FOX

Brightburn, l'horror prodotto da James Gunn immagina un Superman demoniaco

di - | aggiornato

Cosa accadrebbe se Superman fosse cattivo? La paranoia del Cavaliere Oscuro in Batman v Superman: Dawn of Justice diventa realtà in Brightburn, il film horror prodotto da James Gunn.

355 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il cinema non è nuovo al gioco del "cosa accadrebbe se...", ma Brightburn sembra volerlo portare a un livello superiore. L'horror prodotto da James Gunn riscrive la storia di una delle più grandi icone della cultura pop a stelle e strisce (se non la più grande) e immagina un Superman demoniaco.

In quello che viene descritto da Vulture e Forbes com un mash-up tra Il presagio di Richard Donner e una versione di Batman v Superman: Dawn of Justice in cui la convinzione del Cavaliere Oscuro che l'Uomo d'acciaio getterà la maschera e si rivelerà la più grande minaccia per l'umanità non è paranoia ma realtà, il mito dell'eroe kryptoniano viene smontato dalle fondamenta.

Nel trailer pubblicato da Sony Pictures (che trovate qui sopra), una coppia di agricoltori che non può avere figli, i Breyer, trova nei boschi intorno alla fattoria un bambino caduto dal cielo. Letteralmente. I due decidono di crescere il piccolo come se fosse loro e lo chiamano Brandon. Ma tempo pochi anni e si rendono conto che sono stati tutt'altro che benedetti.

Mentre la voce fuori campo della madre adottiva ripete frasi piene di speranza, come "Tu sei un dono", "Sei speciale" e "Noi crediamo che tua sia qui per una ragione", le immagini diventano sempre più drammatiche e angoscianti.

Il piccolo Brandon inizia a mostrare comportamenti inquietanti, fino a che viene svelato che non solo ha dei poteri sovrumani, ma è anche intenzionato a usarli per... fare del male.

James Gunn pensierosoHDGetty Images
Il regista e produttore James Gunn

Brightburn è una specie di "affare di famiglia" per James Gunn.

La sceneggiatura porta la firma del fratello Brian Gunn e del cugino Mark Gunn, dietro la macchina da presa c'è una collaboratore di lunga data del regista, David Yarovesky (l'autore del folle video musicale Guardians Inferno), e davanti c'è Elizabeth Banks, che dopo l'horror cult Slither torna a lavorare con il filmmaker nei panni della madre di Brandon.

E a proposito della presenza dell'attrice nella pellicola, Slash Film riporta una dichiarazione di James Gun in cui il regista conferma il forte legame con la star della saga di Hunger Games e Power Rangers:

Elizabeth e io siamo sulla stessa lunghezza d'onda dal momento in cui ci siamo incontrati per la prima volta, quando lei ha fatto il provino per Slither nel 2005. Da allora è in assoluto uno dei miei migliori amici e ho combattuto con le unghie e con i denti per lavorare di nuovo con lei. Elizabeth è la compagna d'avventure ideale per Yarvo, per [la casa di produzione, n.d.r.] H Collective e per me per realizzare questo progetto.

Come spiega Slash Film, Brightburn avrebbe dovuto essere annunciato in grande stile al San Diego Comic-Con 2018. Ma il licenziamento del regista da Guardiani della Galassia 3 e la tempesta mediatica che si è abbattuta su di lui hanno fatto saltare la presentazione.

Sony Pictures ha (saggiamente) scelto di fare calmare le acque e, dopo quello che ha ritenuto un lasso di tempo congruo, ha rimesso mano alla pellicola, svelando il trailer e fissando la data di uscita negli USA in concomitanza con il prossimo Memorial Day, ovvero il 24 maggio 2019.

Il Superman "malvagio" darà inizio a una nuova era di supereroi e di storie per il grande schermo? Per saperlo, non resta che aspettare.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.