FOX  

I momenti epici di The Walking Dead, N.6: addio, Hershel

di -

La morte di Hershel è un momento molto significativo nella storia di The Walking Dead: porta con sé la fine di un'era. E le incertezze per un futuro sempre più spaventoso...

65 condivisioni 0 commenti

Condividi

Un accenno di sorriso. In tutta la straziante sequenza di The Walking Dead dell'esecuzione di Hershel da parte del Governatore, è sempre stato quello a fare la differenza.Quel sorriso che l'uomo rivolge a Rick, come per rassicurarlo. Come per dirgli che va tutto bene, che è il suo momento. Come per chiedergli di prendersi cura delle sue figlie e di continuare a proteggere i suoi amici.

La decapitazione di Hershel per mano del Governatore è un momento molto importante nella storia di TWD, per tanti motivi. Non solo per la morte di un personaggio amatissimo dal pubblico. Dietro quel gesto del Governatore, quell'accenno di sorriso e quel dolore che esplode c'è molto di più. C'è un gesto che scatena la guerra finale fra Rick e il Governatore.

C'è la distruzione della casa dei nostri sopravvissuti, quella prigione che si erano duramente conquistati. C'è il momento in cui Tara capisce di trovarsi dalla parte sbagliata. Ci sono le grida di Maggie e Beth, il dolore di Rick e la fine di un capitolo in cui il più anziano del gruppo, ancora una volta, viene eliminato.

Per mettere a tacere la voce della coscienza, l'esperienza e la saggezza: per scatenare il caos.

Hershel era arrivato nelle nostre vite di spettatori come un personaggio onesto e generoso, ma anche molto rigido. Credeva che gli zombie potessero essere curati. Li considerava ancora persone. Li teneva nel fienile, all'oscuro di tutti, facendo correre a Rick e alla sua famiglia un grave pericolo. Non voleva che i nuovi arrivati fossero armati, sulla sua proprietà. Non si fidava di loro.

Possiamo dargli torto? Episodio dopo episodio, abbiamo imparato a conoscerlo e l'abbiamo visto crescere - a conferma di come si possa sempre cambiare, anche a una certa età - e diventare un uomo migliore. La sua morte è il punto d'arrivo di un percorso di formazione che ha coinvolto anche molti altri personaggi.

Le sue figlie, naturalmente. Ma anche Rick, Carl (vivo proprio grazie a Hershel), Carol (alla quale ha insegnato i rudimenti necessari per le cure) e molti altri. Hershel Greene se ne va con un accenno di sorriso sulle labbra, accettando il proprio atroce destino... Che si compie davvero solo quando la sua testa mozzata, trasformata nella testa di uno zombie, viene infilzata dalla spada di Michonne.

Rest in peace, Hershel Greene. Rest in peace, Scott Wilson.

I morti di The Walking Dead: chi ti manca di più?

Vota

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.