Sekiro vs. Dark Souls, Hidetaka Miyazaki spiega tutte le differenze

di - | aggiornato

Il creatore di Dark Souls spiega tutte le differenze di gameplay tra la trilogia della Prima Fiamma e il suo prossimo progetto, quel Sekiro: Shadows Die Twice in uscita a marzo su PC e console.

Il protagonista di Sekiro: Shadows Die Twice From Software/Activision

19 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo aver regalato al popolo nerd Demon's Souls, Bloodborne e soprattutto i tre capitoli di Dark SoulsHidetaka Miyazaki è pronto a rilasciare una nuova e promettente esperienza videoludica. 

L'amatissimo game designer giapponese e la sua From Software sono infatti al lavoro su Sekiro: Shadows Die Twice, soulslike ambientato nel Giappone feudale e realizzato in collaborazione con il colosso Activision. Un'esperienza che ha fin dall'annuncio solleticato i palati degli appassionati, non solo per il suo livello di sfida fissato decisamente verso l'alto, ma anche per i suoi evidenti punti di rottura con la trilogia dedicata al Prescelto dei Non Morti e alla sua ricerca della Prima Fiamma.

Nonostante le apparenze, Sekiro sarà dunque molto diverso da Dark Souls. A sottolinearlo è ancora una volta Miyazaki-san ai microfoni del portale 4Gamer:

Il combattimento 'Kengeki' di Sekiro richiederà un diverso stile di gioco rispetto ai Souls. Nel Kengeki devi sopraffare il nemico con veloci affondi di lama e ricavarti un'apertura nelle difese dell'avversario attraverso attacchi portati sulle diverse parti del suo corpo. In Sekiro l'efficacia di ogni stile di combattimento varierà in funzione del contesto e del nemico, è questa la caratteristica principale che distingue Sekiro dai titoli passati.

Non solo, Sekiro: Shadows Die Twice pare già da ora un titolo assai flessibile, che andrà a variare il suo gameplay proprio in  base all'approccio scelto dai giocatori per guidare nella sua pericolosa avventura lo shinobi protagonista:

Ogni scelta che compiremo sarà importante, dalla posizione che si assume utilizzando il rampino all'impiego delle tecniche improntate sulla furtività, fino all'adozione delle abilità del braccio prostetico. Non potrai semplicemente decidere di attaccare frontalmente il nemico o di nasconderti per tutto il tempo, in Sekiro dovrai muoverti con l'agilità e la sicurezza di un ninja.

Controllare un personaggio tanto variegato sarà di conseguenza impresa non facile, proiettandoci su una curva di apprendimento se possibile ancora più ripida rispetto a quella della trilogia di Dark Souls o dei ''cugini'' Demon's Suols e Bloodborne - per cui da tempo i fan richiedono a gran voce un secondo capitolo:

Per quanto riguarda il livello di difficoltà riscontrato da chi ha giocato alle demo che abbiamo portato agli eventi a cui abbiamo partecipato in questi mesi, onestamente credo che il problema risieda nel fatto che i nostri fan sono abituati a un determinato tipo di gameplay. Anche per questo sottolineo che Sekiro richiederà un approccio diverso rispetto a Dark Souls e sarei felice di sapere che le persone apprezzeranno questo nuovo processo di apprendimento che richiederà loro di perfezionarsi e migliorarsi nel corso del gioco.

Sekiro: Shadows Die Twice in uscita il 22 marzo 2019From Software/Activision

Vi ricordiamo che Sekiro: Shadows Die Twice sarà disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One a partire dal 22 marzo 2019. Voi lo farete vostro?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.