FOX

Watchmen, online nuove misteriose immagini della serie TV HBO

di -

La serie TV di Watchmen è uno dei nuovi progetti tra i più interessanti del prossimo anno. Ecco nuove immagini e la toccante lettera aperta di Damon Lindelof ai fan.

Watchmen la serie TV di Damon Lindelof, quello che c'è da sapere e nuove immagini DC Comics

278 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il profilo Instagram ufficiale della serie TV HBO Watchmen si è attivato per mostrare ai suoi fan nuove immagini in movimento, a metà tra un video e una foto. Un effetto molto particolare che rende ancora più misteriosi questi post su Instagram. 

Il protagonista della prima immagine è stato definito come un poliziotto con maschera gialla, simile a quella di Rorschach. Con queste foto scopriamo che quel poliziotto dal viso coperto non è solo.

Il primo post mostra gli agenti di polizia posizionati su due file. Tra loro ci sono sia uomini che donne. La scritta che accompagna questa immagine recita:

Le Maschere salvano vite

È probabile che "Maschere" sia il nome con cui viene chiamato questo corpo di vigilanza. Come saprete, uno dei punti cardine della graphic novel di Alan Moore è sul concetto di vigilanza e protezione. È ormai di culto la frase "Chi controlla i controllori?"

View this post on Instagram

Masks Save Lives. #WatchmenHBO

A post shared by Watchmen (@watchmen) on

La seconda immagine invece, mostra un veicolo e più nel dettaglio l'uniforme del poliziotto. La scritta di accompagnamento recita:

Nascosto in bella vista

View this post on Instagram

Hiding in plain sight. #WatchmenHBO

A post shared by Watchmen (@watchmen) on

Quello che, oggi, sappiamo sulla serie TV di Watchmen non è molto. Ma proviamo a riassumere le notizie fondamentali:

  • Damon Lindelof, sceneggiatore e produttore delle serie TV Lost e The Leftlovers, è produttore esecutivo della serie TV Watchmen
  • Nicole Kassell, Tom Spezialy, Stephen Williams e Joseph Iberti sono produttori esecutivi
  • La serie è prodotta da HBO in collaborazione con Warner Bros. Television
  • Il pilot della serie sarà diretto da Nicole Kassell (Cold Case, The Closer, The Americans)
  • La serie TV sarà una rivisitazione dell'opera di Alan Moore e non una trasposizione classica
  • Watchmen sarà canonico: gli eventi del fumetto saranno presi in considerazione nella serie TV
  • In questa versione, i supereroi sono considerati una minaccia e sono fuorilegge
  • La linea temporale in cui sarà ambientata la serie è quella dei giorni nostri
  • Gli episodi saranno dieci
  • La serie TV Watchmen andrà in onda, negli Stati Uniti, nel 2019 per il network HBO
  • Tra gli attori principali: Jean Smart, Regina King, Jeremy Irons, Don Johnson, Tim Blake Nelson, Louis Gossett Jr., Yahya Abdul-Mateen II, Andrew Howard, Tom Mison, Frances Fisher, Jacob Ming-Trent, Sara Vickers, e Dylan Schombing
  • L'attrice Jean Smart, vincitrice di tre Emmy, interpreterà un'agente dell'FBI impegnata nelle indagini di un omicidio
  • La colonna sonora della serie sarà realizzata dal musicista Trent Reznor, del gruppo Nine Inch Nails, insieme ad Atticus Ross. I due precedentemente hanno collaborato alla colonna sonora del film The Social Network
Watchmen la serie TV HBO, tutte le informazioniHDHBO
La serie TV Watchmen in onda su HBO nel 2019

Non tutti sanno che Damon Lindelof ha scritto una lettera aperta ai fan. Abbiamo estratto alcuni punti salienti e altri che rappresentano delle interessanti curiosità.
In questo scritto, Lindelof racconta un po' di sé e del suo rapporto con Watchmen.

A 20 anni suo padre teneva in mano i primi due numeri di Watchmen e gli disse che non era ancora pronto per leggerli.

A 38 anni gli offrirono di trasporre Watchmen in una serie TV ma lui rifiutò perché il film di Zack Snyder era uscito da poco meno di un anno. Racconta poi di quanto il padre fosse appassionato di Watchmen e della volta in cui, a 40 anni, gli chiesero ancora di portare Watchmen in TV. La sua risposta è stata:

Alan Moore è stato abbastanza esplicito sul fatto che Watchmen è stato scritto per uno specifico mezzo di comunicazione, il fumetto. Opera che sarebbe rovinata se trasformata in immagini.

Allora il referente della casa di produzione, che gli chiese di realizzare la serie, si fermò per un momento e lo guardò con in faccia un punto di domanda e chiese... "chi è Alan Moore?" 

Per il compleanno, dei suoi 23 anni, suo padre gli regalò una copia della nuova edizione di Watchmen. Questi gli spiegò, in quell'occasione, che stampare una nuova edizione era un modo per l'editore di mantenere i diritti su quei personaggi.

A 43 anni, un altro uomo gli ha offerto l'opportunità di portare Watchmen in TV realizzando solo il pilot, come prova. Lindelof racconta che aveva letto da poco qualcosa a proposito dell'ebraismo ortodosso. Rifletteva sul fatto che tutte le religioni invitano gli esseri umani a cambiare e a convertirsi, ma l'ebraismo ortodosso no. Insieme a questa considerazione pensò come mai, dopo aver rifiutato per due volte, gli veniva ancora chiesto di portare Watchmen in TV? Non si voleva considerare come gli ebrei ortodossi restii al cambiamento, e dato che il destino bussava per la terza volta alla sua porta, decise di accettare.

Suo padre si spense quando lui aveva 29 anni. Il padre avrebbe detestato vederlo pregare Dio sul suo letto di morte. Lindelof ricorda di aver pregato prima Cthulhu e poi il Dr. Manhattan.

A 45 anni si ritrova a scrivere questa lettera ai fan di Watchmen. Si scusa subito con tutti quelli arrabbiati a causa del suo lavoro sull'opera sacra di Alan Moore. Per l'autore di Watchmen, scrive, ha un enorme rispetto. Riporta di avergli scritto una lettera, non tanto diversa da quella scritta ai fan. Sente di dovergli una spiegazione, anche se non riceverà risposta.

È consapevole del fatto che in molti non saranno d'accordo con questo adattamento. Questo lavoro sarà per lui molto complesso perché è cosciente del fatto che Watchmen appartiene ai veri fan. 

Il punto è, voi amate Watchmen. Quell'amore può darvi anche il diritto di odiarlo. Perché non importa... rimarrete ancora dei veri fan. Per citare l'immortale P. W. Herman... 'so cosa siete voi, ma io cosa sono?' Sono un vero fan anche io. E non sono il solo.

Promette il massimo impegno nel non ricreare l'opera di Moore e Gibbons, ma di realizzarne un remix. Paragona la graphic novel all'antico testamento confermando che Watchmen è canonico, quindi esiste nell'universo televisivo. Si sofferma poi scrivendo che, alcuni dei personaggi presenti nella serie saranno nuovi. Promette una sorpresa che considera anche un grande rischio.

Conclude citando il Dr. Manhattan, come la scritta sul banner HBO: "Niente ha mai fine."

View this post on Instagram

Day 140.

A post shared by Damon (@damonlindelof) on

Scriveteci cosa ne pensate della serie TV Watchmen e cosa vi aspettate. Continuate a seguirci per tutte le novità.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.