FOX

Forrest Gump: Eric Roth parla del sequel mai realizzato

di - | aggiornato

Lady Diana e l'auto in cui è fuggito O.J. Simpson sarebbero stati alcuni degli eventi del sequel mai realizzato di Forrest Gump.

Tom Hanks in una scena di Forrest Gump Paramount

143 condivisioni 0 commenti

Condividi

Tutti o quasi hanno visto almeno una volta nella vita Forrest Gump, film di grande successo uscito nel 1994, diretto da Robert Zemeckis e con protagonista uno straordinario Tom Hanks, premiato anche con l'Oscar come miglior attore.

Il film raccontava le vicende di un uomo, nato con disturbi cognitivi, che aveva vissuto da vicino alcuni degli eventi più significativi della storia americana successi tra gli anni '50 e gli anni '80. Una storia che ha colpito gli spettatori di tutto il mondo è che poteva avere un seguito, seguito mai realizzato ma che era stato sviluppato. 

Eric Roth, autore della sceneggiatura del film sulla base del romanzo di Winston Groom, ha raccontato in una recente intervista come nei primi anni 2000 avesse ricevuto l'incarico di scrivere un secondo film di Forrest Gump.

Nell'intervista Roth racconta come la sceneggiatura del sequel sarebbe stata diversa rispetto al secondo romanzo di Groom, Gump & Co. Al centro del film scritto da Roth ci sarebbe stato il figlio di Forrest avuto con l'amata Jenny, che scopre di avere l'AIDS e inizia a essere discriminato a scuola per questa sua malattia. 

Il giovane Forrest, seguendo le orme del padre, si sarebbe ritrovato accanto ad alcuni personaggi importanti della storia recente del mondo. Avremmo visto Forrest Jr sulla Ford Bronco bianca di O.J. Simpson durante la famosa scena in cui l'ex giocatore di football accusato di omicidio viene inseguito dalla polizia, oppure lo avremmo visto ballare insieme alla Principessa Diana. 

Roth ha raccontato come il personaggio sarebbe finito a lavorare in una sala bingo all'interno di una riserva indiana, dopo aver conosciuto su un autobus una donna nativa americana di cui si sarebbe innamorato. La donna lavorava in un ufficio governativo di Oklahoma City e tutti i giorni Forrest Jr, si sedeva su una panchina all'esterno dell'edificio per pranzare con lei. E Forrest sarebbe stato lì, seduto su quella panchina, anche il 19 aprile del 1995 quando un violento attentato avrebbe distrutto il palazzo. 

Roth consegno la sceneggiatura il 10 settembre 2001. Il giorno prima di un altro evento tragico che sconvolse gli Stati Uniti e il mondo intero. 

Ci siamo ritrovati con Tom Hanks e Bob Zemeckis dopo l'attentato dell'11 settembre a riflettere su quanto fosse tragica la vita. Ci siamo guardati e abbiamo capito che questo film non avrebbe più avuto senso.

La tragedia dell'11 settembre ha quindi chiuso per sempre il capitolo Forrest Gump.

Considerato quanto rivelato da Eric Roth, vi sarebbe piaciuto vedere il sequel di Forrest Gump?

Fonte: Slashfilm

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.