FoxCrime

True Detective 3, un nuovo trailer ci mostra gli errori del detective Hays

di - | aggiornato

Incidenti mortali, frasi sibilline, strani soprannomi e segreti che è meglio non conoscere. Il nuovo trailer di True Detective 3 accende i riflettori sul detective Hays, i suoi errori e il suo misterioso passato.

537 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'attesa è quasi finita. True Detective 3 arriverà in TV il 13 gennaio 2019 (negli USA) e HBO soffia sul fuoco dell'hype con un nuovo trailer.

Dopo che il primo ha mostrato un assaggio delle atmosfere inquietanti della stagione, l'ultimo semina indizi sul misterioso passato del suo protagonista, il detective Wayne Hays (Mahershala Ali), e su alcuni errori che sembra abbia commesso durante l'indagine sui due bambini scomparsi al centro della storia.

Come è noto, la vicenda non seguirà un narrazione lineare, ma si ma si dipanerà tra passato e presente, durante 3 diverse epoche. E proprio durante un momento successivo al caso del 1980, viene fatto un riferimento a una serie di eventi drammatici che sembrano essere accaduti mentre Hays e il suo collega Roland West (Stephen Dorff) se ne stavano occupando.

Il detective ha i capelli bianchi e sta apparentemente rilasciando un'intervista sull'indagine, quando la sua interlocutrice gli dice:

Negli ultimi 20 anni, si è fermato a pensare al gran numero di incidenti mortali che circondano questo caso? Cosa è accaduto?

Un altro accenno ai segreti e agli errori del protagonista viene fatto dallo stesso Hays, durante una cena romantica che apparentemente si svolge all'epoca della scomparsa dei bambini.

Parlando con la sua commensale, l'uomo pronuncia una frase sibillina:

Mi piacerebbe fare finta che sia tutto normale, con te, il più a lungo possibile.

Wayne Hays in True Detective 3HDHBO
Mahershala Ali è Wayne Hays in True Detective 3

Un ulteriore riferimento può essere individuato nella scena successiva del trailer, che sembra ancora ambientata negli anni '80. Il detective Hays è seduto al bancone di un bar, quando arriva un uomo e lo saluta dicendogli:

Come va, killer?

Certo, potrebbe essere solo un soprannome come tanti. Ma in True Detective è quel genere di cosa che di solito ha un significato ben preciso.

L'ultimo riferimento al fatto che l'indagine di Hays e West sembra nascondere molti segreti è una battuta pronunciata dallo stesso Hays probabilmente a sua moglie:

Ed è meglio che tu non sappia nulla.

Quali terribili misteri porta con sé il caso dei bambini scomparsi?

La risposta arriverà (forse) con il nuovo anno.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.