FOX

Anche Sony guarda al cloud per il futuro del gaming su PlayStation

di -

È stato svelato che Sony ha assunto professionisti in diverse posizioni che mirano a potenziare la sua struttura per il gaming in cloud. Si seguiranno le orme di Project xCloud di Microsoft?

Le icone dei tasti simbolo di PlayStation Sony

17 condivisioni 0 commenti

Condividi

Non sappiamo se diventerà prepotentemente il nuovo standard, ma siamo sicuri che il futuro del gaming passi per il cloud. La conferma arriva da Sony, proprietaria delle console della famiglia PlayStation, che come svelato da alcuni utenti dall'occhio di falco su Reddit e su ResetEra sta assumendo personale proprio per sviluppare al meglio questa tecnologia.

Grazie al cloud, in futuro, gli utenti potrebbero così accedere ai videogiochi da qualsiasi dispositivo supportato, con le operazioni di calcolo che verrebbero eseguite in remoto – in cloud, appunto – e non andrebbero a condizionare l'hardware che deve essere montato su un device per consentirvi di giocare.

Immagine promozionale del servizio in streaming PlayStation NowHDSony
Il servizio PlayStation Now ha sperimentato, già in questa generazione, lo streaming di videogiochi

Si tratta di una via che Sony ha già tentato in questa generazione con il servizio PlayStation Now, che è però rimasto limitato solo ai Paesi che garantivano le connessioni internet migliori (tra cui non figura l'Italia) e, di conseguenza, una qualità accettabile dello streaming.

Grazie a PS Now, i videogiochi sono arrivati in cloud anche sulle smart TV di Samsung e Sony, oltre che su PC – anche se Sony ha, in tutti i casi, raccomandato l'utilizzo del controller DualShock per interagire agevolmente con l'esperienza ludica.

Gli ulteriori investimenti di Sony su queste tecnologie per il futuro si affiancano a quelli già corposi fatti da Microsoft: la compagnia statunitense, al lavoro sul videogioco Crackdown 3 che calcola la distruzione degli ambienti proprio tramite cloud, ha presentato qualche settimana fa l'idea di Project xCloud, che vuole consentire di portare i videogiochi con sé su qualsiasi dispositivo che non sia la tradizionale console domestica.

Secondo le indiscrezioni, la stessa Microsoft starebbe lavorando a doppio filo sulla sua futura nuova Xbox, con l'idea di realizzarne una più tradizionale e una che poggi invece sulla potenza del cloud.

Inoltre, Nintendo sta sperimentando alcune esperienze in remoto su Switch – per ora limitate al mercato del Giappone – mentre Google ha lanciato l'idea di Project Stream, dedicata proprio allo streaming di videogiochi.

È possibile che Sony voglia percorrere la stessa via per il futuro di PlayStation, aprendo così le porte anche a chi non vuole spendere per un dispositivo dedicato esclusivamente al gaming? Per adesso, siamo ancora nel campo delle ipotesi – in attesa che sia proprio Sony a pronunciarsi in merito alle sue idee su cloud, streaming e PlayStation 5. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.