FOX

Captain Marvel: Brie Larson racconta il suo allenamento per il film nel dettaglio

di -

Gli allenamenti a cui si è sottoposta Brie Larson per diventare Captain Marvel sono stati durissimi. L'attrice ha confidato i propri momenti di sconforto e le nuove consapevolezze quando si è trasformata fisicamente in una supereroina.

 Brie Larson in Captain Marvel Marvel Studios

77 condivisioni 0 commenti

Condividi

Gli allenamenti di Brie Larson per diventare l’eroe più potente del MCU, Captain Marvel, sono già leggenda. L’attrice si è sottoposta a durissime sessioni di esercizi per nove mesi, allo scopo di trasformarsi nella supereroina, con un corpo di muscoli sviluppatissimi e guizzanti.

Le prodezze della Larson, postate regolarmente su Instagram e raccontate, con grande meraviglia, dal collega Samuel L. Jackson, sono ancora più significative, considerando che l’attrice, come riporta ComicBook, per sua stessa ammissione non è mai stata “una grande sportiva”…almeno prima di diventare Captain Marvel.

Brie Larson ha descritto accuratamente le sue prove in un’intervista a Los Angeles Times.

Carol [Danvers] è una guerriera addestrata e io riesco a malapena a camminare in linea retta. Per me arrivare al punto in cui posso fare tutte le cose che mi sono state richieste è significato sottopormi a un lavoro di molte ore.

Gli allenamenti consistevano in 90 minuti di esercizi ogni giorno, e dopo i primi sei mesi sono seguiti altri tre mesi con due ore al giorno di allenamento.

Gli esercizi che ha svolto Brie Larson sono stati numerosissimi: affondi, sollevamento pesi (con pesi legati alla gamba), flessioni, corsa, allenamenti vari e faticosi. Non sono mancate neanche lezioni di taekwondo, judo e boxe, per far allenare l’attrice a combattere. Ma alla fine di ogni sessione Brie si concedeva una dolce ricompensa.

È stato facile? Assolutamente no.

Ci sono stati momenti in cui ho pianto, momenti in cui ho pensato che fosse troppo difficile e in cui mi sono spinta oltre la mia comfort zone. Ma, alla fine, quelli sono stati gli istanti più belli: prima pensi 'Perché mi sento così?' ma poi sei orgoglioso di te stesso.

View this post on Instagram

16lbs 🔨 cc: @chrishemsworth

A post shared by Brie (@brielarson) on

I suoi risultati hanno colpito molto lo stunt Jim Churchman, che lavora da anni con i Marvel Studios.

Brie ha lavorato duramente, senza dubbio. Ha preso i suoi lividi ed è andata avanti. […] Ha imparato molto rapidamente.

Brie Larson, in questi mesi durissimi, si è resa conto che “il corpo è un’arma” e ha imparato a riscoprirlo e conoscerlo meglio.

Mi ci sono voluti un nutrizionista, due allenatori, un servizio consegna pasti, bastoncini di mozzarella, tanta acqua e tanto sonno.

Proprio come avviene con gli eroi Marvel, anche Brie Larson ha dovuto sottoporsi ad allenamenti dolorosi, soffrire, cadere e cadere di nuovo prima di rendersi conto del proprio status, da vera supereroina.

Cosa ne pensate? Siete curiosi di vedere Brie Larson nei panni di Captain Marvel? Il film uscirà il 6 marzo 2019 nelle sale italiane.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.