FoxCrime

J.K. Rowling fa causa alla ex-assistente: rubava merchandise di Harry Potter (e non solo!)

di -

J.K. Rowling ha denunciato la sua ex-assistente, rea di aver utilizzato il denaro della scrittrice per l'acquisto di beni personali e per il furto di cimeli autografati del franchise di Harry Potter.

Una foto di J.K. Rowling ai British Academy Film Awards Getty Images

14 condivisioni 0 commenti

Condividi

J.K. Rowling, la scrittrice britannica che ha dato vita all'universo magico di Harry Potter, ha fatto causa alla sua ormai ex-assistente, la trentacinquenne Amanda Donaldson. Quest'ultima avrebbe infatti speso 24mila sterline dell'autrice per l'acquisto di beni personali. Ma non è tutto.

Come riportato da BBC News, il misfatto sarebbe stato scoperto a febbraio 2017, con l'assistente licenziata, e ovviamente denunciata, dopo le dovute verifiche. La Donaldson ha negato di aver speso così i fondi della scrittrice, ma i registri e le carte processuali la inchiodano.

Di seguito alcuni esempi di pagamenti non autorizzati:

  • 823 sterline presso Bibi Bakery
  • 1,482 sterline in candele di lusso di Jo Malone
  • 3,629 sterline di cosmetici a marchio Molton Brown
  • 2,139 sterline presso Paper Tiger
  • 1,636 sterline presso Starbucks

Come se non bastasse, secondo la Rowling e i suoi legali, l'ex-assistente avrebbe rubato anche merchandise autografato di Harry Potter e altri prodotti, come un treno Hogwarts Express motorizzato dal valore di circa 500 sterline.

Un portavoce di J.K. Rowling ha dichiarato:

Confermo che J.K. Rowling ha fatto causa alla sua ex assistente, Amanda Donaldson, in seguito al suo licenziamento per una condotta riprovevole. Considerando che il caso non è stato ancora chiuso, non possiamo fornire ulteriori commenti e non ci saranno dichiarazioni da parte di J. K. Rowling.

La sentenza sarà emanata nei prossimi mesi. La Rowling ingannerà probabilmente l'attesa godendosi l'arrivo nelle sale cinematografiche (in Italia dal 15 novembre) di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald, di cui ha scritto il copione.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.