FOX

[Spoiler!]

Captain America, la strada di Steve Rogers verso Avengers: Endgame

di - | aggiornato

Steve Rogers, da gracile ragazzino di Brooklyn a superuomo in cerca di una salvezza per il mondo.

250 condivisioni 0 commenti

Condividi

Benvenuti al secondo appuntamento della rubrica che vi porterà a esplorare il cammino degli Avengers nell’Universo Cinematografico Marvel. Un lungo cammino che terminerà il 24 aprile - al cinema - con l’atteso Avengers: Endgame.

Dopo aver approfondito la storia di Tony Stark / Iron Man è il momento di parlare del Capitano Rogers, un ragazzo di Brooklyn dal cuore grande.

 

Il percorso di Steve Rogers fino ad Avengers: Infinity War

Captain America: Il Primo Vendicatore

La Seconda Guerra Mondiale è in corso e gli Stati Uniti si stanno preparando a salvare il mondo dalla minaccia nazista.

Il giovane e mingherlino Steve Rogers decide di arruolarsi come volontario nell’esercito degli Stati Uniti, così come suo padre prima di lui. Il senso del dovere, d’appartenenza alla nazione e di giustizia rendono Steve un uomo coraggioso, ma il suo corpo è gracile e sofferente. Tra le sue malattie ci sono: asma, scarlattina, alta pressione nel sangue, febbre reumatica, sinusite e problemi al cuore. Tutto ciò non lo rende idoneo all’arruolamento.

Dopo svariati tentativi falliti, accetta l’invito del Dottor Abraham Erskine – membro della R.S.S., agenzia segreta precursore dello S.H.I.E.L.D. – a far parte di un progetto dell’esercito (chiamato Rebirth). Senza nemmeno sapere cosa l’aspetta, Rogers viene inserito in un gruppo speciale di reclute, tra le quali – dopo un addestramento di sei giorni – verrà selezionato un uomo da sottoporre a un esperimento che lo trasformerà in un supersoldato.

Dopo aver dimostrato la giusta testardaggine, astuzia e un gran coraggio, Steve viene scelto come candidato ideale.

Il giorno del trattamento tutto procede come previsto, ma un membro infiltrato dell’Hydra – la divisione scientifica di Hitler gestita dal villain Teschio Rosso – uccide Erskine e crea una grossa esplosione, mettendo la parola fine all’esperimento del supersoldato. Steve Rogers è l’unico del suo genere e l’esercito degli Stati Uniti, non capendone le potenzialità, lo abbandona.

Steve, nelle vesti di Captain America, finisce per diventare un testimonial di armi protagonista di uno spettacolino in tour. Ma quando viene a sapere che il suo amico fraterno Bucky Barnes – con il quale è cresciuto – è stato catturato da un gruppo dell’Hydra, Steve decide di soccorrerlo a qualunque costo, riuscendo a salvare anche l’intero reggimento americano prigioniero insieme a lui.

Al culmine della fuga dalla base dell’Hydra, Steve e Bucky incontrano Teschio Rosso: inizia così un duello che si protrae fino alla fine del film.

Captain America mette insieme una squadra – gli Howling Commandos, di cui fa parte anche Barnes – con la quale dà la caccia a tutti gli avamposti dell’Hydra. Purtroppo, in una delle missioni, Barnes precipita da un treno in corsa e viene dato per morto. Il conflitto finale tra Captain America e Teschio Rosso si inscena su un velivolo pieno di bombe destinato a radere al suolo l’intera New York e altre città. Teschio Rosso si dissolve dopo essere entrato a contatto con il Tesseract – l’oggetto alieno con il quale l’Hydra costruiva le armi – e Steve Rogers sacrifica la sua vita facendo precipitare tra i ghiacciai dell’Artico l'aereo su cui vola.

Durante questo struggente finale, Steve è in contatto radio con Peggy Carter. Quest’ultima è un agente operativo del S.S.R. che ha seguito l’evolversi di Steve e della sua missione contro l’Hydra. Steve e Peggy si sono innamorati e si sono scambiati un solo bacio, ma i due non avranno più occasione di stare insieme a causa del sacrificio di Captain America.

In seguito, Howard Stark – che collabora con il S.S.R. e aveva già contributio al progetto Rebirth – riesce a trovare il Tesseract tra le profondità del mare.

Il Capitano si risveglia quasi 70 anni dopo e fa la conoscenza di Nick Fury, il direttore dello S.H.I.E.L.D., che lo recluta per l'Iniziativa Vendicatori, voluta per difendere il mondo da minacce che i governi non sono in grado di contrastare.

The Avengers

Captain America fa parte del progetto Vendicatori di Nick Fury fin da subito e, nonostante si ritrovi in un mondo che sembra non rispecchiarlo, Steve Rogers combatte al meglio delle sue possibilità: non si risparmia e viene riconosciuto come leader da gli sta attorno. Il rapporto con gli altri Avengers è un po' distaccato e diffidente, soprattutto verso Tony Stark (il figlio di Howard), di cui Steve non apprezza i modi e l’atteggiamento.

L'apporto di Captain America nella battaglia di New York è utile per proteggere gli innocenti tra le strade della città, e Steve lavora bene in coppia con Vedova Nera e con Thor.

Captain America: The Winter Soldier

Il mondo è salvo e Steve deve recuperare un po' del tempo perso per conoscere la nuova realtà in cui vive, ma qualcosa dal passato torna a tormentarlo. Il suo vecchio amico Bucky è stato recuperato e trasformato in una spietata arma dell’Hydra – il Soldato d’Inverno –, tramite un lavaggio del cervello e una ri-programmazione mentale. Inoltre è stato dotato di un braccio meccanico.

Il Soldato d'Inverno in Captain America: The Winter SoldierHDMarvel Studios
Bucky Barnes è il Soldato d'Inverno in una scena dal film Captain America: The Winter Soldier

L’Hydra è infiltrata ai massimi livelli del governo e dello S.H.I.E.L.D. e, grazie alle sue risorse, riesce a etichettare Captain America come un traditore e un bersaglio.

Steve, dopo che Nick Fury viene assassinato (in seguito il direttore dello S.H.I.E.L.D. rivelerà di essere sopravvissuto), viene aiutato da Vedova Nera a fuggire.

Causa di tutto è Alexander Pierce. Questo è uno dei leader dell’Hydra, un infiltrato nel governo degli Stati Uniti e tra i massimi esponenti dello S.H.I.E.L.D.

Pierce è a capo del progetto Insight, che punta a sovvertire l’ordine mondiale eliminando in pochi secondi migliaia di obiettivi (cioè di persone ritenute scomode dall'Hydra) contemporaneamente.

Captain America riesce a distruggere il progetto Insight grazie all’aiuto di Vedova Nera, di Sam Wilson detto Falcon - un veterano di guerra in grado di utilizzare un congegno che gli permette di volare – e al supporto dei fedeli agenti dello S.H.I.E.L.D. come Fury, Maria Hill e l’appena conosciuta Agente 13 (nipote di Peggy Carter). Ma Steve non riesce a impedire la caduta dello S.H.I.E.L.D. e a salvare del tutto il suo amico Bucky. Quest’ultimo infatti è confuso da un passato che non riconosce del tutto e sparisce nel nulla.

Avengers: Age of Ultron

Il film si apre come se fosse una continuazione di Captain America: The Winter Soldier. I Vendicatori si sono riuniti per dare la caccia alle basi dell’Hydra e al temuto Barone Wolfgang von Strucker. Questo utilizza il potere dello scettro di Loki (visto in The Avengers) per degli esperimenti che hanno dato origine a due esseri umani potenziati (geneticamente modificati) come i gemelli Maximoff, Scarlet Witch e Quicksilver.

La storia pone ancora una volta l’accento sulle diverse vedute di Steve Rogers e Tony Stark. Quest’ultimo, infatti, è parte in causa della creazione del villain Ultron. Steve non accetta l’atteggiamento da Dio / Creatore assunto da Tony, che è convinto di poter infondere vita al corpo sintetico (Visione) creato durante il film da Ultron.

Gli Avengers insieme riescono a sconfiggere Ultron, ma non senza subire perdite: Quicksilver e molti civili muoiono a Sokovia, dove si svolge lo scontro principale del film.

Captain America: Civil War

Captain America è il leader degli Avengers quando alcuni di questi (Vedova Nera, Falcon e Scarlet Witch) sono in missione in Africa per fermare il villain Crossbones, un ex agente traditore dello S.H.I.E.L.D. Non tutto va per il verso giusto e, non volendo, Scarlet Witch causa un’esplosione che uccide molti civili.

Il governo degli Stati Uniti non può non intervenire per contenere quella che adesso può essere considerata, anche dall’opinione pubblica, una minaccia. Il Generale Ross viene inviato dai Vendicatori per fare firmare loro gli Accordi di Sokovia (così chiamati in ricordo al paese dell'Europa orientale dove è avvenuto lo scontro con Ultron), al fine di regolare le attività di individui dotati di abilità straordinarie.

Gli Accordi dividono gli Avengers in due linee di pensiero: il Team Iron Man, d’accordo con la firma, e il Team Captain America, contrario agli Accordi di Sokovia. I due eroi però sono manipolati dall’abile gioco di vendetta di Helmut Zemo, che ha perso i suoi cari nella battaglia di Sokovia, e finiscono per scontrarsi in un duello fratricida che culmina con il combattimento tra Steve e Tony. Captain America vuole infatti difendere il suo amico ritrovato Bucky dalla vendetta di Tony Stark.

Bucky, a sua insaputa, è una delle pedine di Zemo. Il villain utilizza la figura di Barnes come capro espiatorio di un attentato a Vienna che ha ucciso molti civili e il Re del Wakanda. Inoltre, Zemo ha mostrato a Iron Man l'uccisione dei suoi genitori (Howard e Maria Stark) da parte di Barnes, quando era un soldato dell'Hydra, in modo tale da far scontrare Iron Man con Captain America e distruggere gli Avengers dall’interno. Durante la lotta fratricida tra Tony e Steve, quest'ultimo lascia il suo iconico scudo circolare nella mani di Tony, che lo reclama come oggetto del padre.

Il Capitano, oramai considerato un fuggitivo dal governo, lascia il suo numero di telefono – e una lettera di spiegazioni - a Tony Stark, in modo che possa contattarlo in caso di emergenza.

Avengers: Infinity War

La storia svela che dopo la devastante guerra interna tra gli Avengers, Captain America, Falcon e Vedova Nera hanno continuato le loro missioni nel mondo. I tre si ritrovano, in Europa, a supporto di Wanda e Visione, attaccati dai seguaci di Thanos. Quando lo scontro finisce, Visione è gravemente ferito e Captain America decide di portarlo nel Wakanda – il regno tecnologicamente avanzato di Black Panther – per farlo curare. Da qui questi eroi non si muoveranno più, perché subiranno un violento attacco di Thanos e del suo esercito alieno.

 

Tutte le apparizioni di Steve Rogers nei film Marvel

Steve Rogers / Captain America è presente nei seguenti film:

  • Captain America: Il Primo Vendicatore - 2011
  • The Avengers - 2012
  • Thor: The Dark World – 2013 (piccolo cameo nella scena in cui Loki si trasforma in Captain America per stizzire Thor)
  • Captain America: The Winter Soldier - 2014
  • Avengers: Age of Ultron – 2015
  • Ant-Man – 2015 (scena dopo i titoli di coda che si rivedere in Captain America: Civil War)
  • Captain America: Civil War - 2016
  • Spider-Man: Homecoming 2017 (Captain America si vede in alcuni video motivazionali, utilizzati dalla scuola di Peter Parker)
  • Avengers: Infinity War - 2018
  • Avengers: Endgame - 2019

 

Alcune cose da sapere su Captain America

  • Peggy Carter, l'amore della sua vita, muore in Captain America: Civil War
  • Steve Rogers ha lavorato con Howard Stark durante la Seconda Guerra Mondiale
  • In Captain America: The Winter Soldier, Captain America scopre che Barnes ha ucciso i genitori di Tony Stark
  • In Captain America: The Winter Soldier, Captain America scopre che la mente dello scienziato dell'Hydra Arnim Zola è stata mantenuta in vita 
  • È Steve a portare Bucky nel Wakanda, al fine di farlo curare dallo staff medico del Regno africano
  • Steve Rogers non si fida dei governi perché questi sono gestiti dalle persone, che hanno degli obiettivi (e gli obiettivi cambiano)
  • Steve non ha mai imparato a ballare. In Captain America: Il Primo Vendicatore, Steve Rogers dice a Peggy di non sapere ballare e lei risponde che gli avrebbe insegnato come fare. Purtroppo i due non riuscirono mai a uscire insieme a causa del sacrificio di Steve

 

"Ho tutto il giorno libero!": le citazioni

  • Io non voglio uccidere nessuno. Odio gli spacconi, da ovunque provengano
  • Se cominci a scappare non ti fermi più. Li affronti, ti ribelli. Devi andare avanti lo stesso, no?
  • Non ti arrendi se nel tuo turno di guardia muore una persona?
  • Pensavo che la punizione venisse dopo il crimine

 

Come Chris Evans è diventato Steve Rogers

In una vecchia intervista, rilasciata al sito americano Vanity Fair, Kevin Feige ha raccontato che non è stato facile assumere Chris Evans per il ruolo di Steve Rogers.

In un primo momento Feige pensava che non avrebbero mai trovato l'attore giusto. Avendo già interpretato Johnny Storm nel film dei Fantastici 4 del 2005, Chris Evans non era una delle prime scelte per il ruolo, ma dopo aver visto diversi provini Feige decise di puntare su di lui.

Chris Evans avrebbe dovuto firmare un contratto che lo teneva impegnato per diversi film e così - data l'importanza dell'impegno - decise di pensarci un po'. Quando Evans accettò il ruolo di Captain America, Feige si disse molto contento, poiché riteneva Evans la scelta più azzeccata per il ruolo, proprio come fu Christopher Reeve per Superman.

 

Cosa succederà in Avengers: Endgame?

Il trailer di Avengers: Endgame ci ha mostrato un Captain America deciso a non arrendersi, deciso - a qualcuno costo - a rimediare alla Decimazione di Thanos. Ma quale sarà il suo ruolo nel film?

Avengers: Endgame (2019)

Data uscita in Italia: 24 aprile 2019 voto 8,8
  • Titolo originale: Avengers: Endgame

  • Genere: Avventura, Azione, Fantascienza, Fantasy, Supereroi

  • Nazione: Stati Uniti d'America

  • Regista: Anthony Russo, Joe Russo

  • Durata: 181 min

  • Cast: Brie Larson, Robert Downey Jr., Chris Hemsworth, Scarlett Johansson, Chris Evans, Paul Rudd, Jeremy Renner, Bradley Cooper, Karen Gillan, Dave Bautista, ...

Quello che si può ipotizzare non è molto, poiché non ci sono indizi che collocano Steve Rogers in un posto o nell'altro. Sicuramente il Capitano farà da leader per gli eroi sopravvissuti.

Nella scena dopo i titoli di coda di Captain Marvel, vediamo Steve Rogers tra coloro che assistono all'arrivo di Carol Danvers: sarà interessante capire come verrà affrontato questo nuovo arrivo.

Attenzione! Possibili spoiler!

Anche nel caso di Captain America - così come in quello di Iron Man - escluderei la morte. La mia teoria è che nessuno morirà ma in qualche modo rimarranno in una dimensione alternativa dove non esisteranno più, forse all'interno del Regno Quantico. Così, l'universo MCU potrà rifondarsi senza vittime illustri e assenze ingombranti.

 

Cosa succederà secondo voi in Avengers: Endgame?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.