FoxCrime

Oscar 2019: monta la protesta per i premi presentati nelle pause pubblicitarie

di -

Una nuova polemica travolge l'Academy dopo l'annuncio delle categorie che saranno premiate nelle pause pubblicitarie. Protestano anche Guillermo del Toro e Alfonso Cuarón.

La statuetta degli Oscar Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

Condividi

L’Academy è di nuovo nell’occhio del ciclone. Lunedì 11 febbraio 2019 sono state annunciate le quattro categorie che non saranno premiate durante la diretta televisiva su ABC della cerimonia. Queste saranno: Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior cortometraggio live-action, e Miglior trucco e acconciatura.

Non si tratta certo di una sorpresa. La proposta era stata avanzata già nell’estate del 2018, quando l’Academy aveva tentato di introdurre senza successo la nuova categoria dedicata al Miglior film popolare.

Dopo l’annuncio ufficiale però è scoppiata una vera e propria protesta, che movimenta ulteriormente questa 91esima cerimonia degli Oscar senza presentatore unico ma con presentatori multipli. La motivazione del taglio delle quattro categorie dalla cerimonia in diretta è sempre la stessa: mantenere la durata della serata entro le 3 ore prefissate.

Registi, attori e addetti ai lavori, però, non sono per niente d’accordo con la decisione. Guillermo del Toro, vincitore di due Oscar nel 2018, ha dichiarato:

Non voglio suggerire quali categorie tagliare dalla cerimonia degli Oscar, ma la fotografia e il montaggio sono il cuore del nostro mestiere. Non sono stati neppure ereditati dalla tradizione teatrale o da una tradizione letteraria: sono il cinema stesso.

Guillermo del Toro agli Oscar 2018HDGetty Images
Guillermo del Toro con le due statuette vinte agli Oscar 2018

Ha commentato la decisione anche Alfonso Cuarón, nominato agli Oscar 2019 per Roma in ben 10 categorie, tra cui Migliore Fotografia e Migliore regia.

Nella storia del cinema sono esistiti capolavori senza il sonoro, senza il colore, senza una storia, senza gli attori e senza la musica. Non è mai esistito un film senza fotografia e senza montaggio.

Per il momento l’Academy non ha rilasciato commenti ufficiali in risposta alla polemica scatenata in rete. E non c’è molta chiarezza neppure sui discorsi di ringraziamento dei vincitori delle quattro categorie.

Il Presidente dell’Academy John Bailey ha però fatto una serie di precisazioni, dichiarando che la premiazione sarà visibile in streaming, che i discorsi di ringraziamento verranno mandati in onda per intero e che le categorie premiate durante le pause pubblicitarie cambieranno di anno in anno. Quando verrano trasmessi i discorsi? Non è ancora dato sapere se la messa in onda avverrà davvero durante la serata, perché secondo una fonte di Variety l’emittente potrebbe riservarsi il diritto di tagliarli.

E voi cosa ne pensate? Guillermo del Toro e Alfonso Cuarón hanno ragione?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.