FOX

Il grande e potente Oz: dov'è finito il sequel del film di Sam Raimi?

di -

Sull'onda del successo del primo film dedicato alle avventure di Oscar Diggs, Disney aveva subito deciso di produrre un sequel. Le cose, però, non sembrano essere andate per il verso giusto...

I protagonisti de Il Grande e Potente Oz Walt Disney Pictures

70 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nel 2013, Disney propose Il grande e potente Oz, film diretto da Sam Raimi, noto per la trilogia di Spider-Man con Tobey Maguire. Nel cast erano presenti nomi di rilievo come Michelle Williams, Rachel Weisz, Mila Kunis e James Franco. La pellicola era da considerare il prequel de Il Mago di Oz, film del 1939 diretto da Victor Fleming, passato alla storia del cinema e basato sui libri di L. Frank Baum.

Il film raccontava delle avventure del giovane Oscar Diggs, illusionista di un piccolo circo che si esibiva con il nome di Grande e Potente Oz. Dongiovanni impenitente, il prestigiatore era costretto a scappare dalle grinfie dell’Uomo Forzuto, infuriato per aver scoperto un presunto flirt proprio tra Oscar e sua moglie.

In fuga su una mongolfiera, nel bel mezzo di un tornado, Oscar si ritrovava in una terra sconosciuta e conosceva l’affascinante Theodora, la Strega Malvagia dell’Ovest. Da qui, partivano le avventure dell’illusionista, intenzionato a diventare il mago più potente di tutti i tempi.

Dopo aver sintetizzato la trama de Il grande e potente Oz, è giunto il tempo di capire che fine ha fatto il sequel del film Disney, annunciato e poi finito nel dimenticatoio.

I piani di Disney per il sequel

Nel 2013, poco tempo dopo l’uscita de Il grande e potente Oz, l’idea di Disney era quella di procedere subito con il sequel del film. Questo, almeno, era quanto si poteva dedurre dalle pagine di Hollywood Reporter. La fonte citata riportava che lo sceneggiatore Mitchell Kapner era stato incaricato di scrivere il nuovo copione della pellicola.

La fretta di Disney era giustificata dai risultati al botteghino fatti registrare dal film. Il grande e potente Oz, secondo le rilevazioni Box Office Mojo, aveva fatto registrare incassi globali pari a 493 milioni di dollari, a fronte di un budget di 215 milioni di dollari.

Le prime reazioni di attori e regista

L’annuncio del sequel de Il grande e potente Oz fu reso ufficiale all’inizio del marzo 2013. In quell’occasione, Variety scriveva della volontà di Disney di continuare la storia di Oz ma, allo stesso tempo, sottolineava le possibili difficoltà che la produzione avrebbe potuto incontrare.

Il sequel della pellicola, infatti, si sarebbe potuto sovrapporre a Il Mago di Oz di Fleming. Se la storia di fondo, quella dei libri di L. Frank Baum, era sfruttabile senza problemi, alcuni dettagli iconici aggiunti dal film del 1939 erano ancora di proprietà di Warner Bros., che deteneva i diritti della pellicola. Tra questi vi erano anche le celebri scarpette di rubini, protagoniste peraltro di un furto misterioso e ritrovate nel 2018.

Al di là delle possibili difficoltà legali, gli attori già visti ne Il grande e potente Oz sembravano essere già pronti a tornare in scena. Mila Kunis, che aveva interpretato la Strega Malvagia dell'Ovest, nel 2013 si esprimeva così:

Siamo tutti coinvolti nel sequel.

La dichiarazione, riportata da Express e rilasciata originariamente a E! News, non era riferita però a Sam Raimi. Il regista, a poche ore di distanza dall'intervista dell’attrice di origine ucraina, prese le distanze dal possibile sequel dalle pagine di BleedingCool:

Non ho intenzione di dirigere il sequel. Ho lasciato alcuni possibili spunti per altri registi, nel caso volessero girare il film. Ho cercato di proporre un finale completo, in modo da soddisfare totalmente il pubblico, ma ho anche lasciato andare via Evanora e Theodora. Ero attratto da questa storia, ma non penso che un secondo capitolo mi possa interessare.

Mila Kunis in una scena de Il Grande e Potente OzHDDisney

La possibile trama

Fin da subito, quindi, il quadro relativo alla produzione del sequel de Il grande e potente Oz vedeva la volontà di Disney di produrre il progetto, e le rimostranze di Raimi. Che dire, però, della trama? A pochi giorni dal suo ingaggio come sceneggiatore, Mitchell Kapner spazzava via i possibili problemi legati alla sovrapposizione con il film di Fleming e sembrava avere le idee chiare riguardo alla direzione da dare alla storia. Di concerto con il produttore Joe Roth, Kapner spiegava al Los Angeles Times:

Il sequel non coinvolgerà Dorothy Gale. Ci sono circa 20 anni di distanza tra gli eventi del primo film e l’arrivo di Dorothy. In un lasso di tempo del genere possono succedere molte cose.

Se non Dorothy, allora chi? Le prime speculazioni sulla trama riguardavano Oz e Glinda, che alla fine del film si congedavano dal pubblico con un romantico bacio. I due, nel presunto sequel, avrebbero dovuto avere una figlia, Olivia. Sulla ragazza, però, pendeva una maledizione scagliata da una figura misteriosa…

Serie TV, nuovi film…ma il sequel?

Le notizie sul sequel de Il grande e potente Oz si fermano pressappoco qui. Dopo le indiscrezioni su regista, sceneggiatore e attori, la produzione è scivolata lentamente nell’anonimato. I primi mesi del 2019 non hanno modificato la situazione, visto che non si hanno notizie né sul prosieguo della produzione, né sull’uscita del film.

I fan dell’universo creato da L. Frank Baum, in ogni caso, potrebbero presto avere di che gioire. Nel febbraio 2019 Variety ha confermato che Legendary Entertaniment ha in programma di girare una serie dedicata al Mago di Oz, chiamata Land of Oz. La serie sarebbe scritta e prodotta da Ed Ricourt, e si concentrerebbe su alcuni personaggi creati da Baum che sono stati lasciati in disparte dalle produzioni precedenti.

Un altro progetto che pare essere in dirittura d’arrivo è Wicked, film Universal che traspone sul grande schermo il celebre musical di Stephen Schwartz. La storia si svolge prima degli eventi de Il Mago di Oz, e vede al centro il rapporto tra Glinda e Theodora. L’annuncio iniziale del film è datato 2016, come dimostra questo tweet:

È solo all’inizio del marzo 2019, dopo un rinvio di quasi due anni, che Universal ha confermato che la data di uscita del film è fissata per il 22 dicembre 2021. Così come riporta Variety, però, non è ancora chiaro chi farà parte del cast.

Il Grande e Potente Oz, la cover della versione DVDDisney

Sperate in un ritorno de Il grande e potente Oz al cinema?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.