FOX

[Spoiler!]

Chi è Capitan Marvel? Scopriamo tutte le identità di Carol Danvers

di - | aggiornato

Qual è stato il percorso che ha portato Carol Danvers ad assumere il titolo di Capitan Marvel? Come ha ottenuto le sue abilità? Qual è la sua forma più potente? Scopriamolo insieme, ripercorrendone la storia nei fumetti.

Poster di Captain Marvel Disney/Marvel Studios

275 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo mesi e mesi di attesa, i fan del Marvel Cinematic Universe potranno finalmente fare la conoscenza di Carol Danvers in Captain Marvel, nuovo film del franchise che arriverà il 6 marzo nelle sale italiane. Una prima volta sul grande schermo che i lettori di fumetti attendevano da ancora più tempo, sin da quando si vociferava una possibile introduzione del personaggio in Avengers: Age of Ultron.

Questo perché l'attuale Capitan Marvel, pur non avendo mai raggiunto la notorietà nel pubblico "mainstream" come Wolverine o Spider-Man, è una figura fondamentale nelle storie della Casa delle Idee. Nella sua lunghissima carriera infatti può vantare collaborazioni importanti con i principali team di supereroi, dai Guardiani della Galassia agli X-Men fino ovviamente ai Vendicatori, gruppo di cui è uno dei membri più rappresentativi sin dalla fine degli anni '70.

Brie Larson nei panni di Carol Danvers in Captain MarvelHDDisney/Marvel Studios

Come sempre avviene in queste occasioni, il debutto cinematografico di un nuovo personaggio è un'ottima occasione per scoprire il suo passato fumettistico o semplicemente per rinfrescarsi un po' la memoria, ripassando i momenti chiave delle sue avventure. Così, dopo aver dedicato un approfondimento agli alieni Skrull, villain principali in Captain Marvel, abbiamo voluto ripercorrere tutta la storia della protagonista del film Carol Danvers, viaggiando tra le diverse identità segrete che ha assunto in più di cinquant'anni di vita editoriale.

Siete pronti? E allora prendiamo il volo "Più in alto, più lontano, più veloce!" insieme e scopriamo tutte le avventure di Carol Danvers, una delle più grandi eroine Marvel di tutti i tempi.

Il Capitano Mar-Vell

Dettaglio della cover di Marvel Super Heroes #12HD2017 Marvel Characters, Inc.
La prima apparizione di Mar-Vell in Marvel Super Heroes #12

Prima di lanciarci nel vivo della storia, dobbiamo fare un piccolo passo indietro e parlare di un altro personaggio chiave per la Casa delle Idee: il guerriero Kree Mar-Vell, il primo ad assumere il titolo di Capitan Marvel. Questo eroe compare per la prima volta in Marvel Super-Heroes #12 scritto da Stan Lee e disegnato da Gene Colan a fine 1967, ma si guadagna rapidamente una testata tutta sua, che debutta nel maggio 1968.

Mar-Vell è come detto un ufficiale Kree, che arriva sulla Terra in una missione esplorativa, con il compito di studiare usi e costumi dei suoi abitanti. La nota razza aliena vuole infatti scoprire di più sul pianeta blu, per valutare la possibilità di un'invasione vera e propria. Nei suoi primi giorni, il guerriero riesce a infiltrarsi all'interno del complesso scientifico di Cape Canaveral, spacciandosi per il dottor Walter Lawson. In questa occasione fa la conoscenza della responsabile della sicurezza del centro, nonché la vera protagonista di questo articolo: Carol Danvers.

L'incarico di spiare gli abitanti della Terra è piuttosto pericoloso e di questo ne è ben consapevole il Colonnello Yon-Rogg, che, all'insaputa dell'esercito Kree, trama per la morte di Mar-Vell, essendo innamorato della compagna di quest'ultimo, Una. Anche per questo motivo quindi, l'eroe decide di abbandonare la sua missione e diventare uno dei principali protettori del pianeta. Il suo nome di battaglia deriva dal suo grado nella flotta spaziale Kree e una "terrestrizzazione" del suo vero nome. Nasce così il primo Capitan Marvel.

Dettaglio della cover di Marvel Graphic Novel #1: The Death of Captain MarvelHD2014 Marvel Characters, Inc.

Negli anni questo eroe si rivelerà uno dei più importanti alleati della Terra, nonché uno dei più potenti difensori dell'universo intero, fornendo un contributo importantissimo contro nemici di immensa potenza come Thanos. Le sue avventure si concluderanno (al netto di alcune brevi apparizioni successive) nell'aprile 1982, quando verrà pubblicata La morte di Capitan Marvel di Jim Starlin, lasciando un segno assolutamente indelebile in tutta la storia della Casa delle Idee.

I sogni spaziali di Carol Danvers

Dettaglio della cover di Captain Marvel: Braver & Mightier #1HD2019 Marvel Characters, Inc.

Fatto questo necessario preambolo, passiamo al soggetto principale di questo pezzo: Carol Danvers. Quest'ultima nasce a nord di Boston, figlia di Marie e Joe Danvers, e cresce con i due fratelli Joe Jr. e Steven. Fin da piccola coltiva il sogno di diventare un'astronauta, al punto che in un'occasione scappa di casa e viaggia in autostop fino in Florida, per assistere al decollo di uno dei razzi della NASA dalla sede di Cape Canaveral.

Una volta maggiorenne, Carol decide di entrare nella United States Air Force, facendo una rapida ed eccezionale carriera. Nel tempo avrà l'occasione di partecipare anche a speciali missioni al fianco di personalità importanti nell'universo Marvel come Logan (prima che assumesse l'identità di Wolverine) e Nick Fury, che come sappiamo la accompagnerà anche nella sua prima avventura cinematografica. Un'offerta di lavoro da parte del suo primo amore, la NASA, la porterà al ritiro dall'esercito, con il grado di Colonnello.

E così Carol assume il compito di supervisione della sicurezza della struttura proprio di Cape Canaveral. Qui (nell'albo Marvel Super-Heroes #13, per essere precisi) farà la conoscenza dell'uomo che le cambierà completamente la vita, il dottor Walter Lawson ovvero Capitan Marvel. A causa del rapporto stretto che si forma tra i due, la giovane sarà rapita da Yon-Rogg, nemesi dell'eroe, dando il via alla serie di eventi che trasformerà Carol Danvers in una delle supereroine più potenti dell'intero universo fumettistico.

Ms. Marvel, il debutto di una nuova eroina

Dettaglio della cover di Ms. Marvel #12013 Marvel Characters, Inc.
Ms. Marvel nella sua prima apparizione

Nello scontro tra il Colonnello Kree e Mar-Vell infatti, viene danneggiato un dispositivo della razza aliena chiamato Psyche-Magnitron, che scoppia a causa del colpo subito. Capitan Marvel porta in salvo Carol, proteggendola con il proprio corpo dall'impatto dell'esplosione. A causa delle radiazioni che vengono liberate tuttavia, il DNA della ragazza viene unito a quello del guerriero Kree, donandole (a sua insaputa) poteri incredibili come superforza, velocità e capacità di volare.

Il fatto che per l'ennesima volta Capitan Marvel e i suoi nemici siano riusciti a entrare all'interno delle strutture della NASA, causa il licenziamento di Carol, che decide quindi di dedicarsi alla scrittura. Il grande successo del suo primo romanzo, in cui racconta in ogni dettaglio la sua esperienza nell'ente spaziale, la porta a ricevere un'offerta di lavoro da parte di J. Jonah Jameson del Daily Bugle, che le affiderà il ruolo di editor di Woman, nuovo magazine dedicato, chiaramente, alle donne.

Nel frattempo, nella città di New York inizia a operare una nuova eroina, che si dimostra da subito molto capace, sconfiggendo rapidamente lo Scorpione, uno dei nemici storici di Spider-Man. Si tratta di Ms. Marvel, dietro la cui maschera si nasconde ovviamente Carol Danvers. Tuttavia per i primi tempi la giovane avrà molte difficoltà ad adattarsi ai suoi poteri di cui non è assolutamente a conoscenza. Questo si tradurrà in un forte sdoppiamento di identità, con Carol che non ricorda nulla delle sue avventure in costume e, viceversa, Ms. Marvel che ignora la propria identità segreta.

Dettaglio della cover di Ms. Marvel #20HD2016 Marvel Characters, Inc.
Il debutto del nuovo costume di Ms. Marvel nel numero 20 della sua serie regolare

Nelle intenzioni dei suoi creatori Gerry Conway e John Buscema, autori di Ms. Marvel #1, questo personaggio avrebbe dovuto essere la prima vera eroina femminista della casa editrice, in linea con l'atmosfera degli anni '70 in cui venne pubblicata la sua prima avventura. Non tutto funzionò al meglio e questo obiettivo fu raggiunto solo in parte, tuttavia è stato senza dubbio un primo passo fondamentale verso lo sviluppo di Carol Danvers nell'iconico personaggio di oggi.

In ogni caso Ms. Marvel, che deve ovviamente il nome al guerriero Kree che la salvò nell'incidente che diede origine ai suoi poteri, continuò a "fare carriera" nel mondo dei supereroi. Poco prima della chiusura della sua prima serie regolare, Carol entra nei Vendicatori, gruppo a cui sarà strettamente legata per gran parte della sua storia. Dopo una traumatica esperienza (narrata in Avengers #200) Ms. Marvel decide di allontanarsi dal gruppo e trasferirsi a San Francisco, per cambiare aria e iniziare un nuovo capitolo della sua vita. In effetti sarà proprio quello che succederà ma, almeno inizialmente, non nel modo sperato da Carol.

Binary, la potenza oltre ogni immaginazione

Dettaglio della cover di Uncanny X-Men #1642014 Marvel Characters, Inc.
La prima apparizione di Carol Danvers come Binary in Uncanny X-Men #164

Mentre si trova in California, infatti, affronta Rogue, membro all'epoca della Confraternita dei mutanti malvagi di Magneto, in uno scontro dove arriva a rischiare la vita. Carol sopravvive, ma perde gran parte della sua memoria e dei suoi superpoteri. Grazie all'intervento del Professor X, riesce a recuperare quasi tutti i ricordi rubati da Rogue, ma nulla si può fare per le sue abilità ed è quindi costretta a rinunciare alle sue avventure nei panni di Ms. Marvel, soffrendo immensamente per questo.

Questi avvenimenti tuttavia la legano strettamente agli X-Men e, nonostante la mancanza di poteri, li accompagna spesso nelle loro avventure. Proprio in una di queste, viene rapita da alcuni membri della Covata, una delle principali razze aliene dell'universo Marvel, che la sottopongono ad esperimenti scientifici. In particolare, Carol viene esposta a un raggio che spinge il suo corpo ad avanzare di diversi stadi evolutivi. Grazie anche al fatto che il suo DNA è sia umano che Kree, acquista quindi capacità incredibili, che superano anche la consapevolezza cosmica di Capitan Marvel.

Quindi in Uncanny X-Men #164, scritto da Chris Claremont e disegnato da Dave Cockrum, i lettori fanno la conoscenza di Binary, la forma più potente di Carol Danvers. In questa versione infatti l'eroina ha accesso all'energia di un buco bianco, che la rende praticamente invulnerabile, al netto di alcune difficoltà iniziali nel gestire le nuove abilità. Nei panni di Binary, vivrà diverse avventure in giro per la Galassia, fino al suo eventuale ritorno sulla Terra.

Il ritorno nei Vendicatori come Warbird

Dettaglio della cover di Avengers Assemble Vol. 52014 Marvel Characters, Inc.

Carol decide di rientrare nel suo pianeta natale dopo aver consumato gran parte dell'energia che l'ha trasformata in Binary per salvare il Sole terrestre. La sua potenza è diminuita a causa di questo sacrificio, tornando approssimativamente al livello dei suoi primi anni da supereroina, più che sufficiente comunque a farla rientrare nei Vendicatori. Sarà infatti uno degli eroi selezionati per la nuova versione del team presentata in Avengers #4 di Kurt Busiek e George Pérez nella serie del 1998. Questa nuova formazione è nata in seguito a una riorganizzazione del supergruppo diventato troppo affollato, al punto da renderlo inefficace.

Per l'occasione, Carol Danvers decide di optare per una nuova identità segreta. Ispirandosi al suo passato nell'aeronautica militare e alla sua capacità di volare, prende il nome di Warbird, termine usato per indicare i velivoli militari che vengono ritirati dall'esercito e utilizzati dai privati.

Questo periodo per Carol non dura molto, tuttavia. In difficoltà in seguito alla perdita dei poteri di Binary, che le causeranno anche dei problemi con l'alcool, Warbird ridurrà presto le sue apparizioni al fianco dei Vendicatori, fino ad uscire dal gruppo, per poi rientrare in un ruolo molto più defilato. Rimarrà comunque una presenza molto forte all'interno dell'universo Marvel, ricoprendo ruoli di rilievo nei diversi eventi crossover come House of M o Civil War, dove si schiera al fianco di Iron Man.

Finalmente Capitan Marvel

Dettaglio della cover di Captain Marvel #12012 Marvel Characters, Inc.

Nel 2012, quasi 45 anni dopo la sua prima apparizione nei fumetti, Carol Danvers assume l'identità con cui è nota oggi e con cui debutterà all'interno del Marvel Cinematic Universe. Nel tempo, infatti, si è resa sempre più conto di quanto Mar-Vell abbia influenzato non solo il suo percorso nel mondo dei supereroi, ma il suo approccio stesso alla vita. Per questo motivo, anche su invito di Capitan America, decidere di raccoglierne l'eredità, prendendo il nome di Capitan Marvel e indossando un costume simile a quello del guerriero Kree.

Tutto questo è raccontato nella nuova serie dedicata all'eroina, inizialmente scritta da Kelly Sue DeConnick e disegnata da Dexter Soy, sebbene la prima apparizione di Carol Danvers con questa identità avvenga tecnicamente in Avenging Spider-Man #9. La nuova Captain Marvel inizia a vivere avventure di ogni tipo, legandosi allo S.H.I.E.L.D., ai Vendicatori e anche ai Guardiani della Galassia. Sarà anche una degli eroi di Terra-616 a viaggiare nella scialuppa di salvataggio durante le Secret Wars del 2015.

Negli ultimi anni, ha avuto una posizione assolutamente centrale nell'universo Marvel. Tra gli eventi più importanti che l'hanno coinvolta di recente bisogna senza dubbio citare Civil War II. In questo scontro interno al mondo dei supereroi, Capitan Marvel ha guidato la fazione favorevole all'utilizzo dei poteri di premonizione dell'Inumano Ulysses Cain, contrapposta a quella di Iron Man.

Le recenti rivelazioni sul passato di Carol Danvers

Dettaglio della cover di The Life Of Captain Marvel #1HD2018 Marvel Characters, Inc.

Lo scorso autunno è stata pubblicata una serie molto particolare dedicata a Carol Danvers, intitolata The life of Captain Marvel, a cura di Margaret Stohl e Carlos Pacheco. In questi albi è stata approfondita l'infanzia dell'eroina e il suo rapporto con la sua famiglia, facendo emergere un segreto sul suo passato di cui neanche lei stessa era a conoscenza. Prima di raccontarvelo però, ci sembrava giusto fare un piccolo spoler alert per chi magari non avesse ancora letto la serie sopracitata.

Attenzione! Possibili spoiler!

Durante uno scontro al fianco dei Vendicatori, combattutto durante la Festa del Papà, Carol ha un crollo psicologico, a causa del riemergere di alcuni ricordi legati proprio al padre. Su consiglio di Tony Stark, decide quindi di prendere un periodo di riposo e ritorna dalla sua famiglia. Qui litiga con il fratello Joe Jr. che, scosso, ha un brutto incidente in automobile. Carol sceglie quindi di restare a fare compagnia a lui e alla madre e, frugando nella vecchia casa, scopre alcune lettere del padre e uno strumento strano, che non riesce a fare funzionare.

In realtà questo non è altro che un trasmettitore, che spinge l'Impero Kree a inviare un emissario sulla Terra. Quando quest'ultimo raggiunge casa Danvers, si scopre l'arcano: Marie Danvers, madre di Carol, non è quello che sembra. Il suo vero nome è infatti Mari-Ell ed è stata una delle più promettenti esponenti dell'esercito Kree, inviata in missione segreta sulla Terra. Una volta qui tuttavia ha abbandonato per amore il suo incarico, scegliendone uno nuovo e più importante: crescere la piccola Car-Ell, ovvero Carol Danvers.

Si tratta di una rivelazione importante, che cambia in parte la storia dell'attuale Capitan Marvel. Come spiegano proprio nella serie infatti, questo significa che i poteri (e il DNA Kree) di Carol erano già presenti in lei anche prima dell'incidente con il Psyche-Magnitron, che li ha semplicemente attivati o forse leggermente potenziati. Un cambio di prospettiva che rende ancora più forte la sua figura, che non ha "preso in prestito" la sua forza da nessuno, ma che anzi ha sempre avuto dentro di sé.

Captain Marvel (2019)

Data uscita in Italia: 06 marzo 2019 voto 7,5
  • Genere: Avventura, Azione, Fantascienza, Supereroi

  • Nazione: Stati Uniti d'America

  • Regista: Anna Boden, Ryan Fleck

  • Durata: 128 min

  • Cast: Brie Larson, Samuel L. Jackson, Reggie, Archie, Rizzo e Gonzo, Jude Law, Ben Mendelsohn, Clark Gregg, Annette Bening, Gemma Chan, Lee Pace, Lashana Lynch, ...

E con questo, concludiamo il nostro percorso nella storia di Capitan Marvel, o meglio di Carol Danvers. Uno dei personaggi che, in un modo o nell'altro, è stato davvero importante per la storia della Casa delle Idee, guadagnando sempre maggiore importanza anno dopo anno. Il fatto che finalmente, dopo anni di attesa, questa iconica eroina arrivi sul grande schermo e possa raggiungere un pubblico ancora più ampio è sicuramente una grande notizia per i suoi fan storici. E, a giudicare dalle reazioni, sembra che non resteranno affatto delusi dal film.

E voi, cosa vi aspettate da Captain Marvel? State già contando le ore che vi separano dal 6 marzo, quando Carol Danvers, interpretata da Brie Larson, arriverà nelle sale italiane?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.