FOX

Alien: Awakening, emergono i primi dettagli del sequel di Covenant

di -

Empire getta luce su Alien: Awakening, il sequel in stand-by di Covenant. Ecco su cosa si basa la sceneggiatura firmata da John Logan.

Michael fassbender in una scena di Alien: Covenant 20th Century Fox

478 condivisioni 0 commenti

Condividi

La trilogia prequel di Ridley Scott dedicata agli xenomorfi, dopo Promoetheus e Covenant, si sarebbe dovuta concludere con Alien: Awakening. Così non è stato a causa dei magri incassi del secondo film prequel della saga uscito nel 2017.

Del terzo film - mai realizzato - esiste, però, una sceneggiatura a firma da John Logan, incentrata su una possibile resa dei conti fra gli Ingegneri superstiti di cui abbiamo fatto la conoscenza in Prometheus e l'androide David, impersonato nei due film prequel da Michael Fassbender, responsabile di un tentato (e per certi versi riuscito) sterminio ai danni della razza millenaria umanoide. Sono queste le prime indiscrezioni sullo script del sequel di Alien: Covenant emerse in rete nelle ultime ore grazie a Empire Magazine (via HNE.com).

Alien: Awakening, il link che mancava al film del '79

L'approfondimento di Empire dedicato ad Alien descrive minuziosamente lo script di Logan: una storia di vendetta, quella dei temibili Ingegneri sopravvissuti al genocidio di David, con tutta probabilità pronta ad essere consumata sul pianeta LV-426.

Basandosi su questi elementi della sceneggiatura, è chiaro come la nuova storia avrebbe probabilmente colmato il divario tra i fatti narrati in Prometheus e gli eventi dell'originale del '79 con protagonista Sigourney Weaver, dal momento che il pianeta scelto per gli eventi di Awakening è lo stesso da cui giunge il segnale captato nel 2122 dal cargo Nostromo (e il relitto alieno in cui si imbattono i colleghi di Ripley sarebbe una traccia residua dello scontro consumatosi anni prima fra Ingegneri, xenomorfi e David).

Chissà che Awakening non possa comunque venir realizzato in futuro, magari riequilibrando l'assetto dei due precedenti film di Scott, sospesi nell'incertezza di esplorare ancora più a fondo la razza aliena killer e il desiderio di ampliare le tematiche del franchise, allargandole all'intelligenza artificiale e al mistero della creazione.

Nelle scorse settimane si era invece registrata un'apertura della Weaver (e di James Cameron) al dimenticato Alien 5 di Neill Blomkamp. Tra sequel e prequel, c'è comunque del fermento attorno alla saga fanta-horror creata da Scott.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.