FOX

Andy Serkis: Vi racconto il mio Mowgli avventuroso e dark

di -

Andy Serkis ci parla di Mowgli - Il figlio della giungla, di outsider, di come sta cambiando il mondo del cinema e di come se la caverebbe l'orso Baloo davanti a Gollum e King Kong

43 condivisioni 0 commenti

Condividi

Quando, due anni fa, Il Libro della Giungla diretto da Jon Favreau e targato Disney ha sbancato il box office, in molti si sono domandati come sarebbe stata la versione dell'opera di Rudyard Kipling a cui stava lavorando Andy Serkis. La risposta arriva il 7 dicembre su Netflix: Mowgli - Il figlio della giungla non ha nulla a che fare con la favola a cui siamo stati abituati. La giungla in cui cresce Mowgli, adottato dagli animali e diviso tra due mondi, è infatti un luogo violento e pieno di insidie. Come ci ha anticipato lo stesso Serkis quando lo abbiamo incontrato a Londra:

Mi interessava esplorare il tema dell'altro, dell'outsider. Mowgli cresce, diviso tra due mondi in cambiamento. Il primo è quello degli animali, a cui appartiene la sua famiglia, che però, allo stesso tempo, non può dargli tutto ciò di cui ha bisogno. Non tutte le regole e le leggi della giungla vanno bene per lui, così come non funzionano alcune delle leggi degli uomini.

Il regista Andy Serkis e i protagonisti di Mowgli posano per i fotografi HDGetty Images

Il cast, straordinario, ha recitato con addosso le tute e i sensori della performance capture, che ne ha registrato espressioni e movimenti. Oltre a Christian Bale (il quale interpreta la pantera Bagheera), Cate Blanchett (il serpente Kaa) e Benedict Cumberbatch (la tigre Shere Khan, vera e propria nemesi del protagonista), c'è anche un personaggio per il regista: Serkis, che ha costruito tutta la sua carriera interpretando creature non umane grazie alla performance capture (tra i vari citiamo Gollum, King Kong e Cesare in Il Pianeta delle Scimmie), si è infatti ritagliato il ruolo dell'orso Baloo.

Tuttavia, ci mette in guardia lui, dobbiamo dimenticare la versione dell'orsetto canterino del classico d'animazione del 1967:

La gente lo associa all'orso Disney, ma noi volevamo allontanarci da quell'idea. Non riuscivamo a trovare un attore adatto. Poi, un giorno, i produttori mi hanno detto: "Perché non lo fai tu?". Baloo rappresenta la durezza dell'amore: il suo lavoro, di cui va fiero, è insegnare ai cuccioli di lupo a sopravvivere nella giungla. È una specie di soldato.

Mowgli - Il figlio della giungla arriva su Netflix il 7 dicembre HDCrosscast

Nei panni del giovane protagonista il talentuoso Rohan Chand, oggi 14enne (ma il film è stato girato tre anni fa), secondo il quale la storia contiene un messaggio particolarmente importante per tutti i ragazzi della sua età:

Mowgli fatica a dividersi tra il mondo degli animali e quello degli esseri umani. I ragazzi possono imparare da lui che non c'è nulla di sbagliato nel restare se stessi e unici, diversi dagli altri.

Mowgli - Il figlio della giungla è disponibile su Netflix a partire dal 7 dicembre.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.