FOX

Michael Douglas teme che i suoi figli ereditino la tendenza alla dipendenza

di -

Michael Douglas ha esternato le sue preoccupazioni riguardo il futuro dei suoi figli più giovani. Ha paura che possano ereditare la tendenza alla dipendenza da alcol e droghe di cui ha sofferto lui stesso.

Michael Douglas all'AFI Fest 2018 Getty Images

8 condivisioni 0 commenti

Condividi

Michael Douglas, che recentemente ha ottenuto la sua stella sulla Walk of Fame, ha detto di essere preoccupato per i suoi figli: teme che possano incappare in qualche disavventura per via di droghe e alcol.

Lui e la moglie Catherine Zeta-Jones hanno due figli: Dylan, di diciott'anni, e Carys di quindici.

Douglas ha espresso le proprie preoccupazioni riguardo la tendenza ad avere problemi di dipendenza in famiglia. A riportare la notizia è stato il Daily Express.

Michael ha avuto a che fare con alcol e droghe, e il suo figlio maggiore, Cameron, è stato sette anni in carcere per possesso di eroina, spaccio di metanfetamina e contrabbando di droga in prigione.

Douglas ha detto di aver trascorso lui stesso un periodo in riabilitazione nel 1991.

Era un problema relativo all'alcol, ma facevo anche uso di droghe. Devo stare attento [coi miei figli, n.d.r.] perché ci sono precedenti in famiglia. Ho perso mio fratello Eric, morto di overdose a quarantasei anni, e il mio figlio maggiore è stato dipendente da eroina e ha trascorso sette anni in una prigione federale.

Cameron ha dato ora una svolta alla sua vita, secondo quanto ha raccontato suo padre. Lui e la sua fidanzata, Vibiane Thibes, hanno avuto una bambina, Lua Izzy, nata a dicembre del 2017. Il ragazzo è anche apparso nel film Vizio di famiglia, nel 2003, accanto al padre e al nonno Kirk.

Michael Douglas ha rassicurato che Cameron:

Sta bene ora, davvero bene. È un bravo attore, se la cava benone.

Il talento per la recitazione potrà scorrere nelle vene di tutti i Douglas, ma Michael ha paura che anche la tendenza alla dipendenza possa avere a che fare con una predisposizione genetica.

Per quanto riguarda i miei figli più piccoli, ci sono precedenti da entrambi i lati della famiglia. Dovrò tenerli d'occhio e parlare con entrambi.

Intervistato per il WTF podcast con Marc Maron, ha ammesso che le cerimonie di premiazione a cui partecipa sono sempre difficili per lui, perché c'è sempre da bere a volontà.

Ma ci pensa suo padre Kirk a tenerlo sempre in riga.

Mio padre ha 102 anni e sta alla grande. Mi chiede sempre se mi tengo in forma, allenandomi. Gli dico che lo faccio, ma viaggiando spesso, è difficile essere costanti. Lui lo ha fatto fino ai novant'anni! La sua era una generazione speciale.

Se è vero che tutto sta nella genetica, possiamo essere certi che Michael e i suoi figli abbiano ereditato la tenacia di Kirk.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.