abbia alcun legame col mondo aristocratico solo rinunciando al proprio status e alle proprie ricchezze. CNN riporta, tuttavia, che il governo giapponese darà ad Ayako una somma pari a 950mila dollari affinché riesca a far fronte alle spese future.

La successione in Giappone sta divenendo problematica. Solo 17 membri di stirpe reale sono rimasti e sia la principessa Ayako che la principessa Mako, nipote più grande dell'imperatore, hanno scelto di sposare uomini di più umili origini.

Come se non bastasse, pare che l'imperatore Akihito, a causa di problemi legati alla sua cagionevole salute, potrebbe abdicare a favore del figlio Naruhito nella primavera del 2019. Sarebbe una novità senza precedenti in Giappone, in cui il trono non può essere ceduto e il ruolo di imperatore si acquista solo per successione dinastica alla morte del predecessore.

Queste preoccupazioni hanno portato al primo grande cambiamento nella storia della nobiltà giapponese: la principessa Hisako ha annunciato che sua figlia, malgrado la rinuncia allo status di principessa, continuerà a mantenere il patrocinio su due istituzioni.

La cerimonia di nozze è avvenuta lunedì 29 ottobre, celebrata con un rito shintoista nello storico Santuario Meiji di Tokyo. Secondo quanto riportato da People, si è trattato di una funzione molto intima, con circa 30 invitati solamente, durante la quale lo sposo e la sposa hanno eseguito i diversi rituali previsti, come lo scambio delle tazze di sake o l'offerta di un ramo sacro di Tamagushi.

La sposa indossava il tradizionale kimono di corte, un uchiki giallo impreziosito con ricami floreali, insieme a una gonna hakama. I capelli erano acconciati nell'antico stile osuberakashi, classico per le nobildonne. 

La principessa Ayako ha rinunciato al suo titolo quando ha sposato Kei MoriyaHDGetty Images
La principessa Ayako e il marito Kei Moriya

L'abito di Ayako è simile, nello stile, a quello indossato dalla sorella, la principessa Noriko quando ha sposato Kunimaro Senge nel 2014.

Moriya indossava un cappotto nero in stile western, un pantalone gessato e un cappello di seta appartenuto al padre di Ayako, il principe Takamodo.

Come riportato da Harper's Bazaar, la principessa si è poi cambiata, scegliendo di mettere un kouchiki rosso abbinato a una lunga gonna, chiamata naga-bakama.

La principessa Ayako ha rinunciato al suo status e al suo patrimonio per sposare Kei MoriyaHDGetty Images
La principessa Ayako insieme a Kei Moriya

La principessa si è detta felicissima di essere riuscita a coronare il suo sogno d'amore. Il sito web giapponese Mainichi riporta le parole di Ayako:

Sono contentissima che tante persone abbiano festeggiato il nostro matrimonio. Vogliamo essere una coppia forte come lo erano mio padre e mia madre.

È anche convinta che il padre:

Avrebbe gioito del nostro matrimonio.

Moriya invece dice di voler restare accanto alla principessa e sostenerla sempre.

Voglio costruire con lei un futuro e una famiglia felice.

Anche noi auguriamo loro una vita piena di gioia e contentezza. Viva gli sposi!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.