FOX

Chesil Beach - Il segreto di una notte, la recensione: condannati dal pudore

di -

Negli anni '60 del pudore, una giovane coppia di innamorati fa i conti con la distanza che separa il desiderio dal pudore e dalle aspettative reciproche. La recensione di Chesil Beach - Il segreto di una notte.

Billy Howle e Saoirse Ronan Cinema

4 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il 2018 è stato un anno speciale per lo scrittore britannico Ian McEwan, sbarcato non una bensì due volte al cinema con un film tratto da una sua opera. Il suo ruolo è stato ben più di quello di fonte d'ispirazione: sia per Il Verdetto (di cui vi abbiamo già parlato) sia per Chesil Beach - Il segreto di una notte ha infatti ricoperto il ruolo attivo (e cruciale) di sceneggiatore della stessa operazione.

L'ultima volta che il cinema si era interessato a un suo romanzo, Saoirse Ronan era una bambina, l'indimenticabile protagonista di Espiazione di Joe Wright. Quel film rimane il pinnacolo insuperato non solo della filmografia del regista inglese, ma anche del repertorio tratto dall'opera di Ian McEwan.

I protagonisti di Chesil Beach sulla celebre spiaggia di ciottoliHDCinema
I protagonisti di Chesil Beach scopriranno davvero sé stessi nella prima notte di nozze

Ancora una volta appare lampante come il suo equilibrio chirurgico di scrittore venga piuttosto annacquato quando veste i panni dello sceneggiatore. 

Saoirse Ronan torna in un adattamento di Ian McEwan

La rivoluzione sessuale è vicinissima, eppure tragicamente lontana e inafferrabile per i protagonisti di Chesil Beach - Il segreto di una notte. Florence (Saoirse Ronan) è una giovane ragazza di classe agiata con il pallino della musica, Edward (Billy Howle) viene da una famiglia ben più modesta e problematica che studia storia al college con trasporto e dedizione. Entrambi sono ben educati, ben vestiti e pettinati, ligi nel seguire l'etichetta dell'epoca. 

Siamo nell'Inghilterra del 1962, cronologicamente contigua alla rivoluzione sessuale e dei costumi sociali, ma moralmente adiacente al perbenismo delle generazioni  e dei decenni precedenti. Florence incontra Edward per caso, a un'assemblea contro la proliferazione degli armamenti nucleari. Anche qui la contestazione è rigidamente controllata dalle convenzioni sociali: sorrisi, chiacchiere cortesi, ciclostilati e assemblee ordinate di studenti. 

Saoirse Ronan e Billy Howle si abbraccianoHDCinema
Saoirse Ronan e Billy Howle si scontreranno con le convezioni degli anni '60

La ribelle Florence, che ama scandalizzare i genitori classisti e snob, finisce per innamorarsi di Edward, lontanissimo dal suo contesto sociale e geografico. Lui conosce la flora e la fauna della campagna che circonda la sua piccola casa, lei sogna Londra ma vive in un contesto urbanizzato di casette ben ordinate. Il lungo processo di avvicinamento e fidanzamento dei due però non apre il film, bensì viene esplorato a poco a poco, tramite sapienti flashback nel corso della pellicola. 

Chesil Beach - Il segreto di una notte è infatti tutto ambientato nella tanto agognata (da lui) e temuta (da lei) prima notte di nozze, da trascorrersi in un alberghetto adiacente alla celebre spiaggia dell'omonima località turistica. Il dramma di coppia si consuma tutto nel silenzio in cui si consuma una cena secondo la moda dell'epoca, tra due camerieri svogliati e ammiccanti e un letto matrimoniale che incombe sullo sfondo. Il nervosismo tra gli sposini è comprensibile, palpabile. La tensione però nasconde ben di più dell'impaccio di due giovanissimi cresciuti in un ambiente di cui non si parla mai di "certe cose". 

La vera natura del desiderio e del pudore

Il romanzo di successo di McEwan riesce in poco più di un centinaio di pagine a restituire un ritratto impietoso degli anni '60, delle convenzioni sociali che imprigionano crudelmente giovanissimi. I suoi Florence ed Edward sono il ritratto di una generazione di sposi e genitori armati delle migliori intenzioni e con la migliore educazione, destinati a fraintendere tragicamente i propri e gli altrui sentimenti.

Saoirse Ronan in una scena del filmHDCinema
Saoirse Ronan torna in un adattamento di un romanzo di McEwan dopo Espiazione

Chesil Beach è un romanzo che attraverso lievi tocchi infligge con ferocia veri e propri ceffoni, demolendo la visione dorata della società ordinata nei "bei vecchi tempi", prima della rivoluzione dei costumi del 1968. Lucidissimo e acuto, spiega chiaramente a chi è nato dopo le lotte per diritti delle donne (e degli uomini), con quanta inconsapevolezza si prendessero all'epoca decisioni capaci di cambiare per sempre il proprio destino. 

Il film che ne è stato tratto è sin troppo irretito dal fascino della sua giovane stella. La bella e bravissima Saoirse Ronan finisce per diventare la protagonista in un film assai meno imparziale della fonte letteraria nel ritrarre segreti e debolezze dei due protagonisti. Ed e Flo erano in origine entrambi fallaci, deboli e molto meno ribelli di quanto avessero stimato prima delle loro nozze. Qui invece Edward finisce per essere il responsabile principale degli avvenimenti, riducendo di molto il concorso di colpa di Florence e banalizzando il messaggio del film.

Chesil BeachHDCinema
Amore e sentimenti ai tempi del pudore: Chesil Beach racconta l'Inghilterra del 1962

Se fino a metà pellicola il regista Dominic Cooke sembra poter far giustizia della scrittura chirurgica di McEwan, più ci si avvicina al finale e più si ricade in uno schema di eventi e reazioni ben preordinato, infinitamente più mediocre della fulminante, ineccepibile chiusa letteraria originaria.

All'arrivo di una certa ragazzina nel negozio di dischi, ogni fosco presentimento diventa realtà: un film che doveva essere fustigatore di un'epoca (e della malinconia malcelata di quanti la rievocano in maniera distorta) diviene poco più di un drammone sentimentale dalla coraggiosa protagonista. Un vero peccato, specialmente considerando che McEwan aveva nelle sue mani il potere necessario per evitare questa deriva convenzionale e stucchevole. 

Chesil Beach - Il segreto di una notte è nei cinema italiani dal 15 ottobre 2018.

Voto6,5/10

Ian McEwan torna al cinema, ma dimostra di non essere uno sceneggiatore chirurgico e senza pietà come nei suoi romanzi. Bravi attori, ma Chesil Beach finisce per diventare un mero dramma sentimentale.

Elisa Giudici

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.