FOX

A Star is Born: la recensione dell'edizione Home Video in Blu-ray

di - | aggiornato

L'Home Video di A Star is Born si concentra sulla musica come fulcro artistico e amoroso, unendo alla qualità del video e dell'audio una serie di chicche sonore, dalle storie del making of alle esibizioni nel film.

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

È disponibile la versione Home Video di A Star is Born, che fa rinascere in modo superbo la popstar Ally dalle ceneri di un amore disperato.

Debutto di Bradley Cooper dietro la macchina da presa, il film è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e candidato con 8 nomination agli Oscar, tra cui quella di Miglior film, Miglior attore, Miglior attrice e Miglior canzone, Shallow.

La star del film, scelta accuratamente dallo stesso Cooper, è Lady Gaga.

L’edizione Home Video a cura di Warner Bros. Entertainment Italia propone varie possibilità: Blu-ray, DVD e 4k Ultra HD.

È disponibile anche lo steelbook, il cui packaging raggruppa Ally e Jack all'interno di una chitarra, e l'edizione limitata con colonna sonora e booklet di foto.

I vari home video di A Star is BornWarner Bros. Entertainment
L'home video di A Star is Born

La versione Home Video di A Star is Born, a partire dal packaging, celebra la storia con gli amanti in primo piano, proprio come la locandina del film. Il bianco e nero e i caratteri dorati rievocano i fasti hollywoodiani old school, dato che A Star is Born affonda le proprie radici nel cinema classico. Il film di Bradley Cooper è il remake di tre precedenti versioni: la prima del 1937, la seconda del 1954, la terza del 1976.

Ecco la recensione dell'edizione Blu-Ray dell'Home Video.

I contenuti extra

A livello di extra, l’Home Video offre:

  • i videoclip di Shallow, Always Remember Us This Way, Look What I Found, I'll Never Love Again
  • le performance musicali del film
  • 30 minuti di making of
  • le jam session

Contenuti musicali

L’emozione di A Star is Born arriva alle stelle con il primo duetto sul palco: Shallow, la canzone improvvisata da Ally nel parcheggio di un supermercato, si compone da sola nella loro prima esibizione davanti a una folla emozionata, con un cantautore noto e una cameriera incredula, che per la prima volta si trova a regalare al mondo una parte di sé. Il planare in superficie, di cui parla la canzone, è l’incontro sul palco tra due anime affini. La fusione dell’arte e dell’amore porta alla sintesi suprema che scrive il primo capitolo della love story tra Ally e Jackson.

Shallow non è che la rappresentazione della forza salvifica e (da un altro punto di vista) distruttrice della musica, che è in grado di trasfigurare le cose, creare  - nella forma più alta di arte – qualcosa di nuovo.

Per questo l’Home Video sceglie di dare un grande, grandissimo spazio alla musica, scegliendo nella versione italiana di sottotitolare tutte le canzoni e di comporre una sezione extra composta da tutti i momenti musicali del film, come se A Star is Born fosse un collage di performance e si autoriscrivesse con un linguaggio nuovo, solo ed esclusivamente musicale e coerente con la propria anima.

Oltre alle canzoni, gli extra offrono la sezione Jam Sessions e Rarities, con provini inediti, momenti di backstage, canzoni live, improvvisazioni che svelano le genesi di alcune idee viste poi nella resa, nel dettaglio:

  • What You Want Me To Do
  • Midnight Special
  • Is That Alright

Dietro le quinte

Una scena di AHDWarner Bros.
Le riprese al Coachella

Inoltre l’Home Video offre 30 minuti di making of, uno speciale sulla lavorazione e il dietro le quinte di A Star is Born. Con questo video abbiamo modo di respirare l’atmosfera del set, la complicità tra Lady Gaga e Bradley Cooper, il loro incontro come affinità elettive in grado di celebrare due forme d’arte ibride, il cinema e la musica, con un mood delicato e potente.

Nello speciale Lady Gaga racconta commossa quello che prova per Bradley, l’uomo e il regista che ha fatto di lei una stella, proprio come avviene per Ally e Jackson.

Scopriamo anche una serie di particolari sulle riprese, come la scelta di Cooper di utilizzare il set naturale del Coachella, il Festival che si svolge ogni primavera a Indio, in California. Proprio al Coachella, Cooper ha avuto l’idea di utilizzare la camera a spalla per mostrare l’emozione febbrile di chi si esibisce guardando un pubblico esaltato.

Lady Gaga apre il suo cuore e svela che nel giorno di riprese della scena finale - quella in cui Ally consacra il proprio status di stella, torna al suo colore naturale di capelli e guarda finalmente, frontalmente, in camera – era devastata a straziata dalla perdita della propria migliore amica.

La sua performance finale è permeata da tutto il dolore che la popstar provava in quel momento e che ha incanalato in un’esibizione fortissima, sofferta, immedesimandosi (suo malgrado) con totale aderenza in una persona che aveva subito un lutto devastante.

La cantante in una pausa sul set ha improvvisato anche qualche nota di Bad Romance a uso e consumo di un pubblico composto dalle entusiaste comparse.

Il video

Una scena, un abbraccio in A Star is BornHDWarner Bros.
Luci e (pen)ombre in A Star is Born

Luci e ombre della fotografia di Matthew Libatique sono esaltate e potenziate, affondano nei rossi brillanti de La Vie en Rose, nei faretti blu e aranciati del palco, nei tramonti incendiati da sfiorare su una moto in mezzo al nulla, nella dialettica di buio e luce che accompagna l’ascesa di Ally e la discesa di Jackson. Luci e ombre accompagnano con la potenza dell’immagine anche il potere creativo e distruttore della musica, dello scontro tra Ally (il genere pop) e Jack (il rock), tra la generazione dei testi e quella delle immagini, tra due amanti destinati a eclissarsi.

L’edizione Home Video di A Star is Born mostra queste scelte di fotografia più nitide che mai. La scelta registica di giocare le dinamiche del film sulle espressioni di Lady Gaga, che per la prima volta si spoglia di maschere, unghie finte, trucco e sovrastrutture e si mostra limpida, al naturale, è sottolineata dalla cura dei primi piani, che nell’edizione Blu-ray appare ancora più rifinita.

Una stella nasce sotto i riflettori e l’edizione Blu-ray sembra scegliere il proprio fulcro proprio tra il rapporto tra pensieri in penombra e performance sotto una luce abbagliante.

L’audio e i sottotitoli

Una scena sul palco di A Star is Born in GIFHDWarner Bros.
La performance di Ally e Jackson

Anche l’audio, importantissimo in un musical sfavllante e dolente come A Star is Born, risuona in modo profondo, con la voce di Lady Gaga isolata dal resto del tappeto sonoro come una stella che brilla in un cielo buio.

La versione in lingua inglese si avvale della tecnologia Dolby Atmos, accuratissima nel far vibrare ogni oggetto del tappeto sonoro, dai fruscii alle voci più potenti.

La versione italiana, in audio Dolby Digital, sottotitola tutte le canzoni, in modo che chi al cinema non aveva avuto la concentrazione necessaria per capire ogni passaggio dei testi riesca a cogliere maggiormente la differenza strutturale tra la musica di Jackson e di Ally prima e dopo il contratto con la casa discografica (prima di nascere come stella nella scena finale, dopo la morte di Jackson), nonché la potenza espressiva del duetto principale.

Specifiche tecniche Blu-Ray

Il Blu-ray di A Star is BornHDWarner Bros. Entertainment
Il Blu-ray
  • Audio: Dolby Digital: Italiano 5.1, Inglese 5.1, Spagnolo 5.1, Tedesco 5.1. DTS-HD Master Audio: Inglese 5.1. Dolby Atmos-TrueHD: Inglese
  • Sottotitoli: Norvegese, Greco, Finlandese, Danese, Svedese, Spagnolo - Non Udenti: Italiano, Inglese, Tedesco
  • Durata: 135 circa
  • Contenuti speciali: Canzoni ed esibizioni inedite - The Road to Stardom: Making A Star is Born - Video Musicali
  • Definizione: 1080p High Definition 16x9 2.4:1
Voto8/10
Alice Grisa

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.