#FOXCircus, giorno 2: Mayans M.C. e J. D. Pardo si prendono la scena

Segui la diretta scritta del secondo giorno del #FOXCircus, in scena al BASE di Milano. Alle 18.30 verrà trasmesso in anteprima il 1° episodio di Mayans M.C., alle 19.15 arriva J. D. Pardo.

27 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il #FOXCircus ha ufficialmente aperto le sue porte! Venerdì 30 novembre al BASE di Milano ha preso il via l'evento organizzato da Fox Networks Group Italia che sta facendo impazzire tutti gli appassionati di serie TV.

Dopo che migliaia di persone hanno marcato presenze all'esordio, ad inaugurare la seconda giornata sono Domenico D'Elia e Michele Ferrarese di FOX Networks Group Italy che parlano di come si promuove una serie TV. 

Intanto direttamente da Los Angeles è arrivato J. D. Pardo, che alle 19.15 sarà sul palco del #FOXCircus insieme a Tommaso Paradiso dei The Giornalisti. Si parlerà soprattutto di Mayans M.C., spin-off di Sons of Anarchy in onda dal 6 dicembre solo su FOX. Alle 18.30 invece l'attenzione sarà tutta sulla Sala A dove sarà proiettato in anteprima il primo episodio di Mayans M.C.

Per il panel "La moda delle serie" salgono sul palco del #FOXCircus Diana Murek (Istituto Marangoni), Alessandro Biasi (A-Lab Milano), Ramona Tabita (stylist), Manuel Campagna (Amica), Alessandra Angeli (make up artist) e Settimio Benedusi (fashion photographer).

Per il panel "Una lacrima sul video", sul palco de #FOXCircus Guglielmo Scilla, Gianluca Franciosi, Ivana Lotito e Sofia Viscardi,

Il pomeriggio del #FOXCircus inizia con "Foxpereroi", protagonisti del panel sono Marco Manetti dei Manetti Bros, Ludovico Girardello, Federica Cacciola e Marco Lupoi. Si parla di eroi, che quasi sempre vedono la luce su carta e poi si trasferiscono sullo schermo. Dai Marvel alla famiglia degli X-Men, senza dimenticare i supereroi di Legion e le recenti sperimentazioni della cinematografia nostrana: ce n'è per tutti i gusti. 

Come si passa il tempo libero ai giorni nostri? Ne parlano Matilda De Angelis, Claudio Di Biagio, Simone Liberati e Ratigher durante il panel "Che programmi hai". Iniziamo una passeggiata immaginaria nei mondi del pop contemporaneo.

Prosegue intanto il conto alla rovescia per l'arrivo di J. D. Pardo! Alle 18.30 verrà trasmesso in anteprima il 1° episodio di Mayans M.C., alle 19.15 J. D. Pardo salirà sul palco del #FOXCircus insieme a Tommaso Paradiso. 

Spazio agli amanti del crimine. "Crime Story" è il titolo del panel dedicato all'evoluzione del genere Crime. Maurizio De Giovanni, Marco Giallini e Antonio Dipollina passano dal giallo all’italiana al poliziottesco, senza dimenticare il procedural-legal americano ed europeo contemporaneo e i grandi franchise storici. C.S.I., Law & Order e Criminal Minds sono solo alcuni dei titoli che verranno trattati. 

Dopo l'anteprima del primo episodio di Mayans M.C., sul palco del #FOXCircus arriva Tommaso Paradiso intervistato da Nicolò De Devitiis. Il frontman dei The Giornalisti è un grande fan di Sons of Anarchy. 

J. D. Pardo sul palco del #FOXCircus

Ecco il grande momento: J. D. Pardo sule sul palco del #FOXCircus per parlare di Mayans M. C., spinoff di Sons of Anarchy in onda su Fox dal 6 dicembre. 

Partecipare alle riprese di Mayans M.C. è una benedizione visto il successo di Sons of Anarchy. Sentiamo tutti di avera una grande responsabilità verso i fan che hanno amato Sons of Anarchy. Il mio personaggio trova il suo cuore nell'esperienza della prigionia. Per interpretarlo mi sono preparato molto anche fisicamente. Ho preso circa 15 kg in 10 mesi di massa muscolare e tutto questo grazie a un'alimentazione ricca di pasta e proteine. Ho visto anche diversi film per preparare il mio personaggio, ho capito che in prigione contano gli sguardi perché non si può parlare. Ho cercato di comunicare così con il mio pubblico, attraverso un gioco di sguardi.

J.D. Pardo si è soffermato sulla complessità del suo personnaggio:

Essere attori non è una cosa semplice. Recitare non è solo interpretazione o recitare un copione. Per interpretare EZ Reyes ad esempio ho fatto riferimento al cinema muto per migliorare l'espressività e comunicare nella maniera migliore con i fan.

Sul suo rapporto con le moto:

Non andavo in moto prima di interpretare EZ, così ho frequentato la scuola dell'Harley Davidson in California e sono diventato un biker a tutti gli effetti. La prima volta ero impaurito, ho imparato subito a frenare. Però desideravo fortemente imparare ad andare in moto per essere sincero nella mia interpretazione del biker, soprattutto nei confronti di un pubblico così competente. A volte la moto mi è caduta. Mi raccomandavano spesso di non avvicinarmi a strade col terriccio e non capivo perché, ma alla prima curva ho capito tutto.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.