FoxComedy

Ascelle unicorno: lo strano trend del 2019

di - | aggiornato

I peli sotto le ascelle colorati sono la nuova e bizzarra tendenza di Internet. Numerose foto sui social ritraggono donne che sfoggiano con orgoglio i peli colorati.

Tingere i peli delle ascelle è la nuova tendenza di Internet Pixabay

4k condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo la Januhairy, l'iniziativa social che invita le donne a non depilarsi per almeno un mese, lanciata da Laura Jackson, che su Instagram ha sfoggiato con orgoglio le sue ascelle non depilate, è arrivato il momento per una nuova tendenza: la Januhairy si colora e arrivano i peli unicorno.

Alcune donne hanno iniziato a tingere i peli delle proprie ascelle dei colori dell'arcobaleno. Il trend sta spopolando su Internet, e ogni social, da Instagram a Twitter, fino a Youtube, è pieno zeppo di foto e video che ritraggono ragazze che mettono in mostra questa esplosione di colori.

La singolare tendenza mette insieme due cose molto popolari: il crescente amore per gli unicorni e le campagne che vogliono che le donne optino per un look più naturale, una scelta che punta all'insegna della libertà personale, tanto che anche star come Bella Thorne sono orgogliose di mostrare il loro corpo non depilato.

Quando la hair stylist Caitlin Ford ha postato su Instagram una foto delle ascelle unicorno di una sua cliente, che aveva scelto di tingerle per il Pride di St. Louis, anche grazie alla popolarità crescente della Januhairy, l'immagine è diventata virale. Da quel momento, un gran numero di persone ha deciso di seguire la nuova moda e di postare scatti di ascelle colorate. 

View this post on Instagram

Rainbows Pits 🌈🌈🌈 Got to do my bff @potatoeslaughing today! Check out the process on my story! She also wanted some rainbow underarms for St. Louis Pride this weekend! We did all of her hair using @pulpriothair color and @kevinmurphyhair color and conditioned her thirsty locks with @brazilianbondbuilder ! . . . . . . . #behindthechair #modernsalon #americansalon #notchstl #stl #stlouis #thegrovestl #grovestl #hairstl #stlhair #hairstlouis #stlouishairstylist #hairstyliststlouis #stlhairstylist #caitlinfordhair #anthonythebarber916 #authentichairarmy #esteticausa #imallaboutdahair #licensedtocreate #cosmoprof #fiidnt #brazilianbondbuilder #colortrak #pulpriot #pride #pridemonth #dyedpits #rainbowhair #pinkhair

A post shared by St Louis - Color Specialist (@caitlinfordhair) on

L'idea dei peli colorati non è però nuova. Già nel 2016 sul canale YouTube Official Rainbow Girl era stato caricato un tutorial su come tingere i peli sotto le ascelle.

Il video aveva ottenuto grande seguito, con più di 615.000 visualzzazioni e oltre 5.500 commenti. 

Ora che la tendenza si è fusa con la Januhairy, i peli unicorno sono diventati ancor più popolari. 

Secondo i lettori di Elite Readers, la mania non dovrebbe essere vista come uno stratagemma per ottenere più like, bensì come una forma di espressione volta a celebrare l'unicità, la libertà e la diversità.

Anche Laura Jackson, la studentessa britannica da cui è partita la Januhairy, ha parlato su Instagram dell'importanza della tendenza, affermando con fermezza che non depilarsi le ha aperto gli occhi sui tabù dei peli sul corpo di una donna.

View this post on Instagram

Hi I’m Laura, the gal behind Januhairy! I thought I would write a little about my experiences and how Januhairy came about... I grew out my body hair for a performance as part of my drama degree in May 2018. There had been some parts that were challenging for me, and others that really opened my eyes to the taboo of body hair on a woman. After a few weeks of getting used to it, I started to like my natural hair. I also started to like the lack of uncomfortable episodes of shaving. Though I felt liberated and more confident in myself, some people around me didn’t understand why I didn’t shave/didn’t agree with it. I realised that there is still so much more for us to do to be able to accept one another fully and truly. Then I thought of Januhairy and thought I would try it out. It’s a start at least . . . I have had a lot of support from my friends and family! Even though I had to explain why I was doing it to a lot of them which was surprising, and again, the reason why this is important to do! When I first started growing my body hair my mum asked me “Is it you just being lazy or are you trying to prove a point?” . . . why should we be called lazy if we don’t want to shave? And why do we have to be proving a point? After talking to her about it and helping her understand, she saw how weird it was that she asked those questions. If we do something/see the same things, over and over again it becomes normal. She is now going to join in with Januhairy and grow out her own body hair which is a big challenge for her as well as many women who are getting involved. Of course a good challenge! This isn’t an angry campaign for people who don’t see how normal body hair is, but more an empowering project for everyone to understand more about their views on themselves and others. This picture was taken a few months ago. Now I am joining in with Januhairy, starting the growing process again along with the other wonderful women who have signed up! Progress pictures/descriptions from our gals will be posted throughout the month. Lets get hairy 🌵 #januhairy #bodygossip #bodyhairmovement #happyandhairy #loveyourbody #thenaturalrevolution #natural #hairywomen #womanpowe

A post shared by Januhairy (@janu_hairy) on

Ho pensato di scrivere qualcosa sulla mia esperienza e su come è nata la Januhairy... Mi sono fatta crescere i peli per una performance sul palco in vista della mia laurea a Maggio 2018. Per me è stato davvero impegnativo, ma mi ha anche aperto gli occhi sul tabù dei peli sul corpo di una donna. Così ho iniziato a farmi crescere i peli e ad apprezzarli, come apprezzo il non dovermi radere. Sebbene mi sentissi fiduciosa, alcune persone non capivano il motivo per cui lo facevo o non erano d'accordo. Mi sono resa conto che c'era ancora molto da fare per essere in grado di accettarci l'un l'altro veramente e così ho pensato a Januhairy.

Ho avuto molto sostegno dai miei amici e dalla mia famiglia! Anche se ho dovuto spiegare spesso perché lo stavo facendo e che i motivi erano importanti! Quando ho iniziato a farmi crescere i peli, mia madre mi ha chiesto 'Sei semplicemente pigra o lo fai per dimostrare qualcosa?'... perché dovremmo essere chiamati pigri se non vogliamo depilarci? Perché dovremmo dimostrare qualcosa? Le ho parlato e l'ho aiutata a capire quanto fossero strane le sue domande. Se facciamo qualcosa e vediamo sempre le stesse cose, allora queste diventeranno normali. Ora sta per unirsi a Januhairy e si farà crescere i peli sul corpo. Sarà una grande sfida per lei e per le altre donne che verranno coinvolte. Questa non è una campagna contro le persone che non capiscono quanto siano normali i peli sul corpo, ma un progetto volto a far comprendere a tutti qualcosa in più su loro stessi e sugli altri. 

Questa foto è stata scattata qualche mese fa. Ora, insieme a Januhairy, mostrerò il processo di crescita insieme alle altre meravigliose donne che si sono iscritte!

Le immagini e descrizioni dei progressi delle nostre ragazze saranno pubblicate per tutto il mese.

La pagina Instagram della Januhairy sta postando numerosi selfie di ragazze con i peli sotto le ascelle ben in vista, fatto che dimostra che Laura è riuscita davvero a coinvolgere le persone a sposare la sua causa.

Molte donne concordano, quindi, con la sua visione del corpo femminile e sull'importanza del movimento, che promuove la libertà delle giovani

View this post on Instagram

This is Anna Marčíková from Brno, Czech Republic... ✨🌵🔥 “Well I've heard it's #januhairy now, so I decided to join. I had begun to shave in elementary school after I went to a swim class and one classmate asked me why I don't have shaved armpits. I still remember the feeling of surprise and humiliation that something is wrong with my body. At this age, you can easily get the impression that if you're not doing what everyone else is doing, something is wrong with you. I often heard in high school that I would be more attractive if I didn't have such hairy hands. With time, it gradually became clear to me that the main reason I shave is the inner pressure from this learned norm and the automatic expectation of society. It sounds banal, but I think this pressure on women is really strong and unnecessary. Now I'm satisfied with all my hair because the hairs are normal. Peace out”~@contyvevropskymstylu ✨👏❤️ Help support the Januhairy campaign by donating to the crowd-funder for Body Gossips Performance Project! https://www.justgiving.com/crowdfunding/bodygossip?fbclid=IwAR3UKTB5dSx4fSWLm3QY2sLoU1L1v2cvoqGLolDyMXP8SeBr84KG4UI5haI ✨(link in the bio)✨ #januhairy #bodygossip #bodyhairmovement #happyandhairy #loveyourbody #thenaturalrevolution #natural #hairywomen #womanpower #selflove #feminine

A post shared by Januhairy (@janu_hairy) on

A quanto pare, questo trend non sparirà così in fretta. Dopotutto molte ragazze sono state ispirate dalla tendenza a farsi crescere i peli sul corpo. Inoltre, uomini e donne in tutto il mondo tingono già i capelli dei più disparati colori. Quindi, probabilmente, anche l'esplosione di colori sotto le ascelle è destinata a protrarsi a lungo nel tempo. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.