FOX  

Roba da Nerd con The Big Bang Theory: Terminator è una ragazza sexy

di - | aggiornato

The Big Bang Theory è la serie TV principe dei riferimenti all'universo della pop culture. È tutto connesso e abilmente mescolato dagli sceneggiatori che lavorano agli episodi. Questa rubrica esalta questi aspetti e li pone alla vostra attenzione.

30 condivisioni 0 commenti

Condividi

Benvenuti a Inside The Big Bang Theory, la nostra rubrica che mette in risalto ed esplora gli aspetti della pop culture proposta nella serie TV di culto The Big Bang Theory.

In tre parole: roba per nerd. In questo primo articolo prendiamo in oggetto il decimo episodio della prima stagione: La decadenza di Loobenfeld. L'episodio si apre con Sheldon e Leonard che discutono della saga di Terminator. Leonard spiega all'amico che i Terminator di metallo liquido sono stati creati da Skynet nel futuro, e il programma Skynet è stato sviluppato da Miles Dyson. Dyson però muore in Terminator 2, e quindi quel futuro apocalittico causato da Skynet non esiste più.

Sheldon accetta la spiegazione ponendo un'altra domanda: considerando che tutti i Terminator buoni erano all'origine cattivi e che questi ultimi sono stati riprogrammati da John Connor nel futuro, perché Skynet si sarebbe preoccupata dell'aspetto di uno dei suoi robot killer?

The Big Bang Theory, Sheldon e Leonard parlano di TerminatorHDWarner Bros.
Summer Glau in Terminator: The Sarah Connor Chronicles

Da questa conversazione, si intuisce che Leonard sta spiegando qualcosa a Sheldon e che questo alla fine, come sempre, cerca di avere la meglio.
Esaminiamo, e cerchiamo di capire meglio, l'oggetto dello scambio di battute tra i due amici.

È importante sottolineare che l'episodio di The Big Bang Theory è andato in onda, negli Stati Uniti, il 24 marzo 2008. Nello stesso anno terminava la prima stagione, composta da 9 episodi, di Terminator: The Sarah Connor Chronicles.

Terminator è una saga iniziata nel 1984 da James Cameron. Skynet, l'intelligenza artificiale che dominerà il mondo, manda indietro nel tempo un robot assassino per uccidere la madre del futuro capo della resistenza, ovvero John Connor. La resistenza contrattacca mandando Kyle Reese indietro nel tempo per proteggere Sarah Connor, ovvero la futura madre. In uno dei paradossi temporali migliori della storia del cinema, il rapporto tra Sarah e Kyle genererà John Connor.

In questa immagine il T-1000 di Terminator 2 di James CameronUniversal
Il T-1000 creato con metallo liquido

Nel sequel del 1991, Terminator 2 - Il giorno del giudizio, vengono introdotti i famosi Terminator formati da un metallo liquido denominati T-1000. In questo episodio il Terminator modello T-800, interpretato da Arnold Schwarzenegger, è stato riprogrammato nel futuro da John Connor e mandato indietro nel tempo per salvare la madre Sarah. Nello stesso film, viene presentata la figura di Miles Dyson. Si tratta dell'uomo che, ritrovando il chip del Terminator del primo film, avvia delle ricerche che porteranno, non per sua diretta volontà, alla creazione di Skynet. I protagonisti del film mettono al corrente Dyson che i suoi lavori causeranno una guerra nucleare. Così Dyson si unisce a Sarah per distruggere il proprio lavoro. Alla fine del film verrà distrutto tutto, compreso il T-800 buono poiché non deve rimanere nulla nel presente di quella tecnologia. Il finale apocalittico del 1997 in cui l'umanità scompare è scongiurato.

Adesso, è importante comprendere che i due coinquilini stanno parlando della serie TV dedicata a Sarah Connor. Questa, annulla e sostituisce i fatti avvenuti nel film del 2003 Terminator 3 - Le macchine ribelli.

Quello che non sentiamo nell'episodio, ma che adesso possiamo affermare con certezza, è la perplessità di Sheldon. Si discute, chiaramente, del perché Skynet debba mandare a combattere nella serie TV un modello meno evoluto del T-1000. Il Terminator cattivo mandato da Skynet si chiama Cromartie e fa parte della serie 888. Questo modello è in grado di riassemblarsi e di interagire con le persone in maniera naturale.

Cromartie nella serie TV Terminator: The Sarah Connor ChroniclesHDWarner Bros.
Una delle incarnazioni di Cromartie in Terminator: The Sarah Connor Chronicles

Leonard sostiene che il progetto T-1000 si è perduto con la morte di Miles Dyson in Terminator 2 - Il giorno del giudizio. Quindi Skynet non ha a disposizione quel modello. Questa spiegazione soddisfa Sheldon che allora cerca di avere la meglio chiedendo come mai Skynet abbia creato una graziosa e sexy robot killer di 17 anni, riferendosi al personaggio di Cameron.

In Terminator: The Sarah Connor Chronicles, Sarah Connor e suo figlio adolescente hanno come guardia del corpo un altro Terminator riprogrammato. Questo ha le fattezze dell'attrice Summer Glau. Una giovane e sexy attrice che appare anche nel diciassettesimo episodio della seconda stagione di The Big Bang Theory, dal titolo Il binario del Terminator. In questo caso l'attrice interpreta sé stessa.

Leonard si trova in difficoltà nel trovare una risposta adeguata e Sheldon si aggiudica l'incontro!

The Big Bang Theory stagione 1 episodio 10, Sheldon e Leonard tornano a casa parlando di TerminatorHDFOX
Leonard non sa cosa rispondere a Sheldon riguardo alla domanda su Terminator

Quello che però Leonard non sa, e quindi non può rispondere a Sheldon, è che c'è un motivo ben preciso per il quale il Terminator ha quelle fattezze.

Tutto viene spiegato nel quarto episodio della seconda stagione di Terminator: The Sarah Connor Chronicles.
Il titolo di questo episodio è Blackout, e fa riferimento al guasto che porta Cameron a ricordare i fatti precedenti alla sua riprogrammazione. Skynet ha creato il robot dalle sembianze di una bella ragazza al fine di farla intrufolare nella resistenza del futuro per carpirne informazioni.

Non sappiamo se gli showrunner di Terminator: The Sarah Connor Chronicles abbiano assistito al dibattito tra Sheldon e Leonard o se avevano già previsto questo passato per il personaggio di Cameron. 

Scriveteci cosa ne pensate e quali episodi vorreste che prendessimo in esame.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.