FoxCrime  

Laurie Holden, da The Walking Dead a Proven Innocent su FoxCrime

di -

Da The Walking Dead a Proven Innocent, da X-Files a The Mist, da I magnifici sette a I fantastici 4: tutto sulla carriera e la vita dell'attrice Laurie Holden.

49 condivisioni 0 commenti

Condividi

Laurie Holden, attrice statunitense nata il 17 dicembre del 1969, ha una cosa in comune con il suo personaggio più famoso, Andrea. La combattente di The Walking Dead prima dell’apocalisse era un avvocato per i diritti civili, mentre la sua interprete ha ottenuto un Master alla Columbia University in Diritti Umani.

Entrambe, insomma, si sono sempre interessate del prossimo… Salvo il cambiamento di Andrea nel corso della serie che l’ha resa un volto amato al grande pubblico. Ma Laurie Holden, ancor prima di entrare nel cast della serie sul mondo dominato dagli zombie - e prima di diventare un’attivista per i diritti umani - vantava già una carriera molto prolifica.

Laurie Holden in The MistHDDimension Films
Laurie Holden in The Mist di Frank Darabont

La recitazione nel sangue

Il debutto arrivò sul piccolo schermo da bambina, con la miniserie di culto Cronache marziane, accanto a star del calibro di Rock Hudson e Roddy McDowall.

Seguì il primo film al cinema, con una patrocina nel film diretto dal suo patrigno Michael Anderson, Separati in vacanza.

La madre di Andrea, Adrienne Hellis, attrice, sposò Michael dopo il divorzio dal marito Glen Corbett, padre di Andrea e anch’egli attore di professione.

Dopo altri due film - Il corpo del reato di Michael Crichton e Killer virtuale di Zale Dalen - e diversi ruoli in TV (Le inchieste di padre Dowling, Secret Service, Due South - Due poliziotti a Chicago, Highlander, La signora in giallo, Poltergeist: The Legacy), nel 1998 arriva il primo ruolo fisso sul piccolo schermo.

È quello di Mary Travis ne I magnifici sette, in cui Laurie affianca Ron Perlman, Eric Close e Michael Biehn nell’apprezzato western premiato con un Emmy e tratto dall’omonimo film del 1960 (con cui condivide uno dei protagonisti, l’attore Robert Vaughn).

X-Files: la svolta

A Laurie piace molto lavorare in TV e, nello stesso anno, inizia a comparire in un’altra serie di culto, X-Files, nel ruolo ricorrente di Marita Covarrubias (contatto di Mulder dopo la morte di Mr. X e membro del misterioso Consorzio).

La carriera decolla e nel 2001 Laurie recita nel film The Majestic di Frank Darabont, e poi prende parte a I Fantastici 4, Bailey - Il cane più ricco del mondo, Silent Hill (insieme al fratello Christopher Holden) e soprattutto The Mist, il film tratto dal racconto di Stephen King e diretto ancora una volta da Frank Darabont. Accanto a lei Jeffrey DeMunn, che l'affiancherà in seguito nel ruolo di Dale in The Walking Dead.

Dopo aver recitato nei panni dell’agente Olivia Murray nel grande poliziesco The Shield, Laurie viene richiamata proprio da Darabont per entrare nel cast della sua nuova serie TV, l’adattamento del fumetto di Robert Kirkman: The Walking Dead.

Il suo personaggio recita nelle prime 4 stagioni della serie, per poi uscire di scena e darle modo di continuare a lavorare sia al cinema - con Scemo & + scemo 2 e Pyewacket - che in TV, con Major Crimes (lo spinoff di The Closer), The Americans (a partire dal 2017) e approdare, infine, al ruolo di Greta Bellows in Proven Innocent, che vedremo in prima assoluta su FoxCrime dal 19 febbraio.

Laurie Holden è Marita Covarrubias in X-Files20th Century Fox Television
Laurie Holden è Marita Covarrubias in X-Files

Proven Innocent

Greta è la moglie di Gore Bellows, il pubblico ministero che combatte in aula contro la protagonista Madeline Scott e che è convinto che Madeline sia colpevole d’omicidio, nonostante l’assoluzione tardiva.

Gore è interpretato dal grande Kelsey Grammer, l’ex protagonista di Frasier premiato con 3 Golden Globes e 5 Emmy Awards.

Greta ha un ruolo molto importante, in quanto confidente e consigliera di Bellows, che rappresenta un punto di riferimento nel panorama giudiziario locale e diventa in qualche modo la nemesi della protagonista.

Laurie Holden ha accettato con entusiasmo il ruolo nella nuova serie, firmata da David Elliot e prodotta da Danny Strong sulla base di un’idea ispirata dal caso di Amanda Knox, che negli Stati Uniti (e non solo) ha fatto molto discutere.

Una scena di Proven InnocentHD20th Century Fox Television
Kelsey Grammer in una scena di Proven Innocent

L'impegno sociale

Nata a Los Angeles, ma cresciuta in Canada, Laurie Holden è moto nota per il suo impegno sociale.

Attiva collaboratrice di O.U.R. (Operation Underground Railroad), che si occupa di sradicare ogni moderna forma di schiavitù, ha lavorato come volontaria in Colombia per liberare 55 ragazzini costrette a lavorare nel mercato del sesso dal criminale Marcus Bronschidle, la cui storia è stata raccontata da un documentario a cui ha preso parte anche la Holden.

Ha fondato insieme ad altri la Somaly Mam Foundation, impegnata nella lotta al traffico di esseri umani nel sud est asiatico, e collabora attivamente anche con HomeFromHome, ONG impegnata per fornire una casa e un’educazione agli orfani sudafricani malati di AIDS.

La sua vita privata, anche per il ruolo pubblico che ricopre per diverse organizzazioni umanitarie, è sempre stata tenuta lontano dai riflettori.

Laurie Holden tiene moltissimo alla propria privacy ed è convinta che negli aspetti pubblici della sua vita debbano comparire solamente il suo lavoro come attrice e soprattutto il suo impegno come ambasciatrice per i diritti umani. Proven Innocent vi aspetta da martedì 19 febbraio solo su FOX Crime

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.