FOX  

Ritorno a Murder House con American Horror Story Apocalypse

di -

Un ritorno alle origini. La storia di Michael Langdon. Il destino dei personaggi che avevamo conosciuto nella prima stagione di American Horror Story: ecco l'episodio cult di Apocalypse.

746 condivisioni 0 commenti

Condividi

Negli Stati Uniti, la legge obbliga gli agenti immobiliari a informare i potenziali acquirenti dei fatti di sangue, dei sequestri o di altri eventi criminali avvenuti nelle case di loro interesse.

La Murder House di American Horror Story: Apocalypse non fa eccezione. Behold e Madison, vengono inviati per acquistare la casa e scoprire le origini di Michael Langdon, il nuovo Supremo, il primo uomo della storia a diventarlo, lo stregone più potente mai visto finora... E molto altro.

La magia è dalla loro parte sono due dei tre esseri umani in grado di entrare in quella casa da vivi e uscirne come sono entrati.

Madison nell'episodio 6 di American Horror Story: ApocalypseHDFX
Madison nell'episodio 6 di American Horror Story: Apocalypse

La casa degli orrori: ritorno alle origini

Le sedute di terapia del dottor Ben Harmon continuano, come se il tempo non fosse passato dalla prima stagione. Ma le cose sono molto cambiate: Tate Langdon l'ha combinata grossa, stavolta, e Violet non vuole più parlargli. Ben, padre di Violet, non si stupisce che la ragazza ce l'abbia con lui: Tate ha massacrato dei ragazzi a scuola, contribuito alla morte dei suoi genitori e messo incinta sua madre (da quell'unione, come sappiamo, è nato Michael).

Il paradosso di tutto ciò che ci ha raccontato la prima stagione di American Horror Story viene riassunto in poche parole, mentre il confine fra i vivi e i morti viene cancellato grazie ai poteri di Behold e Madison, ma è a questo punto che tutto cambia: la casa è pericolosa per chiunque, perfino per quelli protetti dalla magia. Perché la casa era un vero e proprio personaggio, nella prima stagione. E lo è ancora.

Billie Dean Howard, la medium interpretata da Sarah Paulson, è ancora viva, ed è l'unica che ha il permesso di entrare. Si presenta a Behold e Madison poco prima del vero, grande e attesissimo ritorno: quello di Constance Langdon (Jessica Lange).

Anche Frances Conroy interpreta un doppio ruolo in questa stagione, riprendendo i panni della cameriera Moira. La quale, guarda caso, rappresenta il prezzo da pagare per sapere tutto di Michael dalla viva voce di Constance, una folgorante Jessica Lange.

Nata per essere madre, morta per essere madre

Come i fratelli Winchester (Supernatural docet), Behold e Madison si mettono in cerca delle ossa di Moira per eliminare il suo fantasma dalla casa, come richiesto. Quando le trovano, Moira chiede di essere portata nella tomba della madre, Molly O'Hara, dove Moira dove finalmente riunirsi a lei in un inusuale lieto fine.

A questo punto, Constance è libera di parlare. 

Sono nata per essere madre.

L'inizio del racconto di Constance lascia spazio a una storia agghiacciante, quella di un piccolo mostro - Michael - serial killer in erba che da un giorno all'altro cresce di dieci anni. Constance, conscia di essere su questa Terra per allevare mostri, ci regala una delle migliori scene dell'intera serie (quella in cui Michael sta per ucciderla) e una storia che, ancora una volta, mette in mostra il talento di Jessica Lange tenendoci incollati allo schermo.

Constance Langdon credeva di essere nata per essere madre. In realtà allevava mostri... Così si è uccisa. Per essere di nuovo una madre.

Un nuovo paziente

Sono un mostro.

Ben Harmon considera Michael suo figlio, sebbene tecnicamente non lo sia. Così decide di aiutarlo, esattamente come aveva iniziato a fare con Tate. Una seconda occasione per Ben, l'unica per Michael. L'occasione di essere un padre, l'occasione di avere una famiglia.

Ma Tate non lo accetta, e questo spinge Michael verso il proprio lato oscuro. Il lato più pronunciato della sua anima... E della casa in cui stava crescendo. Constance Langdon era nata per allevare mostri, Michael Langon per diventarne uno. La storia dei nuovi proprietari della casa dura meno del tempo di traslocare: Michael è un assassino, un essere soprannaturale e un potente stregone.

Michael Langdon è il Male? Peggio. Quando anche Ben lo abbandona, ed entra in scena Vivien, è lei stessa a raccontarlo a Behold e Madison: Michael, suo figlio, è l'Anticristo. Adorato dai seguaci di Satana, riconosciuto come il Prescelto, consacrato dalla Messa Nera.

Il (secondo) lieto fine che Madison regala a Tate e Violet - e a noi, dopo 7 anni - non è abbastanza: Michael Langdon è un nemico apparentemente indistruttibile. E ora, Behold e Madison dovranno dirlo agli altri...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.