FOX

Kelly Marie Tran: forse dei bot russi dietro gli attacchi social contro l'attrice di Star Wars

di -

Non solo hater e bulli. Dietro gli attacchi social contro Kelly Marie Tran, interprete di Rose Tico in Star Wars: Gli ultimi Jedi, ci sarebbero dei bot russi. L'ipotesi è stata avanzata da un ricercatore della University of Southern California.

Kelly Marie Tran alla cerimonia degli Oscar Getty Images

17 condivisioni 0 commenti

Condividi

A giugno 2018, Kelly Marie Tran ha rimosso tutti i post dal suo account Instagram. L'attrice di origini vietnamite, interprete di Rose Tico in Star Wars: Gli ultimi Jedi, ha detto basta dopo mesi di insulti e angherie da parte di (sedicenti) fan della saga creata da George Lucas, scontenti (per usare un garbato eufemismo) del suo personaggio.

Ma a quanto pare, dietro gli attacchi sui social, non c'erano solo bulli e hater in carne e ossa, ma anche dei bot russi. Ad affermarlo è una indagine realizzata da un ricercatore del Center for the Digital Future della University of Southern California (USC), Morten Bay, secondo la quale oltre il 50% dei tweet negativi contro Episodio VIII è stata condotta da account fake o con motivazioni politiche:

Tra coloro che si rivolgono al regista Rian Johnson su Twitter per esprimere il proprio disappunto, più della metà sono bot, troll, utenti fantoccio o attivisti politici, che sfruttano il dibattito [sul film, n.d.r.] per diffondere messaggi a sostegno di cause di estrema destra e della discriminazione di genere, razza e sessualità. Alcuni di questi utenti sembrano essere troll russi.

Per lo studio, intitolato Weaponizing the haters: The Last Jedi and the strategic politicization of pop culture through social media manipulation (Utilizzare gli hater come un'arma: Gli ultimi Jedi e la politicizzazione strategica della cultura pop attraverso la manipolazione dei social media), Bay ha preso in considerazione 1.273 tweet rivolti a Rian Johnson tra il 13 dicembre 2017 e il 20 luglio 2018. In seguito, ha effettuato uno screening sulla base dei tweet provenienti dallo stesso account che esprimevano la medesima opinione e ha ridotto il campione di ricerca a 967 account.

A quel punto, il ricercatore ha condotto un processo di sentiment analysis (un modello di analisi che esamina in tempo reale le reazioni degli utenti e i trend in concomitanza di un dato evento) e ha rilevato che quelli che esprimevano un giudizio negativo sul film erano 206 (meno di un quarto). Tra questi, Bay ha identificato 44 account fantoccio, bot e troll (16 dei quali sembravano specificatamente bot russi) e 61 account che mostravano "un chiaro intento politico".

Il totale di queste 2 categorie è pari a 105 e questo ha permesso al ricercatore di affermare che il 50,9% dei tweet negativi contro Rian Johnson, Star Wars: Gli ultimi Jedi e in ultima istanza contro Kelly Marie Tran "probabilmente erano connotati politicamente o addirittura non umani".

Kelly Marie Tran è Rose TicoHDDisney/Lucasfilm
Kelly Marie Tran è Rose Tico in Star Wars: Gli ultimi Jedi

Ma cosa significa lo studio di Morten Bay? Fermandosi in superficie, viene ridimensionata l'ostilità dei fan nei confronti di Episodio VIII, del suo regista e dell'interprete di Rose Tico. Anche se questo non toglie che Kelly Marie Tran sia stata oggetto di una campagna diffamatoria vergognosa e che i suoi odiatori siano ancora in rete, pronti a colpire un'altra volta lei o altri bersagli come lei.

Più in profondità, apre la strada a scenari inquietanti. Come scrive l'autore nelle conclusioni del suo studio:

Ci sono abbastanza dati per affermare che i dibattiti sulla cultura pop vengono politicizzati, a volte per scopi strategici che nulla hanno a che vedere con l'argomento di discussione.

Nel caso specifico, secondo Bay, i russi avrebbero "utilizzato la critica a Star Wars: Gli Ultimi Jedi come un'arma nella guerra di informazione, con lo scopo di fare pressione nella direzione di un cambiamento politico" e i gruppi di estrema destra avrebbero sfruttato il dibattito sul film per sostenere posizioni ultra conservatrici.

Insomma, più che uno scenario da "guerre stellari", uno da "guerra fredda"...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.