FOX  

I momenti epici di The Walking Dead, N.23: Daryl e Merle

di -

Daryl Dixon affronta uno dei momenti più difficili della sua vita: suo fratello Merle è morto, si è trasformato in uno zombie e avanza verso di lui. Daryl si fa piccolo piccolo… Ma poi capisce cosa deve fare.

222 condivisioni 0 commenti

Condividi

The Walking Dead: terza stagione, penultimo episodio. Dopo le peripezie alla prigione, l’allontanamento e la riconciliazione, Merle Dixon ha fatto la cosa giusta, per la prima volta nella sua vita. La prima e l’ultima, perché la sua decisione prevedeva di provare a dare un vantaggio a Rick, Daryl e gli altri contro il Governatore. Cosa che l’ha portato a una brutta fine.

Il nemico più pericoloso che Rick abbia dovuto affrontare fino a questo momento ha avuto la meglio anche su Merle: è troppo potente perfino per un duro come il fratello maggiore di casa Dixon. Le conseguenze sono due: la riabilitazione di Merle (come sappiamo, quella in punto di morte è l’unica sempre efficace, e The Walking Dead ne fa largo uso) e il momento più doloroso, finora, nella vita di suo fratello Daryl.

Il momento in cui scopre che Merle è morto, è diventato uno zombie e va fermato.

Daryl reagisce come molti altri prima di lui nella stessa situazione: l’indredulità e lo shock lasciano spazio al dolore, alle lacrime e al momento decisivo. Esitare, per molti prima di lui, ha significato avere la peggio. Daryl Dixon non è uno che esita. Non lo fa mai. Nemmeno ora: sta solo rimanendo l’inevitabile.

Spingendo via Merle, o meglio il mostro che una volta era Merle, rifiuta di affrontare l’orrore, di dire addio per sempre a suo fratello e, di fatto, al mondo e alla vita di prima. Nonostante non fosse stata una gran vita, era pur sempre la sua. E con Merle, tutti quei ricordi - più o meno ricordi - sono destinati a svanire.

Di fronte a Merle, che avanza minaccioso con una lama al posto della mano che si era tagliato pur di sopravvivere, c’è un ragazzino. Un ragazzino spaventato che guarda a un uomo molto più forte e coraggioso di lui. Daryl si fa piccolo piccolo, di fronte al suo fratellone. Ma capisce presto che tocca a lui, per l’ultima volta, prendersi cura di Merle.

Facendo spazio all’evoluzione di un personaggio creato appositamente per la serie TV - nel fumetto non esiste - ma soprattutto per mostrare al pubblico come anche gli uomini più riservati, per via del loro passato, possano imparare dai propri errori. E usarli per diventare persone migliori.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.