FoxCrime  

Cosa ci aspetta nel secondo episodio di A Very English Scandal?

di -

Dopo un grande esordio, è il momento di prepararci al secondo episodio di A Very English Scandal. Jeremy Thorpe ha dichiarato guerra a Norman Scott: vuole eliminarlo per salvare la propria carriera politica...

12 condivisioni 0 commenti

Condividi

Un gioco. Una partita. Una gara la cui posta in gioco è davvero molto, molto alta: ecco cosa ci aspetta venerdì su FoxCrime, in prima assoluta. Dopo l'eccezionale debutto, con il primo dei suoi 3 episodi, A Very English Scandal sta per entrare nel cuore della narrazione.

Abbiamo conosciuto i protagonisti, siamo stati immersi nell'atmosfera degli anni '60, ci è stata raccontata la storia dal punto di vista di Jeremy Thorpe e da quello di Norman Scott. Entrambi i personaggi hanno avuto voce, punto sul quale il progetto era incentrato: questa non è la storia di Thorpe, né di Scott.

Questa è la storia dello scandalo che li coinvolse, rovinando la carriera di Thorpe e precipitando Scott in un incubo.

La storia vera che ha ispirato la miniserie di BBC continuerà a svolgersi sotto i nostri occhi con il secondo episodio.

Norman Scott - lo riportano i documenti ufficiali - era un ragazzo instabile, che aveva sofferto di una grave forma di depressione. La sua incapacità di capire che si stava cacciando in una situazione pericolosa, oltre che sconveniente, è stata al centro degli ultimi minuti del primo episodio.

Jeremy Thorpe - consapevole del fatto che Norman non si sarebbe fermato, e avrebbe potuto rovinare la sua vita e la sua carriera - aveva deciso di spaventarlo. Conoscendolo, credeva che sarebbe stato sufficiente poco per dissuaderlo dal continuare a contattare lui o la sua famiglia.

Peter Bessell, il collega e amico di Thorpe che abbiamo conosciuto fin dai primi minuti, era di parere contrario. Pensando di rendere un servizio all'amico, lo aveva convinto della pericolosità di Scott.

Senza capire che, così facendo, aveva spinto Thorpe a pensare di eliminarlo. Nel nuovo episodio conosceremo i dettagli del suo piano e ripercorreremo il corso degli eventi che finirono per trasformare tutto in un disastro.

Mentre continueremo ad ammirare la bravura degli interpreti, a cominciare da Hugh Grant.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.