FOX

Boyhood: 10 curiosità sul film di Richard Linklater

di - | aggiornato

Amicizie, progetti, parentele, titoli cambiati: ecco tutti i segreti sulla lunghissima lavorazione di Boyhood, il film di Richard Linklater sugli anni di coming of age di un ragazzo.

Una scena di Boyhood Universal Studios

11 condivisioni 1 commento

Condividi

Boyhood è un film indipendente di Richard Linklater del 2014, una pellicola molto particolare che ha richiesto una gestazione lunga ben 12 anni.

Il progetto è ambizioso e quasi neorealista: lo scopo è raccontare una figura in trasformazione, nel momento che va dall'infanzia all'età adulta (dai 6 ai 19 anni), all'interno di un contesto.

La storia, raccontata in modalità antinarrativa, descrive il coming of age di Mason, un ragazzo americano, in un processo che dura 13 anni. Linklater si concentra sulla figura del bambino e poi adolescente per narrare la sua scoperta del mondo, il rapporto con i genitori divorziati, la sorella, i primi amori, i cambiamenti tecnologici, culturali e sociali di una realtà in evoluzione.

Il film è interpretato da Ellar Coltrane, affiancato da Ethan Hawkle e Patricia Arquette. Ha fatto incetta di premi nel 2014 al Festival di Berlino e nei 2015 ai Golden Globes e agli Oscar: la statuetta è andata alla Arquette in qualità di Miglior attrice non protagonista.

Ecco alcune curiosità sulla pellicola.

1 - Ellar Coltrane e le sue età

Ellar Coltrane in una scena di BoyhoodHDUniversal Studios
Ellar Coltrane con Ethan Hawke, che interpreta suo padre

La storia parla di Mason, un ragazzo normale che si trasforma attraverso le varie tappe di crescita.

Mason è interpretato da Ellar Coltrane, attore di Austin che aveva 6 anni quando è stato coinvolto nel progetto e ben 19 quando si è visto per la prima volta nel ruolo del protagonista.

2 - Linklater e le sue conclusioni sul tempo

Clessidre e orologiHDPexles
Tempus fugit

Linklater ha colto l'occasione di questo esperimento cinematografico per riflettere su un tema quanto mai universale: lo scorrere del tempo.

In un progetto come Boyhood, ha scoperto il regista, le lancette dell'orologio possono essere amiche o nemiche a seconda dei frangenti.

Come riporta Nola, il regista aveva messo in conto una serie di possibili intoppi e variabili da considerare.

È stato come fare un grande salto nel futuro. La maggior parte degli sforzi artistici cercano di avere un certo livello di controllo, ma c'erano elementi di questo progetto che sarebbero stati al di fuori dal controllo di chiunque. Ci sarebbero stati cambiamenti fisici ed emotivi, e abbiamo accettato questa cosa.

È stato difficile ma stimolante!

3 - Le riprese sono durate solo 45 giorni

Una scena di BoyhoodHDUniversal Studios
Boyhood, 45 giorni di riprese per un film lungo più di 10 anni

Pensando a 12 anni di realizzazione, capita di pensare a un tempo ellittico, smisurato. In realtà, però, i giorni effettivi di riprese sono stati solo 45, compressi su un arco di oltre 4000.

4 - Nessuno ha firmato il contratto

Un'immagine di un contrattoHDPexels
Un contratto inesistente

Gli attori coinvolti nel progetto di Linklater non hanno firmato un contratto perché negli USA non è legale impegnarsi nero su bianco con contratti della durata superiore a 7 anni.

Linklater ha dovuto fidarsi dei professionisti (e non) coinvolti.

5 - Una colonna sonora ricchissima

Copertina della colonna sonora di BoyhoodLumière
La soundtrack di Boyhood

La colonna sonora segue di pari passo lo scorrere del tempo: Linklater ha voluto una playlist ricchissima, che riporta successi di Paul McCartney, Pink Floyd, Bob Dylan, Phoenix, Cat Power, The Black Keys, The Hives, Wilco, Gotye e anche Britney Spears.

6 - Samantha è interpretata dalla figlia di Linklater

Samantha, sorella di Mason, in una scena di BoyhoodHDUniversal Studios
Samantha è stata interpretata dalla figlia del regista

Samantha, la sorella di Mason, è interpretata da Lorelei Linklater, che all'inizio delle riprese aveva solo 9 anni.

Dopo qualche anno, Lorelei ha avuto un momento di rifiuto nei confronti del suo personaggio e ha chiesto al padre di "ucciderlo", ma Linklater ha rifiutato perché una morte violenta non era in linea con il mood che voleva dare al suo progetto.

Con il tempo, il padre è riuscito a convincere la figlia a proseguire.

7 - Il regalo handmade è ispirato a una storia vera (che coinvolge Ethan Hawke)

The Black Album di BoyhoodHDUniversal Studios
L'album black

Al 15esimo compleanno del figlio, Mason Senior gli regala qualcosa che ha creato appositamente per lui, un "album segreto" dei Beatles chiamato dall'uomo The Black Album.

Mason, per il tuo compleanno volevo regalarti qualcosa che il denaro non potesse comprare, qualcosa che solo un padre può dare a un figlio, come un cimelio di famiglia. Questo è il meglio che posso fare.

L'idea non è originale: l'attore Ethan Hawke ha svelato, come riporta Nola, di aver fatto la stessa cosa con la figlia Maya.

8 - Appuntamento ogni anno (per 143 scene)

Tre protagonisti di BoyhoodHDGetty Images
Parte del cast di Boyhood a un evento

Linklater ha impostato così la lavorazione del film: ogni anno la troupe e il cast si ritrovavano per una decina di giorni, per girare una manciata di scene.

Le scene totali del film sono 143.

9 - Il titolo originario era un altro

Una scena di 12 anni schiavoHDFox Searchlight Pictures
Nessuna somiglianza con... 12 anni schiavo!

Da sempre, Linklater aveva in mente un altro titolo per il suo film, che non era Boyhood ma 12 anni.

Poi, la coincidenza ha voluto che il film uscisse insieme a 12 anni schiavo, e il regista è stato praticamente costretto a differenziarsi, anche per il contenuto diversissimo delle due pellicole.

10 - Un'amicizia basata su una vita molto simile

Ethan Hawke e Richard Linklater in primo pianoHDGetty Images
Ethan Hawke e Richard Linklater sono amici da molto tempo

Richard Linklater ed Ethan Hawke sono amici da molto tempo, anche perché hanno diverse cose in comune. Entrambi sono cresciuti in Texas con padri divorziati che lavoravano nelle assicurazioni.

La loro storia ha ispirato in parte il personaggio di Mason Sr.

Che ne pensate? Vi è piaciuto questo particolarissimo film?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.