FOX

X-Men: la produttrice della saga parla del futuro dei mutanti (e di Wolverine)

di - | aggiornato

La produttrice Lauren Shuler Donner ha avuto modo di parlare del futuro degli X-Men al cinema, soffermandosi in particolare sul personaggio di Wolverine, interpretato per anni da Hugh Jakcman.

Un primo piano di Hugh Jackman in X-Men Le Origini - Wolverine Fox/Marvel

1k condivisioni 0 commenti

Condividi

Molti di noi sapevano che prima o poi questo momento sarebbe arrivato, e a quanto pare ormai non manca troppo tempo. Stiamo parlando dell'annuncio circa il nuovo attore che vestirà i panni di Wolverine nei prossimi film dedicati agli X-Men, dopo lo struggente abbandono di Hugh Jackman (il quale ha vestito i panni del personaggio dal primo film dedicato agli Uomini X sino al più recente Logan - The Wolverine).

Ora, come riportato anche da SlashFilm, dopo l'uscita di X-Men: Dark Phoenix e New Mutants si dovranno prendere alcune importanti decisioni circa il futuro degli X-Men, incluso ovviamente quello del mutante artigliato.

Lauren Shuler Donner, storica produttrice di tutti i film dedicati ai mutanti a partire dal 2000, ha reso noto durante il press tour invernale della Television Critics Association che tutte le decisioni future sugli X-Men sono interamente in mano a Disney (traimite i Marvel Studios e Kevin Feige).

Io e Kevin abbiamo realizzato insieme il primo film degli X-Men, ha lavorato per me, ha un gran senso della storia quando si tratta di intrecciare vari mondi fra loro. Ho molta fiducia in lui e nella direzione in cui porterà il franchise.

La produttrice ha poi parlato in particolare del personaggio di Wolverine e del fatto che Hugh Jackman abbia dovuto abbandonare il ruolo per motivi fisici, oltre che anagrafici.

Non so cosa stia pensando Kevin, onestamente. Penso che stia ancora pensando all'abbondanza di personaggi tentando di dar loro un senso.

Hugh Jackman ha lavorato duramente per metter su massa muscolare e incarnare il personaggio di Logan anche da un punto di vista fisico. Si alzava alle quattro del mattino per allenarsi e assumere proteine ogni due ore per far si che il suo corpo ne beneficiasse. Da bambino lo chiamavano verme perché era magrolino, di natura sarebbe molto esile. Una volta raggiunta una certa età, il corpo non può essere più messo alla prova in quel modo. Penso che sia stato saggio capire di essere arrivati al limite.

Ciò non significa che Hugh non possa tornare nei panni di un Wolverine anziano, non si sa mai.

Per quanto riguarda gli spin-off della saga degli X-Men, tra cui il travagliato Gambit, Lauren Shuler Donner ha specificato che ci sono ancora molte cose da chiarire a riguardo:

Dipende da Disney. Spero lo facciano, ma la decisione spetta a loro. Il problema è che non puoi avere troppi film Marvel. Ognuno ha un tratto distintivo particolare: le storie da narrare sarebbero davvero tante, non puoi far uscire più di quattro film Marvel l'anno, che sono già un bel po'. Rischi di annoiare il pubblico. Per questo motivo bisogna stare molto attenti.

Ricordiamo in ogni caso che Dark Phoenix uscirà nei cinema americani il 7 giugno 2019.

Siete curiosi di scoprire il destino degli mutanti sul grande schermo?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.