FOX

Hellboy: David Harbour e Doug Jones parlano del reboot (intanto arrivano le birre ufficiali)

di - | aggiornato

L'hype per Hellboy continua ad aumentare. Ad alimentarlo ci pensano nuove dichiarazioni di David Harbour e Doug Jones e... la birra ufficiale dedicata ai personaggi creati da Mike Mignola.

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Il reboot di Hellboy arriverà nei cinema italiani l'11 aprile 2019. L'attesa è ancora lunga, ma ad accompagnare i fan nel conto alla rovescia ci pensano alcune dichiarazioni dell'interprete di Red, David Harbour, e di un protagonista... mancato, Doug Jones.

Le dichiarazioni di Doug Jones e David Harbour su Hellboy

In una intervista a The Hollywood Reporter, il celebre caratterista (oltre che mimo) Doug Jones ha rivelato che la produzione del nuovo film dedicato al Diavolo Rosso gli aveva offerto una piccola parte, ma che la proposta non si è concretizzata:

C'era la possibilità di realizzare un cammeo, ma è sfumata con il progredire delle cose.

L'attore ha chiarito che non sarebbe tornato nel ruolo di Abe Sapien (la creatura anfibia da lui interpretata in Hellboy del 2004 e in Hellboy: The Golden Army del 2008) e ha spiegato che ha dovuto rifiutare a causa di altri impegni di lavoro:

Reboot significa recasting. Mi è stato detto che in questo film non ci sarebbe stato nessuno dell'originale. Ho ricevuto un'offerta per fare un cammeo, ma ero completamente assorbito da Star Trek: Discovery e non ho potuto accettare.

A prescindere dalla mancata apparizione di Doug Jones per ragioni di programmazione, non è un mistero che il reboot di Hellboy voglia smarcarsi nettamente dalle pellicole di Guillermo del Toro nella rappresentazione del Diavolo Rosso.

Dal creatore di Red, Mike Mignola, al regista, Neil Marshall, fino a David Harbour, tutti i protagonisti del progetto hanno ripetuto a più riprese che il nuovo film sarà più fedele ai fumetti, oltre che più oscuro e spaventoso, rispetto a quelli che lo hanno preceduto.

La star di Stranger Things lo ha ribadito in un'intervista a Empire, spiegando di avere lavorato per proporre una caratterizzazione del personaggio diversa e inedita:

[Ron Perlman, n.d.r.] in quei film fa qualcosa di straordinario e molto personale. Io non ho voluto imitarlo in alcun modo. Nel nostro, Hellboy è più giovane. Più rozzo. Assomiglia molto a un adolescente. Sta seriamente combattendo con l'idea di essere una brava persona oppure no.

Come osserva CinemaBlend, la dichiarazione di David Harbour contiene due interessanti informazioni sul "nuovo corso" del reboot.

Per prima cosa, sembra che la natura demoniaca di Hellboy (figlio del potente Azzael e destinato a diventare la Bestia dell'Apocalisse) sarà più esplicita e Red dovrà farci i conti molto di più di quanto lo abbia fatto nella saga di Guillermo del Toro (in The Golden Army più che nell'originale). Con possibili conseguenze decisamente pericolose non solo per i suoi alleati, ma per tutta l'umanità. 

In seconda battuta, è probabile che l'evocazione di Hellboy avvenga dopo la Seconda Guerra Mondiale. Nei fumetti e nel film del 2004, il Diavolo Rosso viene (ri)portato sulla Terra da Rasputin per aiutare i nazisti. Ma se il Red di David Harbour è più giovane, è lecito ipotizzare che la sua "nascita" sia successiva al conflitto.

D'altra parte, qualunque sia la linea temporale, rimane un punto fermo il fatto che Hellboy farà parte del Bureau of Paranormal Research and Defense (BPRD) e combatterà contro i mostri e in particolare contro la potente Regina di Sangue.

La birra ufficiale di Hellboy

Il 2019 è l'anno di Hellboy. Non solo perché il Diavolo Rosso ritorna sul grande schermo dopo un'attesa di oltre due lustri, ma anche perché ricorre il 25esimo anniversario del fumetto. Per celebrare questo importante traguardo, Dark Horse Comics ha unito le forze con il marchio americano Gigantic Brewing per produrre una linea di birra in edizione limitata.

Come è possibile leggere sul sito ufficiale, l'azienda produrrà 6 diverse birre e ciascuna sarà ispirata a un personaggio iconico del fumetto e verrà immessa sul mercato nel significativo numero di 666 bottiglie.

La prima birra sarà (ovviamente) tutta per Hellboy e avrà un aroma di sciroppo d'acero e pancake. A seguire (con una cadenza di circa 7 settimane), usciranno quelle dedicate a Liz Sherman, Johann Kraus, Abe Sapien, alla Blood Queen e al professor Trevor Bruttenholm.

Le etichette saranno illustrate da Mike Mignola e Dave Stewart, mentre la data di uscita ufficiale della prima birra è fissata il 23 marzo 2019, ovvero l'Hellboy Day, giorno in cui il Diavolo Rosso sarà celebrato in tutti gli USA.

Una piccola anteprima sarà proposta il 15 marzo ai partecipanti all'Emerald City Comic Con di Seattle, durante un evento che al momento non è stato ancora svelato.

La nota negativa per i fan italiani è che Gigantic Brewing non ha distributori nel Belpaese e molto probabilmente l'iniziativa resterà confinata ai soli Stati Uniti.

Un vero peccato, ma chissà che non venga fatto qualcosa di simile anche in Italia.

Restate sintonizzati per scoprirlo!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.