FOX

Metal Gear e Metal Gear Solid: Konami rinnova i marchi registrati

di -

La trentunenne saga Metal Gear si prepara a continuare? È una delle ipotesi suggerite dalle indiscrezioni, avvalorate dal fatto che Konami abbia appena rinnovato i marchi registrati del suo franchise. Cosa dobbiamo aspettarci all'orizzonte?

I protagonisti della serie Metal Gear in un concept art di Yoji Shinkawa Konami

167 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo lo spin-off Metal Gear Survive, potrebbero esserci ulteriori novità all'orizzonte per la serie Metal Gear, in seguito all'addio dell'autore Hideo Kojima. Come scoperto dall'utente Twitter Andrew Marmo, infatti, il publisher Konami ha depositato i documenti per la richiesta di rinnovo dei marchi legati alla saga di Solid Snake e compagni. Il tempismo potrebbe suggerirci che ci troviamo vicini a un annuncio?

Il rinnovo dei marchi Metal Gear e Metal Gear Solid

Rinnovando i marchi Metal Gear e Metal Gear Solid, Konami ha sicuramente messo in chiaro l'intenzione di continuare a utilizzare la sua proprietà intellettuale anche in futuro. I motivi potrebbero essere diversi: da un nuovo episodio completamente originale ai possibili remake dei grandi classici, passando anche e semplicemente per i cammei di cui presto Snake sarà protagonista.

Il 3 dicembre, infatti, Metal Gear Solid sarà tra i giochi inclusi in PlayStation Classic, così come è vero che Solid Snake sarà tra i protagonisti di Super Smash Bros. Ultimate, dal 7 dicembre su Nintendo Switch.

Mentre, almeno per il momento, non ci sono indizi che facciano pensare a un nuovo episodio completamente originale che raccolga l'eredità della saga di Hideo Kojima, alcune indiscrezioni hanno invece fatto supporre che qualcosa starebbe bollendo in pentola per un possibile remake di Metal Gear Solid.

Il futuro di Metal Gear passa per i remake?

I dettagli sono arrivati da alcuni membri storici del team di doppiaggio della saga: Robin Atkin Downes, che è stato Kazuhira Miller in Metal Gear Solid: Peace Walker e Metal Gear Solid V, su Twitter ha fatto riferimento ai The Game Awards, chiedendo ai suoi colleghi quale sarebbe il loro annuncio dei sogni.

In un altro cinguettio, l'attore ha invece taggato David Hayter, storica voce di Snake, chiedendo "ora cosa ci accadrà?" in commento a un articolo che celebrava il ventesimo compleanno di Metal Gear Solid – che debuttò proprio nel 1998 in Giappone.

Non è tutto, perché i due doppiatori hanno anche interagito in un'altra conversazione: Atkin Downes aveva chiesto a Hayter di contattarlo "per una nuova missione", con il secondo che, come da manuale, aveva risposto "ricevuto".

Ad aggiungere ulteriore pepe alle teorie dei fan c'è anche un tweet di Kris Zimmerman, direttrice per il doppiaggio nella saga Metal Gear, che in un tweet ha parlato di "nuove emozionanti cose all'orizzonte".

I riferimenti al primo Metal Gear Solid e il sovrapporsi delle dichiarazioni di questi addetti ai lavori – peraltro a pochi giorni di distanza – hanno scatenato la fantasia dei fan, che da anni chiedono dei possibili remake dei primi due Metal Gear, o proprio di Metal Gear Solid, realizzati con il FOX Engine che muove Metal Gear Solid V.

Interpellati sulla questione, Hayter e Atkin Downes hanno però dichiarato di non sapere nulla di possibili remake, scusandosi con i fan per aver (forse) destato un clamore eccessivo con i loro tweet. Sarà vero o sarà solo strategia? Per saperlo sarà necessario attendere proprio i The Game Awards citati, a cui si potrà assistere in diretta streaming a partire dalle 2.30 italiane del 7 dicembre.

Un'immagine da Metal Gear Solid: The Twin SnakesHDKonami
Metal Gear Solid ebbe un primo remake nel 2004, Metal Gear Solid: The Twin Snakes, uscito solo su Nintendo GameCube e che vantava una regia particolarmente votata all'azione

Metal Gear: un successo lungo trentuno anni

Metal Gear è la saga che ha consegnato Hideo Kojima all'olimpo dei creatori di videogiochi. Da giovane game designer per Konami, l'autore lavorò all'idea di un videogioco d'azione che invertisse i canoni degli anni '80, chiedendo all'utente di evitare lo scontro con il nemico armato, anziché cercarlo. Il concetto di stealth divenne così cuore pulsante della saga, che ha sempre proposto come protagonisti soldati chiamati a missioni solitarie di infiltrazione.

Dopo il primo episodio nel 1987, si arrivò a Metal Gear 2: Solid Snake nel 1990, prima che il 1998 consegnasse al grande pubblico Metal Gear Solid, primo episodio in 3D del franchise e ancora oggi ricordato come uno dei più amati e riusciti esponenti del medium videoludico.

Hideo Koijma in Metal Gear Solid VHDKonami
Hideo Kojima nella sua comparsa in Metal Gear Solid V

Dopo anni di sequel e prequel, Hideo Kojima e Konami sono arrivati a un divorzio che ha fatto parlare tutta l'industria videoludica, che avrebbe in parte causato anche una "limatura" dei contenuti di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, canto del cigno del game designer.

Dopo l'addio, Konami ha proposto lo spin-off Metal Gear Survive, in cui la saga si concede una scorribanda nel genere dei titoli di sopravvivenza online. Hideo Kojima ha formato una nuova Kojima Productions e, affiancato da Sony, sta invece lavorando a Death Stranding, esclusiva in arrivo (apparentemente) su PlayStation 4.

Un'immagine da Metal Gear SurviveHDKonami
Le inquietanti creature contro le quali siete chiamati a sopravvivere nello spin-off Metal Gear Survive

Il futuro di Metal Gear in mano a Konami e senza Kojima passerà davvero per i remake dei grandi e amatissimi classici o si tenterà la via dell'inedito? I fan possono solo rimanere in attesa di indiscrezioni da parte della compagnia nipponica, che in passato aveva comunque aperto la porta a nuovi rifacimenti dei suoi vecchi videogiochi più amati. Che fosse un riferimento non troppo velato a Metal Gear Solid?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.