FOX

Io e Marley: trama e finale del film con Jennifer Aniston e Owen Wilson

di - | aggiornato

Jennifer Aniston e Owen Wilson sono i protagonisti della commovente pellicola Io e Marley, adattamento del romanzo scritto da John Grogan. Ecco la trama e il finale del film.

Io e Marley 20th Century Fox

2 condivisioni 0 commenti

Condividi

Una giovane coppia di sposi si trasferisce per iniziare la loro vita insieme tra una nuova casa, un nuovo lavoro e l'arrivo di un cucciolo di Labrador che sconvolgerà completamente le loro esistenze. 

Diretto dal regista premio Oscar David Frankel (Il diavolo veste Prada), Io e Marley è l'emozionante commedia sentimentale interpretata da Owen Wilson e Jennifer Aniston. Il film è la trasposizione cinematografica dell'omonimo romanzo autobigrafico scritto dal noto giornalista americano John Grogan e pubblicato nel 2005. 

Negli Stati Uniti il romanzo è diventato un vero e proprio best seller ed ha raggiungo la vetta della classifica dei libri più venduti (ben tre milioni di copie). 

Distribuito in Italia da 20th Century Fox e realizzato con un budget iniziale di 60 milioni, anche la pellicola ha avuto un buon successo al box office dove è riuscita ad incassare più di 240 milioni di dollari in tutto il mondo.

Nel cast, oltre ai due protagonisti, troviamo Kathleen Turner, vincitrice di un Golden Globe, Eric Dane, che tutti ricorderete come Mark Sloan in Grey's Anatomy, e il premio Oscar Alan Arkin. Nel film ha un piccolo cameo anche il vero John Grogan che appare nella scena dell'addestramento dei cani. 

La sceneggiatura è stata firmata da Scott Frank e Don Roos. Nel 2011 poi è stato realizzato un midquel intitolato Io e Marley 2 - Il terribile ma è stato distribuito in Italia solo in Home Video. 

Ecco la trama e l'emozionante finale.

La trama

La trama ruota intorno a John (Owen Wilson) e Jenny Grogan (Jennifer Aniston), una coppia di giovani sposi che dopo il matrimonio decide di trasferirsi al caldo della California dove entrambi riescono ad ottenere un nuovo lavoro. Jenny viene assunta come giornalista in una delle testate più lette della zona mentre John, anche lui giornalista, è costretto a scrivere articoli su argomenti di poco conto che lo portano a sentirsi mortificato nel suo lavoro.

Sua moglie tuttavia inizia a sentire la necessità di avere un figlio ma per John è ancora troppo presto per compiere questo passo importante e le chiede del tempo. Così decide di andare in un canile vicino per adottare un adorabile cucciolo di Labrador da regalare a Jenny. Durante il tragitto verso casa John decide di chiamarlo Marley in onore del celebre cantante raggae in quanto al cucciolo sembra piacere la sua musica. Tuttavia quello che sembra un tenero cagnolino si rivelerà un vero e proprio tornado di energia che porterà scompiglio nella loro vita.

John e Jenny cercano di trovare una soluzione all'esuberanza del loro cane e portano Marley, ormai cresciuto, dalla signora Kornblut (Kathleen Turner), un'esperta addestratrice che è riuscita ad ammaestrare anche i cani più terribili. Tuttavia nemmeno lei riesce nell'impresa di educare Marley lasciando nello sconforto totale la coppia. John allora decide di scrivere un pezzo di colore proprio sulle disavventure vissute con il suo cane e lo propone al direttore del suo giornale che lo pubblica.

Una scena di Io e MarleyHD20th Century Fox

L'articolo riesce a riscuotere un grande successo così che a John viene proposta una rubrica quotidiana sulla sua vita insieme a Marley e sarà la svolta della sua carriera. John infatti diventa in breve tempo uno dei giornalisti più apprezzati della zona. Da diverso tempo poi lui e Jenny stavano provando ad avere un figlio senza però riuscirci e, quando finalmente la donna scopre di essere incinta, dopo poco perde il bambino e sprofonda nell'assoluto sconforto. John allora per cercare di tirare su di morale sua moglie, decide di andare con lei in Irlanda per qualche giorno e lasciare Marley a casa con una giovane ragazza ad occuparsi di lui. 

E proprio durante questa loro breve vacanza, la coppia riesce a ritrovare l'armonia e la complicità. Una volta tornati a casa, Jenny scopre di essere di nuovo incinta. Le cose stavolta vanno bene ed i due avranno il loro primo figlio maschio, Patrick. Quando poi arriva anche il secondo figlio, Jenny lascia il suo lavoro per stare a casa con i bambini ed inizia a soffrire della cosiddetta depressione post-parto che la porta ad arrabbiarsi spesso con John ma soprattutto con Marley. La donna arriva al punto di chiedere al marito di riportare il cane al canile. 

John, visto il brutto periodo che sta attraversando sua moglie, per far calmare un po' le acque porta Marley a casa di un suo amico per qualche giorno. Passa il tempo e tutto sembra tornare alla normalità. La coppia accoglie in famiglia anche la loro prima figlia femmina e Jenny sembra aver ritrovato anche il suo amore per Marley. Un giorno John riceve un importante offerta di lavoro in Pennsylvania e decide di accettarla trasferendosi con tutta la famiglia e il loro cane, ormai anziano.

Il finale

Nel finale del film vediamo Marley iniziare a mostrare i primi sintomi di vecchiaia e la coppia è costretta a portarlo dal loro veterinario. Il cane sembra riprendersi per un po' ma le sue condizioni tornano a peggiorare sempre di più così che John e Jenny devono prendere una difficilissima decisione: continuare a veder soffrire il loro cane o mettere fine alle sue sofferenze con l'eutanasia. 

La coppia decide a malincuore di lasciar andare Marley per sempre così che lui possa finalmente smettere di star male e tornare a correre libero nel cielo. La scena finale è di quelle in cui è impossibile non piangere: John, Jenny e i loro tre figli, soprattutto Patrick che era quello più legato a Marley, dicono addio al loro amato cane. E John rivolge al suo fidato amico queste toccanti parole:

Un cane non se ne fa niente di macchine costose, case grandi o vestiti firmati…un bastone marcio per lui è sufficiente. A un cane non importa se sei ricco o povero, brillante o imbranato, intelligente o stupido… se gli dai il tuo cuore, lui ti darà il suo. Di quante persone si può dire lo stesso? Quante persone possono farti sentire unico, puro, speciale? Quante persone possono farti sentire… straordinario?

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuta questa toccante pellicola con Owen Wilson e Jennifer Aniston?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.