FOX

Mads Mikkelsen: i suoi 10 migliori film

di - | aggiornato

Ecco quali sono i migliori film del carismatico attore danese famoso per aver interpretato il Dottor Lecter nella serie TV Hannibal.

I 10 migliori film di Mads Mikkelsen Nimbus Film, Scanbox Films + BiM Distribuzione

366 condivisioni 0 commenti

Condividi

Considerato tra gli uomini più sexy della Danimarca, a 53 anni Mads Mikkelsen vanta 37 film all'attivo oltre a numerosi altri progetti. Nato a Copenaghen, in gioventù è stato ginnasta e successivamente ballerino (su Youtube si possono trovare alcuni video di repertorio).

Il giovane Mads era incerto riguardo l'idea di intraprendere una carriera cinematografica, ma è stato l'incontro con il visionario Nicolas Winding Refn a convincerlo e a convincere il pubblico. Il suo esordio risale infatti al 1996 con Pusher, primo lungometraggio del regista danese.

La sua carriera è proseguita in Danimarca con numerosi film, fino all'inizio della svolta con le pellicole King Arthur e Dopo il matrimonio che iniziarono a farlo conoscere anche oltreoceano. Il sospetto è decisamente il suo film più importante, che gli è valso una Palma d'oro a Cannes per la miglior interpretazione maschile. Il ruolo di Lucas fa emergere infatti la grande versatilità dell'attore, che si dimostra capace di dare vita a personaggi spietati così come a vittime ed eroi.

Mads Mikkelsen nel ruolo di LucasHDZentropa Entertainments, Film i Väst + BiM Distribuzione

Ma Mads Mikkelsen non si limita solo al cinema. È infatti celebre anche la sua magistrale interpretazione dell'elegante e raffinato Dottor Lecter nella serie TV Hannibal, diretta da Brian Fuller ed ispirata ai romanzi di Thomas Harris.

Il brillante attore si è anche prestato alla realizzazione di Death Stranding, videogioco di Hideo Kojima (autore della storica saga Metar Gear) durante la quale ha dovuto rispolverare le sue doti da ballerino per trovare i movimenti appropriati al contesto, diverso da quello puramente recitativo. Mikkelsen ha regalato anche altre piccole chicche ai suoi fan prendendo parte a curiosi spot pubblicitari della birra Carlsberg nonché al videoclip a tinte splatter Bitch Better Have My Money di Rihanna, con un cameo dove impersona proprio Bitch, magnate che viene legato e ucciso dalla cantante nei panni di una “bad girl”.

A differenza di molte altre star del cinema e dei personaggi più diversi a cui ha prestato il volto, Mads Mikkelsen ha una vita privata invece piuttosto tranquilla e riservata. È sposato da 18 anni con la moglie Hanne Jacobsen e la coppia ha avuto due figli, Viola e Carl. Ma ecco quali sono i miei 10 film preferiti dell'affascinante attore danese.

10) Pusher - L'inizio (1996)

Pusher - L'inizio è il primo lungometraggio della trilogia di Nicolas Winding Refn e sancisce il convincente esordio di Mads Mikkelsen sul grande schermo. Il look necessario durante le riprese gli costò diversi sguardi diffidenti da parte dei vicini di casa: capelli rasati e un'enorme scritta “RESPECT” sul collo. Mads interpreta infatti Tonny, il braccio destro del protagonista Frank (Kim Bodnia) che è un narcotrafficante. L'opera, che si svolge nel sottosuolo criminale di Copenaghen, ha conseguito un grande successo tra il pubblico danese e non solo.

9) Una lei tra di noi (2001)

In questa pellicola danese Mads Mikkelsen è Jacob e sta per sposarsi con il suo compagno Jørgen (Troels Lyby) con il quale convive. Ma quando manca poco alle nozze prevale il lato più confuso di Jacob, che si innamora di Caroline, prorompente moglie del fratello di Jørgen. Questo è il plot dell'insolita commedia romantica gay di Hella Joof che ha partecipato al Festival cinematografico internazionale di Mosca del 2002. La pellicola è stata apprezzata sia per essere vicina alle minoranze sociali che per la recitazione ispirata dei due protagonisti.

8) King Arthur (2004)

Questo film è il primo grande progetto hollywoodiano a cui ha partecipato Mikkelsen e lo vede indossare i panni di Tristano, cavaliere che entrerà a far parte della mitica Tavola Rotonda. I fan dell'attore conoscono quest'opera anche perché nel cast è presente un giovane Hugh Dancy (Galahad) che ha poi partecipato alla serie TV Hannibal come coprotagonista. Le vicende della leggenda di Re Artù sono note, anche se l'opera cinematografica ha generato controversie essendo stata tacciata di plagio dallo scrittore Valerio Massimo Manfredi riguardo al suo romanzo L'ultima legione.

7) Casino Royale (2006)

Le Chiffre è il principale villain nel 21esimo capitolo della memorabile saga di 007, pellicola che segna anche l'esordio di Daniel Craig nei panni di James Bond. Questo film è tra quelli che hanno dato più popolarità internazionale a Mads Mikkelsen. Le Chiffre, come fa intendere il suo nome (traducibile come “il numero”, “la cifra”) è uno scaltro matematico esperto di poker. La scena più famosa che lo vede protagonista è proprio quando sbaraglia James Bond in una partita truccata al tavolo verde. L'astuto pokerista è anche un infido banchiere e il finanziatore di una misteriosa organizzazione terroristica. Dalla cicatrice del suo occhio sinistro cieco talvolta fuoriescono lacrime insanguinate, e l'avere solo un occhio lo rende un giocatore ancora più subdolo e inquietante.

6) Doctor Strange (2016)

Anche in questo film - 14esimo titolo del Marvel Cinematic Universe - come nelle altre maggiori produzioni statunitensi Mads Mikkelsen si ritrova a vestire i panni del nemico, il perfido Kaecilius. La parte del protagonista spetta invece a Benedict Cumberbatch che interpreta Stephen Strange, il più grande neurochirurgo mondiale che si ritrova a dover contrastare l'avanzata della Dimensione Oscura. È proprio Kaecilius, perfido stregone che si è allontanato dall'Antico (interpretato da una Tilda Swinton calva e in abiti monacali), a tentare di ostacolarlo fino all'ultimo con le sue arti mistiche. Anche qui, come in Casino Royale e in Valhalla Rising - Regno di sangue, la caratteristica più particolare del personaggio di Mikkelsen è quella dello sguardo: l'oscuro maestro ha infatti gli occhi bordati di scure increspature viola-argentee.

5) Coco Chanel & Igor Stravinsky (2009)

Mads in questo film sfoggia uno dei suoi look più inconsueti: occhiali rotondi d'epoca, capelli pettinati all'indietro, baffi ed abiti eleganti. Incarna infatti Igor Stravinsky, celebre compositore e direttore d'orchestra. A rimanerne affascinata dopo aver assistito alla prima della Sagra della Primavera, colpita dal suo stile innovativo, è Coco Chanel (interpretata da Anna Mouglalis). La famosa e rivoluzionaria stilista ospiterà lui e la sua famiglia nella sua immensa villa in seguito alla rivoluzione bolscevica che lo costringe a rifugiarsi a Parigi. Complice la vicinanza e la recente scomparsa di Boy Capel, marito di Coco, i due finiranno per innamorarsi.

4) The Salvation (2014)

Questo particolare western danese diretto da Kristian Levring vanta un cast particolare: Mads Mikkelsen (nella parte del protagonista Jon), la star di The Walking Dead Jeffrey Dean Morgan, la magnetica Eva Green (già sua collega di set in Casino Royale) e l'ex calciatore Éric Cantona. È una storia di vendetta quella di Jon, uomo mite che mosso dalla disperazione trova la forza per rintracciare gli assassini della sua amata moglie Marie e del figlio Kresten di 10 anni. I due erano infatti stati uccisi barbaramente e senza motivo durante un lungo viaggio in carrozza mentre lo stavano raggiungendo in America dopo la guerra di Danimarca.

3) Valhalla Rising - Regno di sangue (2009)

Con questa pellicola ambientata intorno all'anno 1000 Mads Mikkelsen è alla sua quarta collaborazione con Nicolas Winding Refn, il regista che ha sancito il suo esordio con Pusher - L'inizio: i due hanno poi collaborato anche in Pusher II - Sangue sulle mie mani e Bleeder. Il protagonista è One-Eye, uomo muto e con un occhio solo, e la visionaria pellicola mostra il suo viaggio alla ricerca di redenzione, ricco di immagini profetiche. Ad accompagnarlo c'è solo un bambino pagano che lo affianca lungo tutto il percorso. Il giovane era stato l'unico a prendersi cura di lui mentre era prigioniero dei vichinghi che lo costringevano a lotte cruente, ed è l'unico a cui l'invulnerabile One-Eye risparmia la vita quando si libera dai suoi rapitori.

2) Royal Affair (2012)

Opera cinematografica imperdibile per i fan di Mads Mikkelsen, diretta da Nikolaj Arcel e candidata nel 2013 all'Oscar come miglior film straniero. Il suo personaggio è il dottor Johann Friedrich Struensee e coprotagonista è una splendida Alicia Vikander che dà il volto a Carolina Matilde di Hannover, moglie del folle Re Cristiano VII di Danimarca. L'epoca è il XVIII secolo, e tra lussuosi abiti e danze (dove Mads può dare sfoggio della sua pregressa carriera da danzatore) si dipana la storia d'amore impossibile tra i due. Struensee è il nuovo medico personale del Re, nonché il creatore del vaccino del vaiolo che salva la vita al piccolo principe Friedrich. Grazie al suo carisma si assicura anche la fedele amicizia del sovrano poco avvezzo alla vita di corte, riuscendo inoltre a portare avanti i suoi innovativi ideali politici. Ma il suo fascino colpisce inevitabilmente anche Carolina, in un susseguirsi di segreti e menzogne.

1) Il sospetto (2012)

Indiscutibilmente il miglior lungometraggio a cui ha preso parte Mads Mikkelsen, e che gli è valso la Palma d'oro al Festival di Cannes per la miglior interpretazione maschile. Prodotto e diretto da Thomas Vinterberg, questo struggente film (dal nome in danese Jagten, “la caccia”) racconta la tragica storia dell'insegnante Lucas e la sua disfatta a livello sociale, da uomo benvoluto a vittima di pregiudizi basati su infondatezze. Lucas infatti lavora da poco nell'asilo del paese e arriva ad essere accusato di pedofilia dall'intera comunità a partire da vaghi capricci della piccola Klara, tra l'altro figlia del suo migliore amico Theo. Lucas riesce infine a risolvere la questione a livello legale e a riconquistare, almeno apparentemente, l'amicizia del padre della bambina. Ma attraverso poetiche e metaforiche scene di caccia al cervo immerse in un paesaggio mozzafiato emerge immutato il dolore del protagonista nel realizzare che la sua vita non sarà mai più la stessa: resterà per sempre marchiato dal sospetto.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.