FOX

Da Superman a Black Panther: tutti i cinecomic nominati agli Oscar

di - | aggiornato

Alla scoperta dei cinecomic che hanno ricevuto nomination e vinto Oscar, nella storia degli Academy Awards. Da Superman a Black Panther passando per Il Cavaliere Oscuro!

Superman, Spider-Man, Joker, Harley Quinn e Black Panther, tutti candidati all'Oscar Warner Bros./Sony Pictures/Marvel Studios

144 condivisioni 0 commenti

Condividi

I film tratti da fumetti sono ormai un vero e proprio fenomeno culturale e mediatico: i budget di questi film sono sempre più alti e acquisiscono sempre più pubblico. Le case di produzione pianificano questo genere di film con anni di anticipo e li strutturano in saghe, sequel e spin-off. 
Tuttavia, nella storia dei cinecomic non ci sono tante vittorie agli Oscar, poiché sono sempre stati un po' snobbati e relegati a film di semplice intrattenimento di massa. Adesso, però, le cose sono cambiate: gli Academy Awards sono giunti alla 91esima edizione e ci sono ben 3 cinecomic fra i nominati, con un totale di ben 9 candidature!

Scopriamo, allora, tutto sulla storia dei cinecomic agli Oscar.

Premi Oscar 1942: Superman

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 1 Candidatura: Miglior cortometraggio d'animazione
  • 0 Oscar vinti

Il primo cortometraggio animato a colori sul personaggio di Superman viene realizzato nel 1941. Questo è conosciuto con il titolo di The Mad Scientist, fa parte di una serie di 17 episodi, ha una durata di 10 minuti ed è diretto da Dave Fleischer.

Nel 1942, l'episodio è candidato nella categoria Miglior cortometraggio d'animazione insieme ad altri nove titoli. Il premio Oscar viene assegnato al cortometraggio Porgimi la zampa di Walt Disney.

Premi Oscar 1979: Superman - Il film

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 4 Candidature: Migliori effetti speciali, Miglior montaggio, Miglior sonoro, Miglior colonna sonora
  • 1 Oscar vinto: Migliori effetti speciali

Nel 1978, Superman – Il film di Richard Donner stupisce il mondo, facendo scoprire al pubblico – come suggerisce una scritta sul poster – che un uomo può davvero volare. Il premio vinto per gli effetti speciali in realtà è il Premio Special Achievement, ovvero un premio assegnato appositamente per gli effetti speciali del film di Donner. Superman, infatti, non aveva rivali nella categoria. Quasi come uno spartiacque, dall’anno successivo i film con gli effetti speciali aumentano e l’Academy inizia a popolare la categoria dei Migliori effetti speciali con più titoli.

Nelle categorie del Miglior montaggio e del Miglior sonoro, Superman viene sconfitto da Il Cacciatore di Michael Cimino. Nella categoria Miglior colonna sonora, l’eccellente e indimenticabile lavoro di John Williams viene sconfitto dalla colonna sonora composta da Giorgio Moroder per il film Fuga di mezzanotte.

Premi Oscar 1990: Batman

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 1 Candidatura: Miglior scenografia
  • 1 Oscar vinto: Miglior scenografia

Batman di Tim Burton è, di fatto, il primo film tratto da un fumetto a vincere il premio Oscar in una categoria con altri candidati. Il premio è consegnato ad Anton Furst e Peter Young per aver saputo ricreare la Gotham City voluta dal visionario regista.

Premi Oscar 1991: Dick Tracy

  • Casa editrice del fumetto: Chicago Tribune Syndicate
  • 7 Candidature: Miglior scenografia, Miglior trucco, Miglior canzone, Miglior attore non protagonista, Miglior fotografia, Migliori costumi, Miglior sonoro
  • 3 Oscar vinti: Miglior scenografia, Miglior trucco, Miglior canzone

Il film diretto da Warren Beatty è famoso per le sue scenografie e i suoi colori che ricordano il fumetto. Inoltre, il cast sensazionale composto da nomi importati quali Madonna, Al Pacino, Dick Van Dyke, James Caan, Dustin Hoffman, Kathy Bates e lo stesso Warrner Beatty ha dato una risonanza mediatica importante al film. Le vittorie di Dick Tracy agli Oscar riguardano la scenografia di Richard Sylbert, Rick Simpson, il trucco di John Caglione Jr., Doug Drexler e la miglior canzone di Stephen Sondheim da titolo "Sooner or Later (I Always Get My Man)" eseguita da Madonna.

La sconfitta di Al Pacino, che interpreta Big Boy Caprice, si deve alla vittoria di Joe Pesci per Quei bravi ragazzi; per la Miglior fotografia e il Miglior sonoro Dick Tracy viene battuto da Balla coi Lupi di Kevin Costner; per i Migliori costumi è Cyrano di Bergerac di Jean-Paul Rappeneau ad avere la meglio.

Premi Oscar 1993: Batman Returns

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 2 Candidature: Migliori effetti speciali, Miglior trucco
  • 0 Oscar vinti

Tim Burton torna alla guida di un film tratto da un fumetto e lo fa, forse, meglio della prima volta. Batman Returns è ancora più dark del primo e narra con più attenzione la storia di uno degli amati freak del regista, ovvero il villain Pinguino.

I Migliori effetti speciali vengono battuti da quelli de La morte ti fa bella di Robert Zemeckis, mentre per il Miglior trucco è Dracula di Bram Stoker - diretto da Francis Ford Coppola - ad aggiudicarsi l’ambita statuetta.

Premi Oscar 1995: The Mask - Da zero a mito

  • Casa editrice del fumetto: Dark Horse Comics
  • 1 Candidatura: Miglior effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

In altri anni, probabilmente, avrebbe vinto la maggior parte delle volte nella categoria Migliori effetti speciali ma proprio nel 1995 si scontra con Forrest Gump di Robert Zemeckis. The Mask - Da zero a mito perde così l'Oscar.

Premi Oscar 1996: Batman Forever

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 3 Candidature: Miglior fotografia, Miglior sonoro, Miglior montaggio sonoro
  • 0 Oscar vinti

Nel 1996, Batman Forever di Joel Schumacher conquista ben 3 candidature agli Oscar. La Miglior fotografia e il Miglior montaggio sonoro gli vengono sottratti dal capolavoro di Mel Gibson, Braveheart – Cuore impavido. Il premio per il Miglior sonoro è vinto da Apollo 13 di Ron Howard.

Premi Oscar 1998: Men in Black

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 3 Candidature: Miglior scenografia, Miglior trucco, Miglior colonna sonora
  • 1 Oscar vinto: Miglior trucco

Rick Baker e David LeRoy Anderson vengono premiati per il Miglior trucco di Men in Black. Non deve essere stato per nulla facile realizzare tutti quegli alieni!

Per la categoria della Migliore colonna sonora, il film di Barry Sonnenfeld viene sconfitto da Full Monty – Squattrinati organizzati; per la categoria Miglior scenografia ad avere la meglio è Titanic di James Cameron.

Premi Oscar 2002: Ghost World

  • Casa editrice del fumetto: Fantagraphics
  • 1 Candidatura: Miglior sceneggiatura non originale
  • 0 Oscar vinti

Quella del film Ghost World diretto da Terry Zwigoff è una nomination importante per il mondo dei fumetti. Si tratta, in qualche modo, di un riconoscimento diretto alla graphic novel da cui è tratto il film. Il premio viene poi assegnato alla sceneggiatura di Akiva Goldsman, scritta per il film A Beautiful Mind di Ron Howard.

Premi Oscar 2003: Era mio padre, Spider-Man

Era mio padre

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 6 Candidature: Miglior attore non protagonista, Miglior fotografia, Miglior colonna sonora, Miglior sonoro, Miglior montaggio sonoro, Miglior scenografia
  • 1 Oscar vinto: Miglior fotografia

Era mio padre è diretto da Sam Mendes. Nel 2003, il film riceve l’Oscar per la Miglior fotografia di Conrad L. Hall.

Perde, invece, come Miglior attore non protagonista (Paul Newman) a vantaggio di Chris Cooper (Il ladro di orchidee); la colonna sonora realizzata da Thomas Newman è battuta da quella realizzata da Elliot Goldenthal per il film Frida; il premio per la Miglior scenografia e quello per il Miglior sonoro sono assegnati al film Chicago; nella categoria del Miglior montaggio sonoro la spunta Il Signore degli Anelli – Le due torri di Peter Jackson.

Spider-Man

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 2 Candidature: Migliori effetti speciali, Miglior sonoro
  • 0 Oscar vinti

Nonostante la mancata vittoria, ma si scontra contro il kolossal Il Signore degli Anelli – Le due torri, Spider-Man di Sam Raimi apre una nuova era legata agli effetti speciali dei cinecomic, poiché gli alti incassi del film convincono gli studios a investire ancora di più nel comparto degli effetti speciali dei film con supereroi.
Anche nella categoria Miglior sonoro la vittoria va al film di Peter Jackson.

Premi Oscar 2004: American Splendor

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 1 Candidatura: Miglior sceneggiatura non originale
  • 0 Oscar vinti

American Splendor, diretto da Shari Springer Berman e Robert Pulcini, riceve la candidatura per la Miglior sceneggiatura non originale ma si ritrova a gareggiare e perdere contro Il Signore degli Anelli – Il Ritorno del Re di Peter Jackson.

Premi Oscar 2005: Spider-Man 2

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 3 Candidature: Migliori effetti speciali, Miglior sonoro, Miglior montaggio sonoro
  • 1 Oscar vinto: Migliori effetti speciali

Spider-Man 2 di Sam Raimi migliora ancora gli effetti speciali del primo film, riuscendo a battere sia Io, robot che Harry Potter e il prigioniero di Azkaban.

Viene, invece, sconfitto da Gli Incredibili - Una normale famiglia di supereroi nel comparto del montaggio sonoro e da Ray per il miglior sonoro.

Premi Oscar 2006: Batman Begins, A History of Violence

Batman Begins

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 1 Candidatura: Miglior fotografia
  • 0 Oscar vinti

La saga di Batman diretta da Christopher Nolan non inizia nel migliore dei modi la sua storia agli Oscar. Riceve solo una candidatura e perde contro Memorie di una geisha. 

A History of Violence

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 2 Candidature: Miglior attore non protagonista, Migliore sceneggiatura non originale
  • 0 Oscar vinti

Il candidato miglior attore non protagonista è William Hurt, che intepreta il personaggio di Richie Cusack, ma la statuetta se l’aggiudica George Clooney per Syriana. Il premio Oscar per la miglior sceneggiatura non originale lo vince I segreti di Brokeback Mountain.

Premi Oscar 2007: Superman Returns

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 1 Candidatura: Miglior effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Il video della premiazione è visibile sul canale ufficiale degli Oscar.

Non sarà il migliore dei Superman ma la nomination per i migliori effetti speciali l’ha ricevuta, perdendo contro Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma.

Premi Oscar 2008: Persepolis

  • Casa editrice del fumetto: L'Association
  • 1 Candidatura: Miglior film d’animazione
  • 0 Oscar vinti

Persepolis vanta il fatto che la sua candidatura, nella categoria Miglior film d’animazione, corrisponde alla prima nomination per una donna (Marjane Satrapi) in questa categoria. È il film Pixar Ratatouille, però, a vincere l'Oscar.

Premi Oscar 2009: Il Cavaliere Oscuro, Hellboy: The Golden Army, Iron Man, Wanted - Scegli il tuo destino

Il Cavaliere Oscuro

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 8 Candidature: Miglior attore non protagonista, Miglior montaggio sonoro, Miglior fotografia, Miglior scenografia, Miglior trucco, Miglior sonoro, Migliori effetti speciali, Miglior montaggio
  • 2 Oscar vinti: Miglior attore non protagonista, Miglior montaggio sonoro

Il Cavaliere Oscuro consacra i cinecomic tra le alte vette dei premi Oscar. Il film è un successo di critica e pubblico, l’Academy riconosce a Heath Ledger – scomparso prematuramente nel 2008 – il premio come Miglior attore non protagonista per il suo ruolo di Joker. Inoltre, il film riceve l’Oscar per il Miglior montaggio sonoro.

La Miglior fotografia, il Miglior montaggio e il Miglior sonoro se li aggiudica The Millionare di Danny Boyle. Contro Il curioso caso di Benjamin Button, invece, il film di Nolan perde l’Oscar per i Migliori effetti speciali, quello per il Miglior trucco e quello per la Miglior scenografia.

Hellboy: The Golden Army

  • Casa editrice del fumetto: Dark Horse Comics
  • 1 Candidatura: Miglior trucco
  • 0 Oscar vinti

Il secondo, e ultimo, capitolo della saga di Hellboy diretta da Guillermo del Toro viene nominato per il Miglior trucco ma perde contro il film Il curioso caso di Benjamin Button.

Iron Man

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 2 Candidature: Miglior montaggio sonoro, Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Con Iron Man, nel 2008, si apre l’Universo Cinematografico Marvel e la categoria dei Migliori effetti speciali sarà spesso popolata dai film Marvel Studios. Per il Miglior montaggio sonoro è un duello, perso da Iron Man, con Il Cavaliere Oscuro di Nolan, mentre per gli effetti speciali Iron Man si arrende alla vittoria de Il curioso caso di Benjamin Button.

Wanted - Scegli il tuo destino

  • Casa editrice del fumetto: Image Comics
  • 2 Candidature: Miglior montaggio sonoro, Miglior sonoro
  • 0 Oscar vinti

Wanted - Scegli il tuo destino diretto da Timur Bekmambetov si è distinto per il comparto audio, ma non riesce a vincere nessuna statuetta. Per il montaggio sonoro perde il confronto con Il Cavaliere Oscuro e per il Miglior sonoro perde il confronto con The Millionare.

Premi Oscar 2011: Iron Man 2

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Non bastano i fantastici effetti speciali di Iron Man 2 a battere quelli di Inception di Christopher Nolan, il regista ancora una volta soffia una statuetta ai Marvel Studios!

Premi Oscar 2013: The Avengers

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Il video della premiazione è visibile sul canale ufficiale degli Oscar.

Il primo film Marvel Studios distribuito da Walt Disney Company non riesce a trasformare il successo al botteghino in premi Oscar, candidato solo per i Migliori effetti speciali viene battuto da Vita di Pi di Ang Lee.

Premi Oscar 2014: Iron Man 3

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Con la candidatura di Iron Man 3 si stabilisce un piccolo record per i film Marvel Studios: Iron Man è l’unico supereroe a ricevere almeno una candidatura agli Oscar in ogni film della trilogia dedicata. Ma, nel 2014, è Gravity di Alfonso Cuarón a vincere la statuetta.

Premi Oscar 2015: Big Hero 6, Captain America: The Winter Soldier, Guardiani della Galassia, X-Men - Giorni di un futuro passato

Big Hero 6

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Miglior film d’animazione
  • 1 Oscar vinto: Miglior film d’animazione

Dopo tante sconfitte, arriva un Oscar dal sapore Marvel. Big Hero 6 è di fatto il 54° Classico Disney, ma è anche il primo film animato targato Walt Disney Company basato su un fumetto Marvel. Un connubio vincente che si spera possa ripetersi.

Captain America: The Winter Soldier

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Non può nulla il primo, sorprendente, film dei fratelli Russo nell’Universo Cinematografico Marvel contro gli effetti speciali di Interstellar di Christopher Nolan, che si aggiudica l’Oscar della categoria.

Guardiani della Galassia

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 2 Candidature: Migliori effetti speciali, Miglior trucco
  • 0 Oscar vinti

L’ingresso di James Gunn nell’Universo Cinematografico Marvel è stato stupefacente. Il regista e sceneggiatore americano ha saputo rinnovare un genere mischiando fantascienza, azione e umorismo. Il suo film è candidato in due categorie ma perde in entrambe, cedendo la statuetta per i Migliori effetti speciali a Interstellar di Christopher Nolan e quella per il Miglior trucco a Grand Budapest Hotel di Wes Anderson.

X-Men - Giorni di un futuro passato

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Il film di Bryan Singer, che unisce passato e futuro dell'universo mutante, cede ancora a favore del fantascientifico Interstellar di Christopher Nolan.

Premi Oscar 2017: Doctor Strange, Suicide Squad

Doctor Strange

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Nonostante i bellissimi effetti speciali realizzati da Stephane Ceretti, Richard Bluff, Vincent Cirelli e Paul Corbould per Marvel Studios, Doctor Strange perde il confronto con Il Libro della Giungla, il remake in live-action di Jon Favreau. 

Suicide Squad

  • Casa editrice del fumetto: DC Comics
  • 1 Candidatura: Miglior Trucco
  • 1 Oscar vinto: Miglior trucco

Una vittoria italiana per Suicide Squad, infatti, tra i realizzatori del trucco del film ci sono Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini. Hanno fatto un ottimo lavoro sulla caratterizzazione visiva dei personaggi.

Premi Oscar 2018: Guardiani della Galassia Vol. 2, Logan

Guardiani della Galassia Vol. 2

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Anche questa volta, un film Marvel Studios non riesce ad aggiudicarsi la statuetta per i Migliori effetti speciali, la vittoria va a Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve.

Logan

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Miglior sceneggiatura non originale
  • 0 Oscar vinti

L’ultimo capitolo con protagonista il mutante Wolverine interpretato da Hugh Jackman riceve solamente una candidatura - comunque importante - ma non vince. L'Oscar se lo aggiudica Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, la cui sceneggiatura è stata scritta da James Ivory.

Premi Oscar 2019: Spider-Man: Un nuovo universo, Black Panther, Avengers: Infinity War

Spider-Man: Un nuovo universo

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Miglior film d’animazione
  • 1 Oscar vinto: Miglior film d'animazione

Probabilmente si tratta del film di supereroi più innovativo di tutti i tempi e, forse, è quello che si avvicina di più alla sua controparte cartacea, sia per la storia che per la grafica.

Spider-Man: Un nuovo universo unisce una straordinaria tecnica d’animazione a una storia avvincente, coinvolge più universi dei fumetti e fa ridere. Il film ha battuto i contendenti: Gli Incredibili 2, Mirai, Ralph spacca Internet e L’isola dei cani.

Black Panther

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 7 Candidature: Miglior film, Miglior scenografia, Migliori costumi, Miglior colonna sonora, Miglior canzone (All The Star), Miglior sonoro, Miglior montaggio sonoro
  • 3 Oscar vinti: Miglior scenografia, Migliori costumi, Miglior colonna sonora

Black Panther è di fatto il primo film del Marvel Cinematic Universe a ricevere il premio Oscar: che sia di buon auspicio per il futuro?

Nella categoria per la Miglior Canzone aveva poche probabilità contro una delle canzoni più amate dell’anno: Shallow cantata da Lady Gaga e Bradley Cooper. Il duo di premi legato al sonoro sono entrambi vinti da Bohemian Rhapsody, mentre l'Oscar per il Miglior film è vinto da Green Book.

Avengers: Infinity War

  • Casa editrice del fumetto: Marvel Comics
  • 1 Candidatura: Migliori effetti speciali
  • 0 Oscar vinti

Uno degli incassi maggiori del 2018 rimane senza statuette. Ad aggiudicarsi l’Oscar per i Migliori effetti speciali è First Man – Il primo uomo.

Nel 2019 saranno in sala diversi cinecomic:

  • Captain Marvel
  • Avengers: Endgame
  • Hellboy
  • Shazam!
  • X-Men: Dark Phoenix
  • Spider-Man: Far From Home
  • Joker
  • Wonder Woman 1984

Quali tra questi riceveranno una prestigiosa nomination agli Oscar 2020?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.