FOX

Se mi lasci ti cancello: trama, finale e spiegazione del film

di -

La fine di una storia è come un lutto. Ma è proprio necessario convivere con i ricordi legati all’altra persona? Se mi lasci ti cancello offre una soluzione destinata a fallire e un finale possibilista.

Una scena di Se mi lasci ti cancello Universal Studios

99 condivisioni 0 commenti

Condividi

Se mi lasci ti cancello (titolo originale Eternal Sunshine of the Spotless Mind) è una commedia drammatica surreale di sottogenere sci-fi-sentimentale diretta da Michel Gondry nel 2004. I protagonisti, Jim Carrey e Kate Winslet, interpretano una coppia scoppiata alle prese con la gestione del peso dei ricordi e della nostalgia.

“Spotless mind” si può tradurre con “mente leggera”,“mente libera”, alla ricerca di un eterno splendore, un’eterna luce del sole (“Eternal sunshine”): quando finisce una relazione, una delle conseguenze più dolorose consiste nel dover ricordare, ricordare i momenti belli che, col senno di poi, feriscono come lame affilate, e ricordare gli attimi di sofferenza, di dubbi, di liti, di concause che hanno provocato lo sgretolamento della love story.

La trama

L’intreccio del film è complesso, sposta continuamente i piani temporali e l’unico indizio per capire a che punto cronologico ci troviamo della storia sono i capelli di Clementine, che cambiano da un rosso acceso a un blu elettrico.

La sequenza iniziale di Se mi lasci di cancello fa pensare ai primi stadi di una storia d’amore. Lei è Clementine, lui è Joel e stanno viaggiando insieme su un treno diretto da Montauk a Rockville Centre. Lei è una ragazza alternativa, dal look hipster e dai capelli fluo. Lui è un uomo più sobrio e composto, dal carattere riflessivo. Sembra che si stiano frequentando in vista di una storia d’amore, ma in realtà si tratta di un’ex coppia che si è lasciata dopo due anni di relazione.

L’azione si sposta a qualche giorno prima: a seguito dei mille litigi e dopo l’addio al fidanzato Joel, Clementine decide di sottoporsi a un processo di rimozione dei ricordi tramite un centro medico specializzato e privato chiamato Lacuna, Inc. Joel scopre da amici comuni della decisione di Clementine, che non sa più chi sia lui.

Una scena di Se mi lasci ti cancelloHDUniversal Studios
Un letto e i ricordi a Montauk

Joel, rattristato da questo fatto, decide di sottoporsi lui stesso al processo di cancellazione dei ricordi, che – scopre – avverrà mentre dorme. Nel suo appartamento arrivano i tecnici di Lacuna: Stan e la sua ragazza Mary e Patrick, che poi si allontana perché nel frattempo sta corteggiando Clementine, la cui mente è ormai libera da Joel (ma lui può strumentalizzare i ricordi del ragazzo per conquistarla). A Joel intanto viene chiesto di concentrarsi sugli oggetti che appartenevano alla sua storia con Clementine per attivare il processo, ma l’uomo non si focalizza abbastanza e l’attività non ha gli esiti sperati. Nel frattempo Mary e Stan avevano il compito di controllare la macchina ma non lo fanno, perché si lasciano andare alla passione.

La storia si sposta nella mente di Joel, che è costretto a rivivere tutti i ricordi con Clementine prima che svaniscano: ripercorre la rottura ma anche i momenti più felici, cosa che lo spinge a voler fermare tutto per conservare la sua ex ragazza nella sua mente. Per fermare la procedura, spinge la sua mente verso ricordi falsi di Clementine o ricordi non legati a lei. Intanto, però, i tecnici chiamano il vertice di Lacuna, il dottore Howard Mierzwiak, un uomo sposato.

Howard interviene sul processo, che non può più essere arrestato: Joel dimenticherà Clementine, ma prima che tutto ciò che lo lega a lei si disintegri completamente si focalizza sul suo volto che lo invita a incontrarsi a Montauk (Montauk, una spiaggia newyorchese, è il luogo dove i due si erano incontrati per la prima volta, durante una festa di amici comuni). Intanto Howard incontra Mary e questo provoca un momento di imbarazzo: la ragazza si era fatta precedentemente cancellare i ricordi a seguito di una storia clandestina con il dottore che era stata scoperta da sua moglie. Dopo aver preso consapevolezza della cosa, una delusa Mary lascia il lavoro e spedisce a tutti i clienti di Lacuna i documenti relativi ai ricordi rimossi di ognuno. Lacuna Inc. ha fallito, le memorie sono state riconsegnate.

Il finale

Il finale del film, come le più classiche strutture circolari, torna all’inizio, a quando Clementine e Joel si sono incontrati, apparentemente per la prima volta.

La coppia si ritrova alla stazione di Montauk, senza sapere chi l’altro fosse, e più tardi, separatamente, entrambi sono stati raggiunti – grazie a Mary – dai loro ricordi rimossi. Joel, consapevole di aver (ri)trovato la donna della sua vita, le chiede di ricominciare la loro relazione. Clementine è incerta: per quanto girare per le spiagge ghiacciate di Montauk con Joel le faccia provare qualcosa di forte, se la loro storia è fallita è probabile che capiterà di nuovo. Ma alla fine accetta di riprovarci.

La spiegazione del film

Personaggi caratterizzatissimi – dal nostalgico Joel alla ciclonica Clementine, dal sofferto Patrick alla disincantata Mary – costituiscono il potente motore di una trama complessa e articolata, in cui una storia d’amore con carattere paradigmatico (Joel e Clementine rappresentano il fallimento di una relazione che potrebbe essere quella di chiunque) compie la scelta fatale tra il riprovarci e il baratro.

 Il film ha diverse chiavi di lettura e ognuno può scegliere quella che preferisce: romantica, psicoanalitica, drammatica, surrealista, fantascientifica. filosofica. Semplicisticamente, potremmo dire che l’amore trionfa sempre. In realtà però Gondy scende molto più in profondità, viviseziona il dolore del post-rottura (che gli psicologi da sempre paragonano al lutto) e lo correla a un background di ricordi, un impasto di piaceri e dolori che agiscono come spilli sul cervello di una persona lasciata ma – allo stesso tempo – diventano oro nel momento in cui stanno per scomparire.

Una GIF da una scena di Se mi lasci ti cancelloGiphy
Separazioni ed elaborazioni del lutto

Le incompatibilità caratteriali hanno distrutto la relazione ma i protagonisti, figli della modernità, non accettano di soffrire, di struggersi, di passare attraverso le fasi del lutto o semplicemente di lavorare su se stessi per provare a riparare i cocci. Preferiscono la strada più semplice, offerta dall’universo surreale di Gondry: la cancellazione totale, il reset del passato per prepararsi, essere pronti per il prossimo partner con una mente leggera dove brilla la luce del sole della verginità sentimentale.

Alla fine Joel e Clementine decidono di darsi un’altra chance: non sappiamo se funzionerà (sicuramente no se uno dei due o entrambi non si metteranno in discussione per fare un passo verso l’altro) e non sappiamo neanche esattamente se la loro scelta dipenda da un vero amore riscoperto (da Joel) nel dolore della cancellazione o da un aggrapparsi a quella che anni dopo Holy Motors avrebbe chiamato “la bellezza del gesto”, e che in Se mi lasci ti cancello può intendersi come “la bellezza del ricordo”.

Joel: Non riesco a vedere niente di brutto in te.
Clementine: Ma lo vedrai! Certo, col tempo lo vedrai! Io invece mi annoierò con te e mi sentirò in trappola, perché è così che succede.
Joel: Ok.
Clementine: Ok?
Joel: Ok.

Una GIF da Se mi lasci ti cancelloGifer
Incontrarsi a Montauk

In ogni caso, l’obiettivo della mente pulita e scintillante come la luce del sole è stato (volontariamente o non) raggiunto. Porterà a qualcosa di buono per Joel e Clementine o ricadranno nei guasti del passato?

A questa domanda può rispondere solo lo spettatore.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.