FOX

Playboy ammette il pasticcio con l'intervista a Morricone e chiede scusa

di -

Playboy fa mea culpa e ammette che l'intervista a Ennio Morricone contiene "terribili errori". La rivista ha attribuito l'intera responsabilità al giornalista che l'ha realizzata, ma non ha chiarito quali sarebbero i passaggi incriminati.

Ennio Morricone al Festival internazionale del cinema di Berlino Getty Images

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'intervista a Ennio Morricone in cui il maestro definisce Quentin Tarantino "un cretino" contiene "terribili errori". L'edizione tedesca di Playboy ha ammesso il pasticcio e ha chiesto scusa per voce del suo redattore capo, Florian Boitin. L'uomo ha firmato un comunicato ufficiale che è stato inviato via mail ai 65mila abbonati ed è stato pubblicato anche sul sito della rivista.

Come riporta Variety, la pubblica ammenda è arrivata dopo che in un primo momento Hubert Burda Media aveva difeso la storia. Ma la presa di posizione della casa editrice di Playboy Germania non è durata a lungo. Poche ore dopo, è arrivata una parziale retromarcia, con l'ammissione che alcune delle dichiarazioni attribuite a Morricone erano stato "riportate in modo inesatto". 

A distanza di 4 giorni, la casa editrice e la rivista hanno deciso di prendere definitivamente le distanze dall'intervista. Di fatto, addossando l'intera responsabilità al suo autore, il freelance Marcel Anders, un rinomato professionista attivo sia nel settore della carta stampata che in ambito radiofonico:

Nei nostri molti anni di collaborazione, questo giornalista di grande esperienza, che nel settore gode di una reputazione adamantina, non ci ha mai dato motivo di dubitare della sua integrità e delle sue capacità. Con nostro sconcerto, abbiamo scoperto che alcune dichiarazioni dell'intervista che abbiamo pubblicato non riflettono in modo accurato le parole pronunciate dal signor Morricone.

A quanto pare, Anders avrebbe ammesso di avere commesso dei "terribili errori", tra cui "aggiungere nell'intervista dichiarazioni fatte in altre occasioni e ad altri media".

Ennio Morricone e Quentin Tarantino alla cerimonia per l'assegnazione dell stella sulla Walk of Fame al compositoreHDGetty Images
Playboy Germania ha ammesso che nella sua intervista a Ennio Morricone ci sono terribili errori

Nel suo comunicato, Florian Boitin (e di fatto l'editore) ha condannato duramente la condotta del giornalista:

Sulla base delle informazioni a nostra disposizione, l'operato di Marcel Anders si è tradotto in inesattezze irresponsabili nella migliore delle ipotesi e in un inganno intenzionale nella peggiore. In ogni caso, costituisce una violazione inaccettabile dell'etica giornalistica. Inutile dire che un simile comportamento non è in alcun modo compatibile con gli standard di Playboy.

Il capo redattore ha annunciato che la rivista intenterà una azioni legale per frode contro Anders e ha concluso chiedendo scusa a Ennio Morricone e ai propri lettori:

Ho un enorme rispetto per il signor Morricone e la sua arte. A questo punto, tutto quello che posso fare è esprimere il mio profondo rammarico per il fatto che, a causa di una rappresentazione intenzionalmente inaccurata da parte di un autore da noi incaricato, il signor Morricone sia stato ritratto sotto una falsa luce. E a i lettori chiedo di essere indulgenti nei nostri confronti per non essere stati capaci di proteggerli da una simile farsa.

Per ora, Ennio Morricone (che aveva subito minacciato azioni legali contro Playboy Germania) non ha rilasciato alcun commento sui nuovi sviluppi della vicenda.

D'altra parte, Variety osserva che il comunicato della rivista non chiarisce del tutto i fatti, dal momento che non specifica quali passaggi dell'intervista (realizzata la scorsa estate nella residenza romana del compositore) sarebbero stati fraintesi e/o falsificati.

Restate sintonizzati per sapere se ci saranno ulteriori sviluppi ed eventualmente di che tipo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.