FOX

Misery non deve morire, la frasi dal film del 1990

di -

Misey non deve morire parla di un uomo intrappolato dalla garbata follia di un’infermiera, pronta a trasformarsi in un killer. Ecco le frasi più indimenticabili del film.

Una scena di Misery non deve morire Penta Film

47 condivisioni 0 commenti

Condividi

Misery non deve morire è un thriller del 1990 diretto da Rob Reiner con Kathy Bates e James Caan. Tratto dal romanzo Misery di Stephen King, pubblicato nel 1987, racconta l’abisso infernale in cui piomba uno scrittore, che a seguito di un incidente d’auto viene “soccorso” dalla solerte infermiera Annie Wilkes, che si rivela una fan accanita dei suoi romanzi.

Annie porta Paul a casa sua, dove gli fornisce le prime cure, ma ben presto l’uomo si renderà conto di essere in balia di una psicopatica con turbe criminali. Scoprendo per caso, tramite il manoscritto inedito di Paul, che l’eroina Misery morirà, Annie perde la testa e comincia a infierire sullo scrittore con una violenza inattesa. Intanto Paul comincia a pensare a una via di fuga, inconsapevole delle torture che Annie sta per infliggergli.

La spaventosa storia di Annie Wilkes, che ha fruttato alla sua interprete Kathy Bates l’Oscar (e il Golden Globe) come Miglior attrice protagonista è ricca di citazioni, dialoghi e frasi memorabili. 

Le frasi di Annie Wilkes

Annie e il maiale in Misery non deve morireHDPenta Film
L'inquietante Annie Wilkes

Annie Wilkes sembra una dolce e innocua casalinga della middle class, ma si rivela una psycoassassina. Le sue frasi sono sempre garbate e gentili, ma Paul non ha idea di cosa sia capace.

“Andrà tutto bene, vedrai. Mi occuperò io di te”

“Come batte il suo cuoricino! Come lotta per liberarsi! Come noi, Paul. Proprio come noi…”

“Tu non sai la paura di perdere un uomo come te quando si è come me”

“Puoi stare tranquillo Paul, io solo la tua ammiratrice numero uno”

“C'è una giustizia superiore a quella dell'uomo, io verrò giudicata da Lui!"

“...e ti conviene sperare che non accada niente a me. Perché se muoio io... muori anche tu!”

“Fidati di me”

“[Riferendosi al coltello da cucina] Cercavi forse questo?”

“Misery Chastain non può morire!”

Le frasi di Paul Sheldon

Paul Sheldon in una scena di MiseryHDPenta Film
Paul Sheldon è lo scrittore in trappola

Stephen King non ha avuto remore a spiegare che il libro è in parte autobiografico. Molti fan hanno riconosciuto alcuni tratti di Paul Sheldon nello scrittore del Maine.

“Io ho delle regole ferree su chi debba leggere i miei lavori non appena scritti: soltanto il mio editore, il mio agente e chiunque riesce a salvarmi da una morte certa!”

“Per una sorpresa come questa io brucio tutti i miei libri!”

“Mangialo fino a strozzarti. Sei fott*** malata”

I dialoghi

Una scena di Misery non deve morireHDPenta Film
Annie e Paul nella casa sperduta

Annie: Come si chiama quel soffitto?
Paul: Cappella Sistina. 

Paul: È stato un miracolo che tu mi abbia trovato.
Annie: Non è stato affatto un miracolo. Diciamo che ti stavo seguendo.

Buster: Virginia, su questa macchina non sei mia moglie: sei il mio vice.
Virginia: Il tuo vice preferirebbe stare sotto le coperte con lo sceriffo!
Marcia Sindell: Vorrei parlare con il capo della polizia o con lo sceriffo.
Buster: Quale dei due vuole?
Marcia Sindell: Quello che non è occupato.
Buster: In questo momento mi pare che siano liberi tutti e due dato che si tratta sempre di me!

Annie: Le bestemmie Paul!
Paul: La volgarità ti infastidisce?
Annie: Non ha nobiltà.
Paul: Questi sono bambini da baraccopoli, e io ero un ragazzino di bassifondi. Tutti parlano così.
Annie: Non lo fanno! Cosa pensi che dico quando vado al negozio di alimentari in città? "Oh, ora Wally, dammi un sacchetto di quel f*** mangime per maiali e dieci chili di quel maledetto mais di mucca"? E in banca dico alla signora Bollinger: "Oh, ecco un gran bastardo di assegno, dammi un po’ dei tuoi soldi per Dio?"

Quale tra queste frasi o citazioni vi ha colpito di più da Misery non deve morire?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.