FOX

Diabolik sono io: il trailer del docu-film nei cinema a marzo

di - | aggiornato

Nato nel 1962 dalla fantasia di Angela e Luciana Giussani, Diabolik si prepara a colpire anche le sale cinematografiche italiane. Il trailer di Diabolik sono io ci dà appuntamento con il Re del Terrore dall'11 al 13 marzo.

28 condivisioni 0 commenti

Condividi

Quella di Diabolik è una storia meravigliosa. Una di quelle che, nutrite con modestia e umiltà, hanno saputo tratteggiare col tempo una vera e propria icona dei fumetti e della letteratura italiana disegnata. 

Storia che per la prima volta verrà raccontata in un docu-film prodotto da Anthos Produzioni con Rai Cinema in collaborazione con la casa editrice AstorinaDiabolik sono io - questo il nome - verrà distribuito nelle sale da Nexo Digital come evento speciale solo per tre giorni, l'11, 12, 13 marzo, così come il trailer in testata ci ricorda. Il docu-film dedicato al ladro in calzamaglia pennellerà a schermo il racconto dell'intuizione di due giovani ed entusiaste imprenditrici milanesi nei primi anni '60, le sorelle Giussani, capaci di dar vita al Re del Terrore e al suo mondo.

Diabolik sono io nelle sale italiane dall'11 al 13 marzoHDAstorina/Anthos Produzioni/Rai Cinema
Il docu-film Diabolik sono io propone un inedito identikit del Re del Terrore al cinema

Diabolik sono io è stato scritto da Mario Gomboli assieme a Giancarlo Soldi, che ne firma anche la regia. Ricchissimo di preziosi materiali d'archivio della casa editrice lombarda, il docu-film si propone anche come un'avvincente indagine che cercherà una possibile spiegazione al mistero di Angelo Zarcone: interpretato dall'attore Luciano Scarpa, si tratta del primo disegnatore di Diabolik, scomparso senza lasciare tracce proprio dopo aver completato le tavole di quel primo albo.

L'indagine su Zarcone, già di per sé assolutamente affascinate, appare allora un pretesto per addentrarsi nello stesso universo di Diabolik. Un "movente" per mettere nero su bianco - e a grande schermo! - un identikit il più accurato possibile del Re del Terrore. Ad accompagnarci in questo viaggio tra pugnali e penthotal ci sarà poi una galleria di testimoni dell'Olimpo del fumetto italiano, come Milo Manara, Mario Gomboli, Alfredo Castelli, Tito Faraci, Gianni Bono e Giuseppe Palumbo, senza dimenticare esperti del noir come Carlo Lucarelli e Andrea Carlo Cappi, e registi visionari come i Manetti bros., al lavoro contemporaneamente su un vero e proprio film dedicato a Diabolik.

Il "padre" del fumetto nero italiano ci aspetta allora nelle sale del Bel Paese - a questo indirizzo trovate l'elenco completo dei cinema convenzionati - solo dall'11 al 13 marzo. L'occasione è ghiottissima per quanti apprezzano da sempre le gesta di un antieroe da 150 milioni di copie vedute, così come per quanti vorrebbero scoprire un fenomeno tutto tricolore, cullati dall'inestimabile testimonianza di Angela e Luciana Giussani. Due donne che, tra la nebbia di Milano, sono state le prime a veder brillare gli occhi argento vivo di Diabolik.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.